Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP d'Olanda

F1 | Cardile: "Ferrari 2024 nuova architettura del progetto"

L'ingegnere aretino per la prima volta ha partecipato alla conferenza stampa FIA riservata ai direttori tecnici. Una sorta di investitura ufficiale da parte della Scuderia nel ruolo di responsabile tecnico della squadra. La SF-23 ha ancora poco da dire, mentre gli sforzi sono finalizzati alla monoposto del 2024 che rappresenterà un taglio netto con il passato: il progetto della 676 è partito da un foglio bianco e porterà a una macchina più estrema rispetto alla deludente rossa che sta correndo.

Enrico Cardile, Head of Chassis, Ferrari, alla conferenza stampa dei team principal

Per la prima volta Enrico Cardile ha partecipato alla conferenza stampa FIA riservata ai direttori tecnici. Una presenza significativa, quella dell’ormai ex responsabile dell’area telaio della Ferrari, promosso di fatto alla direzione tecnica della Scuderia.

Il quarantottenne ingegnere aretino ha fatto il punto sugli sviluppi ancora in cantiere che saranno portati in pista sulla SF-23 ed il lavoro, ormai a pieno ritmo, che procede sul progetto 676, ovvero la monoposto 2024.

Sulla base dei riscontri emersi nelle prime dodici gare stagionali, in quali aree ritieni che ci sia più lavoro da fare?
“Il nostro principale punto debole riguarda le caratteristiche aerodinamiche della vettura. È un aspetto emersi sin da test pre-campionato completati in Bahrain (alla vigilia della prima gara stagionale) è stato abbastanza chiaro che non eravamo al livello che ci aspettavamo, e la debolezza arrivava da quell’area. Da quel momento tutti gli sforzi sono stati rivolti al migliorare le caratteristiche aerodinamiche della vettura”.

Come è stato finora il percorso di correzione di questi problemi e qual è stato il contributo dei piloti?
“Siamo stati fortunati perché i commenti di Carlos e Charles sono stati sempre allineati con i dati che arrivavano dalla pista e con quelli del simulatore, quindi abbiamo potuto verificare le nostre criticità. Abbiamo fatto un po' di progressi con il procedere dello sviluppo della monoposto riuscendo a migliorarne alcune caratteristiche, ma il ritmo con cui stiamo sviluppando la vettura ovviamente non è soddisfacente, perché siamo ancora lontani dalle due Red Bull”.

Ferrari SF-23: i sensori per la raccolta dei dati usati ieri

Ferrari SF-23: i sensori per la raccolta dei dati usati ieri

Photo by: Giorgio Piola

Continuerete a sviluppare la SF-23 o il focus a Maranello è già sul progetto 2024?
“Quest’anno per noi è stato cruciale, ci siamo davvero impegnati molto per capire con precisione da dove provenissero i punti deboli della monoposto e su come fare un lavoro migliore. Abbiamo continuato a sviluppare e porteremo alcuni aggiornamenti nelle prossime gare, ma ormai in galleria del vento siamo completamente concentrati sulla vettura del prossimo anno”.

In merito alla monoposto 2024 Fred Vasseur ha dichiarato martedì in una conferenza stampa che sarà una vettura molto diversa rispetto all’attuale. Cosa puoi dirci a riguardo?
“Non molto, ma sarà molto diversa perché sviluppando la SF-23 ci siamo resi conto che alcune scelte in merito all’architettura del progetto non erano corrette ed hanno rappresentato un limite per lo sviluppo".

"Da questo punto di vista l'auto del prossimo anno non sarà un'evoluzione SF-23, vettura che ha seguito le linee guida della monoposto 2022. Stiamo realizzando una monoposto completamente nuova, con un telaio ed un design diverso, il retrotreno sarà inedito per consentire al nostro reparto aerodinamico di sviluppare meglio il progetto”.

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Charles Leclerc, Ferrari SF-23

Photo by: Dom Romney / Motorsport Images

Hai menzionato il ritmo di sviluppo della Ferrari. Dai bollettini tecnici che la FIA diffonde in ogni weekend di gara emerge che avete portato in pista una quindicina di aggiornamenti prima della pausa estiva, contro i circa 25 di Red Bull e Aston Martin. Perché la Ferrari ha deliberato un minor numero di upgrade rispetto ad altre squadre?
“Non so come vengano calcolati il numero di aggiornamenti e, personalmente, non ho contato le novità portate in pista dai nostri avversari. Nel corso di questa stagione abbiamo introdotto diverse novità: un fondo completamente nuovo a Miami, un aggiornamento molto importante in Spagna e un altro fondo a Silverstone. Credo che abbiamo spinto molto di più rispetto alle stagioni precedenti”.

Carlos Sainz ha sottolineato che la macchina non si è confermata eccezionale all'inizio della stagione e per quanto sia stato fatto un notevole lavoro, sembra che tuttora non abbia permesso di capire alla vigilia dei fine settimana se vi aspetta un buon weekend o meno. C’è qualcosa che ancora vi sfugge di questa monoposto?
“Per noi è chiarissimo cosa abbiamo fatto di sbagliato con la macchina e quali siano i suoi punti deboli. Ora gli sforzi sono indirizzati a capire come far fronte agli obiettivi che ci siamo prefissati, sappiamo cosa dobbiamo fare".

"In merito alla vettura che stiamo utilizzando credo che in termini di comportamento nell’ambito del fine settimana di gara sia in realtà coerente, ma a volte ci sono dei cambiamenti a seconda del tipo di layout della pista. In Ungheria abbiamo avuto delle difficoltà, in Belgio la performance è tornata, ma nell’ambito del weekend la macchina è coerente e possiamo lavorarci sopra. Qui a Zandvoort in FP1 ci siamo dedicati a test specifici, mirati a mettere a punto al meglio il nostro set di strumenti al fine di poter gestire i dati che ci servono per la vettura l’anno prossimo. Diciamo che ‘virtualmente’ non sono d’accordo con Carlos".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Chi è Liam Lawson? Conosciamo meglio il sostituto di Ricciardo
Prossimo Articolo F1 | Dati: Red Bull riferimento, Ferrari in affanno sugli assetti

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia