Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"
Carica lettore audio

Il tracciato di Austin, già tra i più completi e tecnici del mondiale 2021 di Formula 1, rischia di trasformarsi in un banco di prova ancor più duro rispetto a quanto preventivato sulla carta. La presenza di molteplici sconnessioni dell'asfalto aumenta il coefficiente di rischio di diversi fattori, con le sospensioni già messe a dura prova ed il fondo delle monoposto che spesso e volentieri andrà a toccare violentemente contro il suolo.

Leggi anche:

Su tutti, però, non va sottovalutato un aspetto essenziale: la presenza dei bump in traiettoria. Le vetture che soffrono meno gli effetti delle "buche" - ovvero quelle dall'assetto rake meno estremo - si sono ben comportate fin da subito, Mercedes su tutte. Chi, al contrario, fa del rake la specialità della casa - come la Red Bull - ha sofferto questa situazione, nonostante nelle PL2 Sergio Perez abbia conquistato il miglior tempo di sessione, anche per via dell'annullamento del crono di Hamilton, decisione figlia del superamento dei limiti della pista da parte dell'inglese.

 
condivisioni
commenti
F1 | Hamilton non teme guai d'affidabilità: "Ho un V6 nuovo..."
Articolo precedente

F1 | Hamilton non teme guai d'affidabilità: "Ho un V6 nuovo..."

Prossimo Articolo

Fotogallery F1 | le libere del GP degli Stati Uniti

Fotogallery F1 | le libere del GP degli Stati Uniti