Budapest, Q2: problemi per Alonso e bandiera rossa

condivisioni
commenti
Budapest, Q2: problemi per Alonso e bandiera rossa
Di: Matteo Nugnes
25 lug 2015, 14:45

Fernando spinge la McLaren ai box, ma non basta. Hamilton rifila mezzo secondo a Rosberg, con Vettel terzo

Fernando Alonso, McLaren MP4-30
Fernando Alonso, McLaren Honda
Fernando Alonso, McLaren Honda

Fernando Alonso ha dovuto rimandare ancora l'appuntamento con la Q3 anche a Budapest. Nella Q2 infatti il pilota spagnolo non è riuscito a completare neppure un giro lanciato prima che la sua McLaren-Honda lo lasciasse a piedi proprio in prossimità dell'ingresso dei box.

Con l'esposizione della bandiera rossa l'ex ferrarista ha regalato immagini dal sapore storico, provando a spingere la sua MP4-30 fino al box. Peccato che non sia servito a nulla, perché i tecnici della squadra di Woking non sono riusciti a rimandarlo in pista, quindi domani scatterà 15esimo.

Una volta riprese le ostilità, a far segnare il miglior tempo è stato Lewis Hamilton in 1'22"285, staccando di ben mezzo secondo la Mercedes gemella di Nico Rosberg. Ancora terza la Ferrari di Sebastian Vettel, con quella di Kimi Raikkonen quinta e tra di loro una Red Bull, stavolta con Daniel Ricciardo.

Per quanto riguarda gli esclusi, oltre ad Alonso salutano la concorrenza le due Force India di Nico Hulkenberg e Sergio Perez (11esimo e 13esimo), ma anche la Toro Rosso di Carlos Sainz Jr (12esimo) e la Lotus di Pastor Maldonado (14esimo).

Prossimo articolo Formula 1
Budapest, Q1: anche le Mercedes subito con le soft

Articolo precedente

Budapest, Q1: anche le Mercedes subito con le soft

Prossimo Articolo

Nona pole in 10 Gp per Lewis Hamilton a Budapest

Nona pole in 10 Gp per Lewis Hamilton a Budapest
Carica commenti