Austin, Q2: Rosberg rimette davanti la Mercedes

Dietro al tedesco ci sono Hamilton e Ricciardo. Peggiorano le condizioni e viene ritardata la Q3

C'è stato un peggioramento delle condizioni della pista nelle fasi conclusive della Q2 del Gp degli Stati Uniti, che di fatto ha congelato le posizioni negli ultimi tre-quattro minuti, con la pioggia che ha ricominciato a cadere più copiosa sul tracciato di Austin.

A svettare è stata questa volta la Mercedes di Nico Rosberg, che è riuscito a girare in 1'56"824, tempo più alto rispetto a quello di Daniel Ricciardo nella Q1, ma che è arrivato con gomme usate.

Il tedesco ha preceduto di poco la W06 Hybrid gemella di Lewis Hamilton, che ha chiuso attardata di poco più di un decimo nonostante un testacoda nella parte centrale della pista. In terza e quarta posizione ci sono le due Red Bull con nell'ordine Ricciardo e Daniil Kvyat, che però sono distanziate di oltre un secondo.

Quinto tempo per la Ferrari di Sebastian Vettel, mentre quella di Kimi Raikkonen si ritrova addirittura in ottava piazza. Va detto però che anche il finlandese si è reso protagonista di un mezzo testacoda nello stesso punto di Hamilton.

Per quanto riguarda gli eliminati, il bagnato non ha aiutato le McLaren-Honda a raggiungere la Q3, in quanto Fernando Alonso e Jenson Button sono rimasti fuori rispettivamente con l'11esimo ed il 14esimo tempo. Dietro allo spagnolo c'è la Williams di Valtteri Bottas, esclusa un po' a sorpresa insieme anche alle due Lotus di Romain Grosjean e Pastor Maldonado.

Intanto bisogna segnalare anche che l'inizio della Q3 è stato ritardato alle 10:05 locali, le 16:05 italiane, proprio per permettere un'ulteriore verifica delle condizioni della pista.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio degli Stati Uniti
Circuito Circuito delle Americhe
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg , Daniel Ricciardo
Articolo di tipo Qualifiche