F1, Budapest, Libere 3: Hamilton davanti, cresce la Ferrari

La Mercedes si conferma più veloce nella terza sessione di prove libere del GP d'Ungheria, ma Verstappen si avvicina a Lewis con la Red Bull e limita il distacco dall'inglese a soli 88 millesimi. Terzo è Bottas con l'altra freccia nera, mentre sorprendono le Ferrari che sono quarta e quinta con Sainz e Leclerc. La squadra del Cavallino sembra aver superato i problemi di ieri e si propone davanti alle McLaren. Incidente di Schumacher che causa la bandiera rossa.

F1, Budapest, Libere 3: Hamilton davanti, cresce la Ferrari

La pioggia notturna non ha abbassato troppo le temperature nella conca dell'Hungaroring, ma la terza sessione di prove libere ha dato verdetti più realistici rispetto a ieri pomeriggio, con Max Verstappen più vicino alla Mercedes di Lewis Hamilton che si è confermato il più veloce con la Mercedes dotata di gomme soft. Il sette volte campione del mondo a fine sessione è arrivato a 1'16"826 scavalcando per 88 millesimi la Red Bull dell'olandese.

La freccia nera, particolarmente a suo agio nel caldo, si conferma davanti (ieri il più rapido era stato Valtteri Bottas), ma Verstappen si è avvicinato molto scaricando la RB16B che ieri accusava un forte sottosterzo in curva. Max ha trovato un giro buono per scavalcare il secondo pilota di Brackley, ma il finlandese non è lontano. La partita per la pole position è racchiusa fra questi tre piloti, visto che Sergio Perez continua a deludere nel giro secco lasciando un secondo ai primi due, collocandosi solo in settima piazza. L'involuzione del messicano è evidente con il passare dei GP.

Chi ha dato un'altra impronta al weekend è la Ferrari che ieri ha sofferto i colpi di calore: i tecnici del Cavallino hanno lavorato duramente sul set-up delle Rosse e hanno ritrovato un buon equilibrio della SF21 che ha permesso a Carlos Sainz, dotato del fresco motore 3 montato nella notte, di arrampicarsi di nuovo in quarta piazza, ripetendo quanto si era visto venerdì mattina.

Ieri pomeriggio la squadra di Maranello ha lavorato con un'ala troppo scarica che faceva scivolare la vettura, gravata anche da una maggiore quantità di benzina. L'ottimismo palesato da Charles Leclerc nelle dichiarazioni di ieri ha trovato la conferma nei fatti oggi: il monegasco è quinto a 23 millesimi dallo spagnolo e il distacco è sceso a sei decimi, mentre ieri era il doppio. L'incubo Hungaroring sembra scongiurato.

Le due Rosse sono davanti alla McLaren di Lando Norris staccata di tre decimi. L'inglese è sesto, mentre Daniel Ricciardo è ottavo: fra i due si è infilato il deludente Sergio Perez. La top 10 è completata da Fernando Alonso nono con l'Alpine e Lance Stroll decimo con l'Aston Martin.

Pierre Gasly ha rovinato il giro buono per l'impedimento alla penultima curva causato dall'Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi che non è stato avvertito dal suo ingegnere dall'arrivo del francese lanciato mentre era quasi fermo in piena traiettoria.

L'italiano è stato autore anche di un'uscita dai box pericolosa: con l'ala anteriore ha sfiorato l'Aston Martin di Lance Stroll. In questo caso è stato il capo meccanico a farlo partire senza guardare la corsia box. Antonio rischia una penalizzazione. Non rischia di peggiorare troppo la sua posizione visto che è solo 18esimo nella lista dei tempi, mentre Kimi Raikkonen è stato più brillante con una 15esima piazza.

Esteban Ocon, molto brillante ieri, è stato ridimensionato con l'Alpine: il francese è 12esimo davanti a Sebastian Vettel (Aston Martin) e Yuki Tsunoda (AlphaTauri). Le due Williams sono molto vicine con George Russell 17esimo davanti a Nicholas Latifi.

Mick Schumacher ha commesso un brutto errore alla curva 11 dopo aver conquistato il 17esimo tempo: il tedesco aveva già avuto una indecisione nelle curve precedenti e poi ha perso la Haas andando a sbattere violentemente contro le barriere sul lato sinistro della pista.

La direzione gara ha esposto la bandiera rossa che ha interrotto la sessione a poco più di un quarto d'ora dalla bandiera a scacchi. Sarà da vedere se il team diretto da Gunther Steiner riuscirà a riparare la VF-21 in tempo per la conclusione della Q1 dal momento che nel crash potrebbe aver danneggiato la trasmissione ed è stata divelta la sospensione anteriore sinistra e piegata quella posteriore. Il figlio di Schumi ha concluso 19esimo, rifilando mezzo secondo a Nikita Mazepin: la differenza si vede, ma sta costando cara alla squadra americana...

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 20 1'16.826     205.289
2 Netherlands Max Verstappen Red Bull 13 1'16.914 0.088 0.088 205.054
3 Finland Valtteri Bottas Mercedes 15 1'17.055 0.229 0.141 204.679
4 Spain Carlos Sainz Jr. Ferrari 20 1'17.497 0.671 0.442 203.512
5 Monaco Charles Leclerc Ferrari 16 1'17.520 0.694 0.023 203.452
6 United Kingdom Lando Norris McLaren 12 1'17.772 0.946 0.252 202.792
7 Mexico Sergio Perez Red Bull 12 1'17.917 1.091 0.145 202.415
8 Australia Daniel Ricciardo McLaren 15 1'17.942 1.116 0.025 202.350
9 Spain Fernando Alonso Alpine 15 1'17.992 1.166 0.050 202.220
10 Canada Lance Stroll Aston Martin 16 1'18.050 1.224 0.058 202.070
11 France Pierre Gasly AlphaTauri 17 1'18.115 1.289 0.065 201.902
12 France Esteban Ocon Alpine 15 1'18.174 1.348 0.059 201.749
13 Germany Sebastian Vettel Aston Martin 15 1'18.235 1.409 0.061 201.592
14 Japan Yuki Tsunoda AlphaTauri 25 1'18.461 1.635 0.226 201.011
15 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 21 1'18.683 1.857 0.222 200.444
16 United Kingdom George Russell Williams 14 1'18.794 1.968 0.111 200.162
17 Canada Nicholas Latifi Williams 15 1'18.821 1.995 0.027 200.093
18 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 14 1'19.113 2.287 0.292 199.355
19 Germany Mick Schumacher Haas 15 1'19.406 2.580 0.293 198.619
20 Russian Federation Nikita Mazepin Haas 16 1'19.933 3.107 0.527 197.310
condivisioni
commenti
Alpine: ala posteriore carica con dei rinforzi alla paratia laterale

Articolo precedente

Alpine: ala posteriore carica con dei rinforzi alla paratia laterale

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Qualifiche

LIVE Formula 1, Gran Premio di Ungheria: Qualifiche
Carica commenti
Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi " Prime

Piola: "Mercedes vuole fare la differenza a Sochi "

Andiamo ad analizzare le soluzioni tecniche che hanno esordito nel venerdì di Prove Libere del Gran Premio di Russia, commentandole in maniera dettagliata in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata" Prime

Bobbi: "Bottas più efficace di Lewis in frenata"

Andiamo ad analizzare il venerdì di prove libere del Gran Premio di Russia di Formula 1 in compagnia di Matteo Bobbi e Marco Congiu in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. In quella che è da sempre un feudo Mercedes, Valtteri Bottas brilla conquistando il miglior crono in entrambe le sessioni

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021