F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola
Topic

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Aston Martin: l'Halo senza soffiaggio nel diadema, ma con micro flap

La squadra di Silverstone ha portato dei piccoli aggiornamenti aerodinamici a Baku che sono stati montati solo sulla AMR21 di Lance Stroll: modifiche al supporto degli specchietti alla fiancata e all'Halo.

Aston Martin: l'Halo senza soffiaggio nel diadema, ma con micro flap

L’Aston Martin con il secondo posto conquistato da Sebastian Vettel a Baku ha colto il primo podio della sua storia, dando una scrollata importante alla classifica del mondiale Costruttori. Attualmente il marchio inglese è sesto con 37 punti, ma è solo a due lunghezze dall’AlphaTauri e precede l’Alpine di 12 lunghezze.

È lecito pensare che queste tre squadre si giocheranno il quinto posto finale e il team di Silverstone sta mostrando chiari segni di ripresa che coincidono con il risveglio del campione tedesco, finalmente a suo agio sulla AMR21, dopo un avvio piuttosto stentato a causa della mancanza di conoscenza della nuova vettura, sicuramente meno competitiva della Force India dalla quale la “verdona” deriva direttamente.

Nel GP dell’Azerbaijan la monoposto curata da Andy Green aveva delle piccole modifiche aerodinamiche che sono state affidate a Lance Stroll, dal momento che il pilota canadese era quello davanti nella classifica piloti dopo Monte Carlo.

Niente di trascendentale, ma il frutto del lavoro di sviluppo a livello di micro-aerodinamica: l’attenzione dei tecnici si è concentrata sull’Halo e sui supporti dello specchietto retrovisore.

Sopra l’Halo è scomparso il profilo a diadema che creava un soffiaggio sulla struttura di sicurezza, lasciando il posto a un piccolo deviatore di flusso per parte. Anche il supporto degli specchietti è cambiato sulla vettura di Stroll: non è cambiato tanto quello che si ancora al telaio, quanto quello che si attacca sopra alla bocca dei radiatori.

Sebastian Vettel aveva ancora la versione rettilinea, mentre il canadese disponeva di un supporto leggermente inclinato verso la coda e il retrovisore è stato montato in una posizione più angolata, segno che è cambiata anche la funzione aerodinamica dello specchietto.

condivisioni
commenti
Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Articolo precedente

Bottas: il vero punto debole della Mercedes

Prossimo Articolo

Ferrari: è Benedetto Vigna il nuovo Amministratore Delegato

Ferrari: è Benedetto Vigna il nuovo Amministratore Delegato
Carica commenti
Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci” Prime

Ceccarelli: “Un meccanico al pit stop arriva a 165 battiti cardiaci”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina con Motorsport.com. In questa puntata del Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci parlano della necessità di avere un ingegnere di pista capace di leggere, oltre ai numeri, anche le situazioni di gara e la psicologia del pilota

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1 Prime

Vinales e Ferrari: bocciature pesanti in MotoGP e F1

Il fine settimana tra MotoGP e Formula 1 non è certo stato clemente con Maverick Vinales e la Ferrari. Lo spagnolo è stato, senza mezzi termini, autore del suo fine settimana peggiore da quando veste i colori Yamaha: ultimo al via, ultimo all'arrivo. Non è andata meglio alla Ferrari che, dopo le prime libere al Paul Ricard, si è vista sfilare praticamente da tutto lo schieramento, chiudendo lontana dalla zona punti e trovandosi con un distacco pesante dalla McLaren nel campionato costruttori

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1 Prime

F1 Stories: Hesketh, l'antesignano del glamour in Formula 1

Il suo simbolo era un simpatico orsetto giallo, con tanto di casco. Rolls Royce, aerei privati, yacht, banchetti con aragoste e champagne: questo, e molto altro, era la Hesketh Racing. Ripercorriamo insieme la storia, e la prima vittoria, del team più stravagante e glamour della Formula 1.

Formula 1
22 giu 2021
La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica Prime

La "Waterloo" Ferrari in Francia nella nostra animazione grafica

In questa nostra consueta animazione grafica, mettiamo in luce gli aspetti chiave del Gran premio di Francia di Formula 1. Oltre ovviamente alla prepotente vittoria di Verstappen, va evidenziato come le due Ferrari di sainz e Leclerc, con il passar del tempo, sprofondavano sempre più in classifica

Formula 1
21 giu 2021
Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi” Prime

Minardi: “Salvo Hamilton, sprofondano i ferraristi”

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio di Francia di Formula 1 corso sul tracciato del Paul Ricard. Ovviamente, sempre in compagnia di Franco Nugnes e Gian Carlo Minardi

Formula 1
21 giu 2021
Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari" Prime

Bobbi: "Gomme in overheating il motivo del disastro Ferrari"

Andiamo ad analizzare insieme a Matteo Bobbi e Marco Congiu il Gran Premio di Francia di Formula 1 in questa nuova puntata del podcast Piloti Top Secret. Lewis Hamilton e Max Verstappen ci hanno regalato una gara intensa, dove a farla da protagonista è stata la gestione delle gomme. Chi ha pagato più di tutti sotto questo punto di vista è stata la Ferrari: ecco perché...

Formula 1
21 giu 2021
Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari" Prime

Chinchero: "La pista 'green' ha affossato le Ferrari"

In questa puntata podcast di Motorsport.com, Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano i fatti salienti del Gran Premio di Francia. Buon ascolto!

Formula 1
20 giu 2021
Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia Prime

Formula 1: La griglia di partenza del GP di Francia

Andiamo a scoprire la griglia di partenza del Gran Premio di Francia 2021: Max Verstappen parte dalla prima casella, precedendo le due Mercedes di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas.

Formula 1
20 giu 2021