Vettel: "Il terzo posto era il massimo per noi oggi"

condivisioni
commenti
Vettel:
Di: Matteo Nugnes
25 lug 2015, 15:45

Il ferrarista ha sfiorato la prima fila e spera in una gara con delle sorprese domani a Budapest

Terzo posto Sebastian Vettel, Ferrari
Terzo posto Sebastian Vettel, Scuderia Ferrari
Sebastian Vettel, Ferrari SF15-T
Secondo posto Nico Rosberg, poleman Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 e terzo posto Sebastian Vettel,

Per come era iniziato il fine settimana di Budapest, tra grandi difficoltà, il terzo posto in qualifica deve essere accolto davvero come un ottimo risultato da Sebastian Vettel. Il pilota della Ferrari ha battuto la concorrenza della Red Bull di Daniel Ricciardo, ma è addirittura arrivato vicino a sfiorare la prima fila, chiudendo a poco più di un decimo dalla Mercedes di Nico Rosberg, con tanto di tempo strepitoso nel secondo settore.

Una volta arrivato in conferenza stampa, dunque, non ha potuto nascondere la sua soddisfazione: "Ieri è stata una giornata difficile, con alcuni problemi che ci hanno rallentato e non siamo riusciti a girare abbastanza, ma sono contento perché oggi siamo riusciti a trovare la direzione giusta. Nel terzo turno di prove libere abbiamo cercato di lavorare con calma, con l'intento di andare a costruire un buon ritmo. Siamo riusciti a migliorare costantemente in vista della qualifica e credo che il terzo posto fosse il massimo che potevamo fare e dobbiamo essere soddisfatti, soprattutto se pensiamo al difficile inizio di weekend che abbiamo vissuto".

Per domani Seb spera magari in qualche bella sorpresa, ma sa che non sarà una gara facile: "Ora speriamo in una bella gara e chissà... Su questa pista succedono spesso cose strane alla domenica. Magari riusciremo a fare qualcosa anche per battagliare con le Mercedes, anche se mi aspetto una lotta serrata soprattutto con le Red Bull e le Williams che ci seguono".

Prossimo articolo Formula 1
Emergono nuovi dati sull'incidente di Jules Bianchi

Articolo precedente

Emergono nuovi dati sull'incidente di Jules Bianchi

Prossimo Articolo

Ma per favore non chiamiamola partenza manuale!

Ma per favore non chiamiamola partenza manuale!
Carica commenti