F1, Barcellona, Libere 1: Mercedes rifila un secondo a tutti

Bottas è stato il più veloce nella prima sessione di prove libere del GP di Spagna: il finlandese ha tenuto dietro Hamilton per 39 millesimi, mentre Verstappen, terzo con la Red Bull, è quasi a un secondo. Le Ferrari non sono lontane dall'olandese con Leclerc, quarto, che precede Vettel di 11 millesimi di secondo con il nuovo telaio della SF1000. Debutta Nissany, pilota istraeliano, con la Williams al posto di Russell.

F1, Barcellona, Libere 1: Mercedes rifila un secondo a tutti

La Mercedes fa il vuoto nella prima sessione di prove libere del GP di Spagna. Valtteri Bottas è stato il più veloce con la W11 in 1'16"785 che è un tempo più veloce di 1"2 della sessione inizale dello scorso anno e 1" più lento della prima sessione dei test invernali (1'15"732) quando era fresco mentre questa mattina c'erano 29 gradi di aria e 42 gradi di asfalto.

Il finlandese, che ha colpito un uccello nel rettilineo opposto, ha preceduto di 39 millesimi il compagno di squadra Lewis Hamilton: un niente che evidenzia la netta supremazia delle W11 a Montmelò, visto che a parità di gomme il primo degli inseguitori è Max Verstappen con la Red Bull staccata di 939 millesimi.

La RB16 non sembra avere la "birra" necessaria per impensierire le frecce d'argento, visto che alle spalle sente l'alitare delle Ferrari che non sono lontane. Charles Leclerc è quarto con 1'17"970 a due decimi dall'olandese. Un inizio che non è male per la SF1000 anche se il gap dalle Mercedes è pesante: 1"1. La Rossa si colloca a essere terza forza perché anche Sebastian Vettel con il telaio nuovo si porta a 11 millesimi dal compagno di squadra, confermando una ritrovata forma dopo le deludenti gare di Silverstone.

Il tedesco sembra rinfrancato di essere arrivato a ridosso del compagno di squadra che, a inizio turno, si è esibito in prove aerodinamiche a velocità costante con un vistoso rasterello pieno di sensori montato dietro alle ruote posteriori. A Charles, pilota che resta, è affidato il lavoro di sviluppo.

Al quinto posto stupisce Romain Grosjean con una ritrovata Haas: il francese con 1'18"291 è arrivato a quattro decimi dalla SF1000 anche se paga un secondo e mezzo dalle imprendibili Mercedes, mentre Kevin Magnussen è nono con l'altra VF-20.

Soltanto settimo è Sergio Perez al rientro in F1 dopo aver saltato le due gare di Silverstone per la positività al COVID-19 con la Racing Point, ma il messicano ha subito fatto meglio di Lance Stroll decimo. All'ottavo posto c'è Alexander Albon con la Red Bull: il confermato pilota anglo-thailandese non riesce a trovare il passo per avvicinare Verstappen e il distacco dall'arancione è imbarazzante, visto che arriva quasi al secondo.

Carlos Sainz è 11esimo con la migliore McLaren: anche lo spagnolo beneficia di una nuova scocca dopo i surriscaldamenti che lo hanno condizionato in Inghilterra. L'iberico ha messo solo a 11 millesimi Lando Norris, ma in mezzo alle due MCL35 si è infilato Esteban Ocon con la migliore Renault 12esima.

Daniel Ricciardo anche al Montmelò non ha cercato la prestazione lavorando per la gara: non deve sorprendere se è solo 18esimo: lo vedremo più avanti nel pomeriggio. Pierre Gasly è 14esimo con l'AlphaTauri, tre posizioni meglio di Daniil Kvyat.

Antonio Giovinazzi si è confermato davanti a Kimi Raikkonen con l'Alfa Romeo di 76 millesimi, ma la C39 è stata davanti alle due Williams. La squadra di Grove non ha schierato George Russell per far debuttare Roy Nissany con la FW43: l'israeliano, a prescidenre da un testacoda nella prime fasi, ha bene impressionato nel confronto con il più esperto Nicolas Latifi, 19esimo.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Finland Valtteri Bottas Mercedes 33 1'16.785     218.245
2 United Kingdom Lewis Hamilton Mercedes 29 1'16.824 0.039 0.039 218.134
3 Netherlands Max Verstappen Red Bull 26 1'17.724 0.939 0.900 215.609
4 Monaco Charles Leclerc Ferrari 27 1'17.970 1.185 0.246 214.928
5 Germany Sebastian Vettel Ferrari 27 1'17.981 1.196 0.011 214.898
6 France Romain Grosjean Haas 29 1'18.291 1.506 0.310 214.047
7 Mexico Sergio Perez Racing Point 31 1'18.471 1.686 0.180 213.556
8 Thailand Alexander Albon Red Bull 27 1'18.606 1.821 0.135 213.189
9 Denmark Kevin Magnussen Haas 28 1'18.620 1.835 0.014 213.151
10 Canada Lance Stroll Racing Point 31 1'18.643 1.858 0.023 213.089
11 Spain Carlos Sainz Jr. McLaren 33 1'18.733 1.948 0.090 212.845
12 France Esteban Ocon Renault 31 1'18.736 1.951 0.003 212.837
13 United Kingdom Lando Norris McLaren 32 1'18.744 1.959 0.008 212.816
14 France Pierre Gasly AlphaTauri 26 1'18.888 2.103 0.144 212.427
15 Italy Antonio Giovinazzi Alfa Romeo 24 1'18.917 2.132 0.029 212.349
16 Finland Kimi Raikkonen Alfa Romeo 24 1'18.981 2.196 0.064 212.177
17 Russian Federation Daniil Kvyat AlphaTauri 21 1'19.145 2.360 0.164 211.737
18 Australia Daniel Ricciardo Renault 31 1'19.230 2.445 0.085 211.510
19 Canada Nicholas Latifi Williams 30 1'20.334 3.549 1.104 208.604
20 Israel Roy Nissany Williams 25 1'20.664 3.879 0.330 207.750
condivisioni
commenti
Scommessa Ricciardo-Abiteboul: tatuaggio uguale per un podio

Articolo precedente

Scommessa Ricciardo-Abiteboul: tatuaggio uguale per un podio

Prossimo Articolo

LIVE Formula 1, GP di Spagna: Libere 2

LIVE Formula 1, GP di Spagna: Libere 2
Carica commenti
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Formula 1
18 ott 2021
Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021