Caso Racing Point: anche Williams si piega alla Mercedes

La squadra di Grove ha emesso un comunicato per spiegare la rinuncia a presentare appello contro il caso Racing Point. Claire Williams, vice team principal, aveva rivendicato il diritto di difendere il ruolo dei Costruttori in F1, ma poi per ragioni di "cassetta" ha preferito ascoltare i consigli di Toto Wolff che ha dissuaso in precedenza anche la McLaren. In campo restano solo Ferrari e Renault che hanno confermato l'intenzione di portare avanti l'appello.

Caso Racing Point: anche Williams si piega alla Mercedes

L’interesse di bottega va molto oltre quelli che sono i principi tanto sbandierati. Anche la Williams, proprio come la McLaren, ha rinunciato all’idea di presentare l’appello contro la decisione del collegio dei commissari sportivi della FIA di punire la Racing Point “solo” con 400 mila dollari di multa e la perdita di 15 punti nel mondiale Costruttori per aver copiato le prese d’aria della Mercedes W10.

In un laconico comunicato emesso in mattinata la squadra di Grove fa sapere che “…dopo un'attenta valutazione, Williams ha deciso di non procedere con l'appello formale”.

“Riteniamo che la decisione della FIA di cercare di vietare dal 2021 in poi la copia di monoposto in modo estremo, affronti la nostra preoccupazione principale e riaffermi il ruolo e la responsabilità di un Costruttore all'interno dello sport”., che è fondamentale per il DNA della Formula 1 e le convinzioni e i principi fondamentali della Williams”.

Leggi anche:

Dopo tutti i bla bla di Claire Williams sulla difesa del ruolo dei Costruttori che difendono il loro ruolo in F1 a dispetto della propagazione nel paddock delle vetture clienti, c’è il passo indietro che è il frutto della real politik.

Ci eravamo stupiti molto quando la Williams aveva fatto sapere di voler presentare appello contro la Racing Point. Ora tutto torna in quello che è un alveo più normale della Formula 1 che guarda alla sostanza più che alla forma.

È evidente che una squadra motorizzata Mercedes che ha un pilota (George Russell) il cui cartellino è di Toto Wolff non potesse andare contro la politica della Stella. E le prese di posizione di McLaren, prima, e Williams, adesso, evidenziano quale sia il potere di interdizione che proprio il manager austriaco riesce a esercitare nel paddock.

Le squadre che dovevano fare “muro” contro la Racing Point si sono dimezzate nel volgere di poche ore, con la Red Bull che si è chiamata subito fuori dalla contesa. Se la Renault porta avanti una protesta che per prima ha avuto il coraggio di presentare ufficialmente con un reclamo nel GP di Stiria, c’è solo la Ferrari che è uscita allo scoperto.

L’obiettivo di Maranello non è tanto dare una bastonata al team di Lance Stroll, quanto coinvolgere la Mercedes nel processo, allargando la questione dalle prese dei freni posteriori copiate dalla RP20 dalla W10 al concetto di macchina che si può clonare.

Un terreno molto scivoloso che per prima è stata la Ferrari a introdurre con la Haas nel 2016 e che sta proseguendo anche oggi. All’orizzonte si profila un duro scontro Ferrari – Mercedes o meglio ancora di Mattia Binotto contro Toto Wolff. Speriamo che a Maranello abbiano valutato fino in fondo in che cosa si stanno lanciando…

condivisioni
commenti
Binotto: "Nel 2021 Ferrari il secondo posto è un obiettivo"
Articolo precedente

Binotto: "Nel 2021 Ferrari il secondo posto è un obiettivo"

Prossimo Articolo

Patto della Concordia: slitta la firma per clausole di uscita?

Patto della Concordia: slitta la firma per clausole di uscita?
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021
La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021