F1 Austin, Libere 1: Hamilton fa il vuoto sul bagnato. Ferrari molto staccate

La Mercedes piazza due frecce d'argento in testa alla conclusione della prima sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti. Hamilton rifila 1"3 a Bottas e Verstappen ottimo terzo davanti a Ricciardo. Vettel con la Ferrari è a due secondi.

F1 Austin, Libere 1: Hamilton fa il vuoto sul bagnato. Ferrari molto staccate

Due Mercedes davanti a tutti nella prima sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti disputata sul bagnato. L'asfalto è andato gradualmente a migliorare per cui i piloti che avevano iniziato la sessione con le full wet sono poi passati alle intermedie: il pilota che è risultato più veloce è stato, manco a dirlo, Lewis Hamilton che spera di costruire un week end che lo porterà al quinto titolo mondiale.

L'inglese ha lasciato a 1"3 il compagno di squadra, Valtteri Bottas, che era stato particolarmente attivo quando le monoposto usavano le gomme blu, mentre è bastato un giro tirato del leader del mondiale (ha usato il motore con 0,8 di boost) per fare una grande differenza.

Il primo a inseguire le frecce d'argento è stato lo specialista dell'acqua Max Verstappen: l'olandese con la Red Bull ha centrato un buon 1'48"847 ad appena 41 millesimi di secondo dalla prestazione di Bottas, mentre Daniel Ricciardo ha pagato un distacco di quasi mezzo secondo con il compagno di squadra.

E le Ferrari? La Rossa non ha brillato sull'acqua, ma Sebastian Vettel quinto non ha voluto correre dei rischi con la SF71H in versione standard, mentre le novità sul fondo sono state usate solo da Kimi Raikkonen per delle prove comparative che sul bagnato non hanno dato grandi riscontri. Il tedesco ha lasciato quasi due secondi alla Mercedes di Hamilton girando solo nel finale in 1'49"326, dopo una serie di scartate e lunghi per evidenti problemi di trazione. Sebastian ha lasciato a mezzo secondo Raikkonen, mentre il primo degli altri è stato Carlos Sainz settimo con la Renault davanti a Romain Grosjean con la Haas.

Lo spagnolo con la R.S.18 ha accusato un distacco di mezzo secondo dal finlandese del Cavallino. Positiva la nona posizione di Charles Leclerc autore anche di un innocuo testacoda con la C37: il monegasco nel ripartire dalla via di fuga ha portato molta ghiaia in pista e la direzione gara ha deciso di esporre la bandiera rossa per pulire l'area che era scivolosa.

Il futuro ferrarista ha preceduto il compagno Ericsson migliorando nel finale e facendo uscire dalla top ten Fernando Alonso con la McLaren con Lando Norris 12esimo al posto di Stoffel Vandoorne. Si è preso un bello spavento Esteban Ocon che è arrivato lungo in pit lane alla postazione dei suoi meccamici che si sono scansati in tempo prima di essere investiti. Il francese non doveva essere in pista perché il turno era destinato a Nicholas Latifi, ma il canadese è stato sostituito all'ultimo momento e sarà di scesa nella FP1 in Messico.

La 13esima piazza è andata a Pierre Gasly che ha già montato sulla sua Toro Rosso un nuovo motore Honda per cui il francese sarà costretto a partire al via del GP di domenica in fondo alla griglia proprio come toccherà a Brandon Hartley che entrerà in scena nel pomeriggio visto che nel primo turno ha girato Sean Gelael al debutto in un GP quest'anno con la STR13: inutile dire che è risultato ultimo a 5"1 da Lewis Hamilton.

Sergio Perez è 14esimo con la Force India davanti a Sergey Sirotkin con la Williams e Kevin Magnussen con la seconda Haas. Male Hulkenberg con la Renault solo 18esimo: ha preceduto di un decimo Lance Stroll.

