Ecclestone pronto ad imporre i V8 senza unanimità

Parlando con l'Independent Bernie ha detto: "Non piace alle squadre? Ci portino ad un arbitrato"

Da diversi mesi Bernie Ecclestone parla della sua voglia di riportare i motori V8 sulla scena della Formula 1, affiancandoli agli attuali V6 turbo ibridi, ma a sbarrargli la strada c'è sempre stata la necessità di ottenere l'approvazione unanime da parte delle squadre a questo cambiamento regolamentare.

A convincerlo che su questo fronte bisogna accelerare è stata la situazione in cui si sono ritrovate Red Bull e Toro Rosso, praticamente impossibilitate a trovare una power unit dopo la rottura con la Renault (anche se entrambe alla fine potrebbero fare "pace" con i francesi), in quanto la Mercedes e la Ferrari non vogliono stringere con loro un accordo di fornitura.

Secondo Mister E, dunque, è fondamentale che ci possano essere anche dei fornitori che non hanno interessi immediati nel Circus, come potrebbe essere ad esempio la Cosworth. Per questi però serve anche una tecnologia che non sia complicata e costosa come quella degli attuali ibridi.

Stando a quanto ha rivelato all'Independent, ora Bernie sembra addirittura pronto ad andare per la sua strada: "Non credo che dovremmo ottenere il consenso dei team, dovremmo farlo e basta, dicendogli: se non vi piace, portateci davanti ad un arbitrato. Possiamo riportare i V8 già dal prossimo anno e c'è chi li può costruire rapidamente, quindi dobbiamo farlo".

E poi ha aggiunto: "Se un domani la Ferrari volesse fornire solo una squadra e la Mercedes facesse la stessa cosa, nessuno avrebbe più motori. Questa è la situazione attuale. Per questo abbiamo bisogno di un fornitore di motori indipendente. È almeno un anno e mezzo che lo dico".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Commento