Aston Martin: due gettoni spesi nella scocca "Mercedes"

La squadra di Silverstone, potendo copiare la sospensione posteriore della Mercedes W11 senza spendere i gettoni, ha deciso di aggiornare il telaio seguendo il filone di sviluppo che hanno seguito i tecnici di Brackley. La modifica della scocca riguarderà la parte posteriore per consentire un retrotreno con minore resistenza aerodinamica. Sarà un'altra copiatura che farà discutere?

Aston Martin: due gettoni spesi nella scocca "Mercedes"

Il team principal dell'Aston Martin, Otmar Szafnauer, ha rivelato che la monoposto che affronterà il Mondiale 2021 avrà una scocca modificata.

Gli ingegneri della squadra di Lawrence Stroll hanno deciso di utilizzare i due gettoni concessi dal regolamento 2021 per intervenire sul telaio della vettura, una delle opzioni a disposizione dei team.

L’appendice 4 del regolamento tecnico definisce tutte le aree congelate al via della stagione 2020, componenti che non possono subire modifiche fino al termine del campionato 2021.

La FIA ha previsto però un margine di intervento, con un sistema a gettoni regolamentato da una tabella che definisce il rapporto gettone/modifica. Nel caso della scocca esistono due sezioni (forward e behind) quindi un team può modificare o la parte anteriore o la posteriore (visto che ognuna costa i due gettoni a disposizione) delimitate da una linea posta tra il volante ed il bordo del telaio.

“Il lavoro fatto sulla monoposto 2021 è stato ovviamente diverso dal solito – ha spiegato Szafnauer – visto che il regolamento non permette di poter iniziare con un progetto completamente nuovo. Rispetto al 2020 la FIA ha inoltre apportato delle importanti modifiche aerodinamiche mirate a ridurre il carico aerodinamico, e questo ci ha indotto a ripensare il più possibile a qualcosa di diverso, anche se un progetto nato come low-rake non può essere cambiato nella sua idea di base".

"Avremo comunque molte componenti nuove, ed anche se la filosofia resterà la stessa, sarà possibile lavorare sullo sviluppo aerodinamico, e nel nostro caso, avremo anche la possibilità di utilizzare una scocca modificata”.

Szafnauer non ha specificato in quale area della scocca sono state apportate le modifiche, e sarà uno dei motivi di interesse al momento della presentazione della monoposto, anche se a noi risulta che la parte modificata è il posteriore.

L’Aston Martin potrà anche godere della possibilità di aggiornare tutte le ‘not-listed part’ (ovvero le componenti che si possono acquistare da un fornitore esterno) utilizzate dalla Mercedes nel 2020, un vantaggio a disposizione anche di Alpha Tauri (ma che non utilizzerà la nuova sospensione posteriore Red Bull) mentre la Haas ha già gli aggiornamenti Ferrari.

Nel caso della Aston Martin una delle aree che dovrebbe essere aggiornata, grazie a questa possibilità, è il retrotreno, poiché la Mercedes nel 2020 ha introdotto una nuova sospensione posteriore.

condivisioni
commenti
La storia di... Ayrton Senna

Articolo precedente

La storia di... Ayrton Senna

Prossimo Articolo

Mazepin dovrà correre con bandiera neutrale in F1

Mazepin dovrà correre con bandiera neutrale in F1
Carica commenti
Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia" Prime

Piola: "Mercedes pensa alla gara, Red Bull rischia"

Nuovo video di analisi tecnica di Motorsport.com. Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano quanto accaduto nel sabato di Austin, con una Red Bull che conquista una pole position e una grande occasione. C'è il rischio di ripetere un finale mondiale come Hill/Schumacher nel '94?

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Lewis e W12, inspiegabili difficoltà di guida"

Qualifiche strabilianti in quel di Austin, con Max Verstappen che conquista la dodicesima pole della carriera davanti a Lewis Hamilton. Terzo Perez, mentre Charles Leclerc, in virtù della penalità di Bottas, scatterà dalla quarta posizione. Orecchie basse in Mercedes, con una W12 brutta copia di quella vista al venerdì

Formula 1
23 ott 2021
Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Traiettoria ideale da sacrificare per i bump"

Il tema caldo del venerdì di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 è rappresentato dall'alto numero di bump e sconnessioni dell'asfalto texano. I piloti sono chiamati a far fronte a questi inconveniente, andando spesso e volentieri a sacrificare la traiettoria

Formula 1
22 ott 2021
F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull" Prime

F1 | Piola: "I dossi penalizzano l'assetto rake Red Bull"

Dal venerdì di Austin emerge una Red Bull apparsa in difficoltà: sul tracciato texano, l'assetto rake delle monoposto di Verstappen e Perez è un'arma a doppio taglio. Nella prima sessione, le due Red Bull hanno sofferto più di altre i bum e le sconnessioni dell'asfalto

Formula 1
22 ott 2021
Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull" Prime

Piola: "L'assenza di Newey si è fatta sentire in Red Bull"

In questo nuovo video di Motorport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola commentano la situazione dei team arrivati sul tracciato di Austin, pronti ad affrontare il weekend del Gran Premio degli Stati Uniti. La sfida tra Mercedes e Red Bull è sempre più accesa...

Formula 1
21 ott 2021
Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione” Prime

Ceccarelli: “Il risparmio mentale conta nella prestazione”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano dell'importanza dell'avere una mente allenata, capace di bruciare meno energie possibili al fine di massimizzare il risultato con il minimo sforzo. Situazione utile nella vita di tutti i giorni, ma che in pista può fare la differenza

Formula 1
20 ott 2021
F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario Prime

F1: l'enigma del denaro dietro le ultime scelte del calendario

Con l'ingresso di Liberty Media si è scelto di far entrare in calendario circuiti veri, ma la necessità di ottenere introiti può portare la Formula 1 su tracciati anonimi e costringere le squadre ad estenuanti triplette.

Formula 1
19 ott 2021
F1 Stories: 1982, un tris Made in USA Prime

F1 Stories: 1982, un tris Made in USA

Nell'atipico campionato del 1982, gli Stati Uniti ospitano sino a tre Gran Premi: a Long Beach, a Detroit e a Las Vegas. Andiamo a rivivere questo tris di gare, in cui una in particolare regalò una doppia prima volta...

Formula 1
19 ott 2021