F1, Barcellona, Libere 2: Hamilton detta il passo

Le Mercedes stupiscono nel giro secco della seconda sessione di prove libere del GP di Spagna, ma la Red Bull impressiona nella simulazione di gara. Hamilton è il più veloce davanti a Bottas di un paio di decimi, mentre Verstappen è terzo a 0"8, ma l'olandese è competitivo nel passo gara. Bene Ricciardo quarto davanti a uno stupefacente Grosjean quinto con la Haas. La Ferrari è sesta con Leclerc e 12esima con Vettel.

F1, Barcellona, Libere 2: Hamilton detta il passo

L'atteso caldo soffocante è arrivato a Barcellona per la seconda sessione di prove libere del GP di Spagna per cui non deve sorprendere se Lewis Hamilton con le gomme Soft non è andato oltre 1'16"883, un tempo superiore di 59 millesimi rispetto a quello del mattino di Bottas. Con dieci gradi di asfalto in più (si sono visti 49 gradi) le Mercedes non hanno avuto problemi nel dettare legge nella simulazione da qualifica, con Valtteri Bottas relegato al secondo posto a 287 millesimi dall'esa-campione.

Le frecce nere non hanno problemi nel far valere la loro superiorità nel giro secco, mentre sembra ripetersi l'attitudine della Red Bull RB16 a sfruttare molto bene le gomme nel long run. E, allora, se Max Verstappen è terzo nella tabella dei tempi con 1'17"704 a otto decimi dalla vetta, stupisce l'eccellente comportamento dell'olandese nella simulazione di gara. La prestazione è tutta di Max, perché Alexander Albon è solo 13esimo con la seconda monoposto di Milton Keynes.

Al quarto posto, ma a poco più di un decimo da Verstappen è spuntato Daniel Ricciardo. L'australiano, in ombra questa mattina per un diverso lavoro finalizzato per la gara, ha tirato fuori il potenziale della Renault che ha limitato il distacco dalla W11 a meno di un secondo con 1'17"868 confermando la crescita della R.S.20 quando riesce a far funzionare le gomme nelle giusta finestra.

La sorpresa della giornata è certamente Romain Grosjean che si è arrampicato al quinto posto con la Haas: il francese è in palla dal primo turno con una VF-20 capace di mostrare un limite diverso da quello a cui ci ha abituati. Romain si è tolto il il gusto di stare davanti alla Ferrari di Charles Leclerc con la macchina clienti del Cavallino, mentre il compano di squadra, Kevin Magnussen continua a soffrire nella seconda parte del gruppo con un 16esimo posto che è in linea con il resto della stagione. Il transalpino, però, ha dovuto interrompere il suo long run a causa di un problema alla power unit 065/2.

Leclerc è sesto con 1'18"147 a 14 millesimi da Grosjean. La Ferrari mostra la sua attitudine a soffrire in qualifica, risultando solo la quinta forza nel giro secco, ma con l'ambizione di puntare alla terza in gara. Charles ha chiuso un buon giro, mentre non c'è riuscito Sebastian Vettel.

Il tedesco, sebbene sia staccato dal monegasco di poco più di un paio decimi, paga sei posizioni: domani in qualifica sarà determinante trovare un giro pulito e senza sbavature per mettere la Rossa nella posizione che merita. Seb sembra essersi ritrovato dopo la sostituzione del telaio.

Carlos Sainz è settimo con la McLaren a un decimo dal rientrante Sergio Perez con la Racing Point: la squadra di Silverstone non ha entusiasmato, visto che Lance Stroll è solo 11esimo, ridimensionando le ambizioni del padre del canadese.

Esteban Ocon si è portato nella top ten con la seconda Renault davanti a Pierre Gasly che continua a tenere alta la bandiera della AlphaTauri, con Daniil Kvyat, alle prese con problemi di assetto. relegato alla 15esima piazza.

Davanti al russo c'è Lando Norris con la McLaren. Le Alfa Romeo si sono tolte il gusto di lasciare le Williams in ultima fila e questa volta Kimi Raikkonen ha tirato fuori l'orgoglio per mettersi dietro Antonio Giovinazzi. I due sono separati nemmeno da un colpo di ciglia, vale a dire 64 millesimi di secondo.

