Binotto: "Conclusione deludente, salutiamo Sebastian"

La Ferrari ha concluso la stagione 2020 al sesto posto nel mondiale Costruttori dopo un'ultima gara ad Abu Dhabi molto negativa con le Rosse che non sono riuscite a tenere il passo dell'Alfa Romeo di Raikkonen a parità di motore. Mattia Binotto, assente a Yas Marina, analizza la chiusura deludente: "Dobbiamo voltare pagina e pensare al futuro". Il reggiano riconosce il tributo delle armi a Vettel dopo sei anni di Maranello.

Binotto: "Conclusione deludente, salutiamo Sebastian"

Mattia Binotto non è andato ad Abu Dhabi, è tornato a casa dal Bahrain per un malessere che è coinciso con l’uscita dalla Ferrari dell’amministratore delegato, Louis Camilleri.

Per il Cavallino è stato un weekend molto difficile, in pista come fuori. Le SF1000 hanno concluso il GP di Abu Dhabi fuori dai punti con Charles Leclerc 13esimo e Sebastian Vettel 14esimo, alle spalle dell’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen a parità di motore.

La Rossa ha deluso una volta di più le aspettative su una pista storicamente ostica nella storia di Maranello, rivelando che la crescita mostrata in precedenza sia stata più labile di quanto si potesse pensare.

Il sesto posto nel mondiale Costruttori delinea qual è stata la picchiata della Ferrari nelle gerarchie della F1, con i piloti incapaci di difendersi dagli attacchi di chi arrivava alle loro spalle in rettilineo con il DRS aperto. Insomma abbiamo visto una Scuderia trafitta anche nelle battaglie di centro gruppo e ora sarà importante uscire da un’annata storta cambiando passo per il 2021…

“C’è poco da dire, purtroppo, sulla gara di domenica: la conclusione deludente di una stagione deludente – spiega il team principal - . Dobbiamo voltare pagina e pensare al futuro, senza dimenticare quello che abbiamo imparato in questi mesi molto duri e difficili. Dobbiamo risalire la china, lavorando senza sosta sulla vettura del prossimo anno per recuperare il deficit di prestazione che ci separa dai migliori”.

Mattia glissa sul 2020 preferendo riconoscere a Vettel il tributo per l’uscita dalla squadra del Cavallino dopo sei anni di assoluta fedeltà…
“Oggi è stato comunque un giorno speciale perché per l’ultima volta Sebastian ha corso per i nostri colori. È il terzo pilota della Ferrari più vincente nella nostra storia in Formula 1: solo Michael Schumacher e Niki Lauda hanno fatto meglio di lui. Basta questa statistica per definire quale sia l’impronta che ha dato nei suoi sei anni con noi”.

“Sebastian era arrivato a Maranello con tante speranze ed era stato accolto con molta attesa: ci lasciamo con molte gioie in archivio ma anche con qualche rimpianto per quello che poteva essere e non è stato. Un peccato, ma fa parte della vita, di quella di un pilota e di una squadra. Quello che è certo è che anche se dall’anno prossimo sarà un avversario in pista, lui resterà per sempre parte della famiglia Ferrari”.

condivisioni
commenti
Perez: "McLaren terza? Due piloti forti fanno la differenza"
Articolo precedente

Perez: "McLaren terza? Due piloti forti fanno la differenza"

Prossimo Articolo

Alonso sfrontato: "Il test di domani non sarà importante"

Alonso sfrontato: "Il test di domani non sarà importante"
Carica commenti
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

La top 10 delle Williams più famose della storia Prime

La top 10 delle Williams più famose della storia

Williams è una delle squadre più leggendarie della Formula 1, in cui ha una storia ricchissima. Come tributo a Sir Frank Williams, tristemente scomparso all’età di 79 anni, Motorsport ripercorre la storia del marchio attraverso le 10 monoposto più importanti.

Formula 1
29 nov 2021
Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi Prime

Pit Stop in F1: ecco come nascono le soste da 3 secondi

Il tempismo al limite delle capacità umane in cui i meccanici di Formula 1 riescono a completare un pit stop è uno degli aspetti più interessanti del circus iridato. Ecco come si arriva a tali risultati

Formula 1
29 nov 2021
La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1 Prime

La forza mentale che ha spinto Kubica al ritorno in F1

Una forza mentale incredibile. Questo è quello che appare ascoltando il racconto di Robert Kubica a Ben Anderson sulle sfide che ha dovuto affrontare per tornare al volante di una monoposto di F1.

Formula 1
28 nov 2021
Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1 Prime

Cosa sono e come nascono le strategie in Formula 1

Si fa presto a criticare una strategia stando comodamente sul proprio divano, lontano dallo stress di un muretto box in gara. Ecco come nascono e come vengono studiate le strategie di Formula 1, con parametri incredibili che non lasciano davvero nulla al caso

Formula 1
28 nov 2021
Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Verstappen, quante occasioni perse!

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare le occasioni perse di Max Verstappen nel combattutissimo duello contro Lewis Hamilton nel mondiale 2021. Forse, senza di quelle, avremmo già un campione del mondo?

Formula 1
27 nov 2021
Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse! Prime

Video F1 | Hamilton, quante occasioni perse!

Andiamo ad analizzare insieme le occasioni perse da Lewis Hamilton nel corso del mondiale 2021 di Formula 1. In questo video, riassumiamo gli errori dell'inglese durante l'anno e le occasioni nelle quali ha performato al di sotto delle sue potenzialità, ottenendo risultati che alla fine dell'ultimo GP potrebbero decretarne la sconfitta iridata

Formula 1
26 nov 2021
F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo" Prime

F1 | Ceccarelli: "Alonso si sente integro e vuole dimostrarlo"

In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano la figura del "giovanotto" Fernando Alonso, reo di aver conquistato un podio in Formula 1 dopo sette anni. Eppure, nonostante l'età, ha ancora tanta voglia di dimostrare il suo valore...

Formula 1
24 nov 2021