Brown: "Saremo il miglior team cliente della Mercedes"

Il CEO di McLaren Racing spiega quanto sia stato importante adottare il budget cap in F1: "Anche noi abbbiamo fatto dei piccoli tagli perché superavamo il limite, ma ci potremo avvicinare ai top team anche se la Mercedes resterà al vertice. Contiamo di confermarci terza forza, potendo garantire alla squadra le massime risorse finanziarie consentite dal regolamento". Le Mans? "Ci andremo quando riusciremo ad autofinanziarci"

Brown: "Saremo il miglior team cliente della Mercedes"
Carica lettore audio

Durante la primavera dello scorso anno, periodo trascorso dalla Formula 1 con grandi dubbi sul futuro a breve, medio e lungo termine, Zak Brown fu il primo sostenitore del budget cap come via indispensabile da imboccare per garantire la sopravvivenza di tutte le squadre presenti nel paddock.

Una presa di posizione forte, determinata anche da un periodo finanziario molto difficile attraversato dal gruppo McLaren.

Dieci mesi dopo il badget cap è parte del regolamento sportivo Formula 1, e il coro di consensi aumenta progressivamente di decibel con l’avvicinarsi alla seconda metà della griglia di partenza.

Per i top team (Mercedes, Ferrari e Red Bull) i nuovi limiti finanziari sono un grattacapo, poiché parliamo di realtà che hanno vissuto per molti anni al di sopra delle soglie massime imposte oggi, ma al di fuori della top-3 gli animi sono decisamente più sereni.

“L’aspetto più importante – ha sottolineato Brown alla presentazione della McLaren che sarà in pista nel Mondiale 2021 – è che oggi posso garantire ad Andrea (Seidl, team principal) e James (Key, direttore tecnico) le massime risorse finanziarie consentite dal regolamento, quindi possiamo guardare al futuro con serenità, sapendo che non ci sarà più una differenza proibitiva in termini di opportunità nei confronti dei team che ci precedono".

"Quella del budget cap è ancora una strada lunga, ma già oggi possiamo toccare con mano una realtà ben diversa rispetto allo scorso anno, quando di limiti non ce n’erano”.

“Abbiamo dovuto anche noi fare dei correttivi – ha rivelato Brown – perché eravamo arrivati a spendere un po' di più della cifra che oggi non si può superare, ma si è trattato di qualche piccolo taglio".

"Nel nostro caso si è trattato di valutare dove e come spendere le risorse a disposizione. Credo che, come tutti, impareremo anno dopo anno come ottimizzare le possibilità a disposizione nel modo più efficiente possibile”.

Obiettivi realistici: Mercedes riferimento

Se il Mondiale 2021 fosse pronto a scattare senza la presenza di Mercedes e Red Bull, la vigilia di questa stagione sarebbe all’insegna del totale equilibrio, rendendo la vita difficile sul fronte dei pronostici.

A meno di un mese dai primi (ed unici) test pre-campionato, prevedere chi prevarrà tra McLaren, Renault, Aston Martin e Ferrari, è di fatto un esercizio impossibile.

“Questa zona dello schieramento è incredibilmente compatta – ha confermato Brown – per noi oggi l’obiettivo di andare a disturbare le prime due squadre è impossibile, ma proveremo a ridurre il divario che ci separa dalla Mercedes, che pensiamo si confermerà come la squadra da battere anche nel 2021".

"Rispetto alla scorsa stagione i regolamenti non sono cambiati poi così tanto, e credo che il margine con i nostri avversari diretti si confermerà molto, molto sottile. Il primo nostro obiettivo sarà quello di conservare i valori in campo del 2020”.

L’accordo con la Mercedes per la fornitura dei motori ha portato a quattro il numero delle squadre in pista spinte dalla power unit campione del Mondo.

Ci sarà un derby tra i motorizzati Mercedes?
“Non vogliamo limitarci al confronto con chi ha la nostra stessa power unit – ha spiegato Brown – sarebbe limitativo. Ovviamente vogliamo provare ad essere il miglior team clienti per la Mercedes”.

Per ora priorità alla Formula 1, ma…

Al McLaren Technology Center di Woking negli ultimi due anni si sono susseguiti progetti di partecipazione ad altri campionati alternativi alla Formula 1. Impegni da affiancare alla massima formula, sia per riportare alla luce una tradizione vincente che ha visto protagonista la squadra inglese ai suoi albori, che per provare a promuovere l’immagine di un marchio che realizza vetture stradali. C’è tanta carne al fuoco, ma al momento le priorità sono chiare.

“In questo momento continuiamo a concentrarci sulla Formula 1 – ha confermato Brown – che resta il programma racing più importante nel mondo della McLaren. Abbiamo aggiunto il progetto IndyCar e ne siamo contenti, perché eravamo e siamo interessati ad avere una presenza importante sul mercato nordamericano aiutando i nostri partner, e su questo fronte c’è stata una sinergia importante che è andata a beneficio anche del progetto Formula 1".

"Il WEC e Le Mans, ci interessano, ma il progetto partirà al momento giusto, con le risorse giuste e, soprattutto, quando sarà in grado di autofinanziarsi. L’opportunità potrebbe arrivare anche in tempi non necessariamente lunghi, ma al momento vogliamo assicurarci di continuare ad investire tutto ciò che abbiamo nel nostro team di Formula 1 prima di intraprendere altri progetti”.

condivisioni
commenti
Verstappen può liberarsi se Hamilton smette, ma c'è Russell...
Articolo precedente

Verstappen può liberarsi se Hamilton smette, ma c'è Russell...

Prossimo Articolo

McLaren MCL35M: scelte coraggiose col V6 Mercedes

McLaren MCL35M: scelte coraggiose col V6 Mercedes
Carica commenti
Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1 Prime

Video | Bandiere: quali sono e come funzionano in F1

Le bandiere in Formula 1 hanno molteplici significati: saperle riconoscere ad un primo sguardo è un requisito fondamentale per ogni pilota degno di questo nome. E voi, sicuri di conoscerle tutte? Scopriamolo insieme in questo nostro video

Formula 1
23 gen 2022
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Formula 1
21 gen 2022
Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022