Cla # Pilota Chassis Motore Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 44 United Kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 6 1'47.502     184.617
2 77 Finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 7 1'48.806 1.304 1.304 182.405
3 33 Netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 9 1'48.847 1.345 0.041 182.336
4 3 Australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 9 1'49.326 1.824 0.479 181.537
5 5 Germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 18 1'49.489 1.987 0.163 181.267
6 7 Finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 20 1'49.928 2.426 0.439 180.543
7 55 Spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 8 1'50.665 3.163 0.737 179.341
8 8 France Romain Grosjean  Haas Ferrari 10 1'50.821 3.319 0.156 179.088
9 16 Monaco Charles Leclerc  Sauber Ferrari 14 1'50.961 3.459 0.140 178.862
10 9 Sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 14 1'51.016 3.514 0.055 178.774
11 14 Spain Fernando Alonso  McLaren Renault 9 1'51.036 3.534 0.020 178.742
12 47 United Kingdom Lando Norris  McLaren Renault 9 1'51.232 3.730 0.196 178.427
13 10 France Pierre Gasly  Toro Rosso Honda 19 1'51.234 3.732 0.002 178.423
14 11 Mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 18 1'51.459 3.957 0.225 178.063
15 35 Russian Federation Sergey Sirotkin  Williams Mercedes 14 1'51.589 4.087 0.130 177.856
16 20 Denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 15 1'51.614 4.112 0.025 177.816
17 31 France Esteban Ocon  Force India Mercedes 17 1'51.655 4.153 0.041 177.751
18 27 Germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 7 1'51.717 4.215 0.062 177.652
19 18 Canada Lance Stroll  Williams Mercedes 14 1'51.896 4.394 0.179 177.368
20 38 Indonesia Sean Gelael  Toro Rosso Honda 21 1'52.625 5.123 0.729 176.220
condivisioni
commenti
Williams: il sogno è di prendere anche Ocon. Fra le alternative c'è Kubica

Articolo precedente

Williams: il sogno è di prendere anche Ocon. Fra le alternative c'è Kubica

Prossimo Articolo

Vettel penalizzato di tre posizioni sulla griglia del GP degli Stati Uniti!

Vettel penalizzato di tre posizioni sulla griglia del GP degli Stati Uniti!
Carica commenti
Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna Prime

Ali Flessibili: la soluzione più "chiacchierata" della F1 odierna

Si sta facendo un gran parlare attorno alle ali flessibili in Formula 1. A partire dal GP di Francia, la situazione dovrebbe normalizzarsi, ma ecco cos'ha causato l'oggetto del contendere tra Mercedes e Red Bull

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21 Prime

Ferrari: scopriamo quali sono i due volti della SF21

La Scuderia è terza nel mondiale Costruttori con 92 punti davanti alla McLaren: la SF21 ha un potenziale nettamente superiore a quello della SF1000, ma la Rossa finora ha raccolto meno del potenziale mostrato in pista. Andiamo a capire perché c'è una differenza fra il giro secco e il passo gara, per capire come mai a due pole position conquistate in prova non abbia corrisposto almeno una vittoria.

Formula 1
11 giu 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p. 1) - It's a long way to the top

15esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 1).

Formula 1
10 giu 2021
Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo Prime

Perez: l'alfiere di re Max nella partita a scacchi per il titolo

Con la vittoria a Baku il messicano ha portato punti preziosi nel Costruttori ed ha dimostrato come in questa stagione, nella lotta tra Verstappen e Hamilton, le seconde guide dei due team di punta avranno un ruolo determinante.

Formula 1
10 giu 2021
GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes Prime

GP Baku: Perez trionfa nel week end nero Mercedes

Sergio Perz ha vinto in maniera rocambolesca il Gran Premio d'Azerbaijan, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Il messicano ha avuto la meglio di Vettel e Gasly, con Verstappen out a tre giri dal termine dopo aver ampiamente dominato la corsa

Formula 1
10 giu 2021
Bottas: il vero punto debole della Mercedes Prime

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Valtteri Bottas è il protagonista indiscusso di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il finlandese in Azerbaijan ha vissuto uno dei suoi fine settimana peggiori da quando è in Mercedes. Proviamo a capire ed analizzare quali fattori possono aver portato a ciò.

Formula 1
8 giu 2021
GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku Prime

GP d'Azerbaijan: caos, rimonte e sorprese a Baku

Il GP d'Azerbaijan di Formula 1 non è stato per nulla avaro di sorprese. A Baku abbiamo assistito ad una gara animata da ricchi colpi di scena, con cambi al vertice e situazioni insperate. Ecco com'è andata nella nostra esclusiva animazione grafica

Formula 1
7 giu 2021
Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare” Prime

Minardi: “Hamilton non si è voluto accontentare”

Andiamo ad analizzare il GP dell'Azerbaijan dando i voti ai piloti di Formula 1 insieme a Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
7 giu 2021