Nicolas Latifi si è lasciato dietro George Russell nel derby Williams, anche se l'inglese ha saltato la prima sessione per consentire il debutto dell'isreìaeliano Roy Nissany.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 37 1'16.883     217.967
2 Finland Valtteri Bottas Mercedes 38 1'17.170 0.287 0.287 217.156
3 Netherlands Max Verstappen Red Bull 33 1'17.704 0.821 0.534 215.664
4 Australia Daniel Ricciardo Renault 34 1'17.868 0.985 0.164 215.210
5 France Romain Grosjean Haas 29 1'18.133 1.250 0.265 214.480
6 Monaco Charles Leclerc Ferrari 35 1'18.147 1.264 0.014 214.442
7 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 33 1'18.214 1.331 0.067 214.258
8 Mexico Sergio Perez Racing Point 39 1'18.293 1.410 0.079 214.042
9 France Esteban Ocon Renault 40 1'18.303 1.420 0.010 214.014
10 France Pierre Gasly AlphaTauri 40 1'18.312 1.429 0.009 213.990
11 Canada Lance Stroll Racing Point 39 1'18.357 1.474 0.045 213.867
12 Germany Sebastian Vettel Ferrari 36 1'18.404 1.521 0.047 213.739
13 Thailand Alexander Albon Red Bull 35 1'18.491 1.608 0.087 213.502
14 United Kingdom Lando Norris McLaren 38 1'18.506 1.623 0.015 213.461
15 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 39 1'18.642 1.759 0.136 213.092
16 Denmark Kevin Magnussen Haas 36 1'18.761 1.878 0.119 212.770
17 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 42 1'18.900 2.017 0.139 212.395
18 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 40 1'18.964 2.081 0.064 212.223
19 Canada Nicholas Latifi Williams 32 1'19.155 2.272 0.191 211.711
20 United Kingdom George Russell Williams 38 1'19.391 2.508 0.236 211.081

 

condivisioni
commenti
Abiteboul: "Racing Point dovrebbe aver perso tutti i punti!"

Articolo precedente

Abiteboul: "Racing Point dovrebbe aver perso tutti i punti!"

Prossimo Articolo

Verstappen sincero: "Avrei preferito gomme più morbide"

Verstappen sincero: "Avrei preferito gomme più morbide"
Carica commenti
AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità Prime

AlphaTauri: una squadra che si trova nel centro di gravità

Il team diretto da Franz Tost con il podio di Pierre Gasly a Baku si è portato al quinto postonella classifica del mondiale Costruttori. Anche l'esuberante Yuki Tsunoda, il talentuoso rookie giapponese, comincia a contribuire alla causa, dopo troppi errori. A Faenza assolvono al meglio il ruolo di junior team e, pur con alti e bassi, possono sfidare due marchi ufficiali come Aston Martin e Alpine disponendo di risorse molto inferiori.

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare Prime

F1: Il costo umano richiesto da un calendario di 23 gare

In questa stagione la Formula 1 sta cercando di rispettare il calendario previsto con 23 appuntamenti, ma l'espansione dei gran premi ha un costo umano che alla lunga non potrà più essere sostenibile.

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti" Prime

Simon: "I motori 2025 saranno V6 ibridi con bio carburanti"

Seconda intervista esclusiva in compagnia di Gilles Simon. In questa lunga chiaccerata in compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, l'ingegnere francese ci parla dei suoi trascorsi in Honda accompagnando il costruttore nipponico nei suoi primi anni in Formula 1 nell'era ibrida, per poi andare in FIA in qualità di advisor

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario Prime

F1 Stories: Ferrari e Francia, un fil rouge leggendario

Cos'hanno in comune la corsa più antica della storia automobilistica e la Scuderia più leggendaria di sempre? Un filo conduttore glorioso fatto di 17 vittorie. Andiamo a scoprire insieme alcune delle imprese memorabili compiute dalla Scuderia Ferrari al Gran Premio di Francia.

Formula 1
13 giu 2021
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Formula 1
12 giu 2021
Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021