Sassi: "Tre aspetti interessanti per i motori ad Austin"

In Texas sono importanti il power effect, la gestione dell'energia e la gestione della pressione dell'olio

La Scuderia Ferrari si appresta ad affrontare la doppia trasferta nordamericana, di cui il Texas, per la precisione Austin, sarà la prima tappa. Lorenzo Sassi, Chief Designer Power Unit, ha descritto a ferrari.com gli aspetti più importanti della prossima gara dal punto di vista del propulsore.

"Il tracciato di Austin presenta tre aspetti interessanti: il primo è il cosiddetto power effect, cioè l’importanza della prestazione della power unit nel tempo sul giro. Effetto che su questa pista è molto alto. Il secondo aspetto riguarda la gestione dell’energia: nelle frenate, infatti, dobbiamo garantire un buon recupero energetico per sostenere la prestazione sui rettilinei. Ultimo, ma non meno importante, è il fatto che la pista presenti molti saliscendi che in alcuni tratti possono rendere critica la gestione della pressione dell’olio" ha detto Sassi.

Sui consumi attesi negli States, ha aggiunto: "Ci aspettiamo che il consumo di carburante sia meno critico che a Sochi, ma rimane comunque un parametro da monitorare, perché solo quando scenderemo in pista venerdì e sabato valuteremo la situazione reale".

Infine, un accenno anche ai gettoni che restano a disposizione del Cavallino: "Per quanto riguarda i gettoni di sviluppo, ne abbiamo ancora quattro da utilizzare: abbiamo tante idee su come spenderli, per incrementare la performance in questa stagione, ma anche con un occhio al 2016".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Kimi Raikkonen , Sebastian Vettel
Articolo di tipo Ultime notizie