Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Analisi
Formula 1 GP d'Australia

F1 | Aston Martin cerca il bilanciamento con la nuova ala davanti

La squadra di Silverstone è convinta che il potenziale della AMR24 sia più elevato di quello visto nelle prime due gare stagionali: la "verdona" si difende in qualifica e va in crisi nel passo gara a causa di un bilanciamento aerodinamico che non è stato ancora trovato. Le modifiche all'anteriore vanno proprio in questa direzione.

Dettaglio tecnico Aston Martin AMR24

F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Giorgio Piola è l’esperto di tecnica di Formula 1 che segue i Gran Premi dal 1964. Il giornalista italiano è considerato il più autorevole divulgatore dei segreti delle monoposto: i suoi disegni e le animazioni permettono di scoprire le novità introdotte dai team ai Gp.

L’Aston Martin è quinta nel mondiale Costruttori con 13 punti, ma la consapevolezza della squadra di Silverstone è che il pacchetto della AMR24 potrebbe ambire a qualcosa di più, ma la “verdona” sta soffrendo nel trovare il giusto bilanciamento aerodinamico: rispetto allo scorso anno, infatti, la vettura di Fernando Alonso e Lance Stroll sembra più consistente nel giro secco, mentre patisce di più i run durante la gara.

In Australia il direttore tecnico Dan Fallows, in attesa di un pacchetto più consistente di aggiornamenti, ha già portato un’ala anteriore che è stata rivista negli ultimi due flap proprio con l’intenzione di migliorare il bilanciamento e trovare una finestra di sfruttamento delle gomme è più ampia rispetto a quanto si è visto in Bahrain e a Jeddah.

Aston Martin AMR24: ecco l'ala anteriore utilizzata nei primi due GP 2024

Aston Martin AMR24: ecco l'ala anteriore utilizzata nei primi due GP 2024

Foto di: Giorgio Piola

Gli interventi non sono macroscopici, ma indicano chiaramente l’obiettivo di dare una maggiore consistenza all’anteriore: se il profilo principale e il primo flap che sostiene il muso sono rimasti invariati, si osservano dei cambiamenti nei due elementi superiori.

Il secondo flap, infatti, ha solo due supporti metallici che lo legano al primo, visto che quello centrale è stato tolto, magari per cambiare le deformazioni programmate al variare del carico, per quanto la FIA sia intervenuta per limitare le flessioni.

Aston Martin AMR24: ecco l'ala anteriore nuova portata a Melbourne

Aston Martin AMR24: ecco l'ala anteriore nuova portata a Melbourne

Foto di: Giorgio Piola

Il flap mobile è di nuovo disegno con una corda decisamente più corta, ma con un nolder più pronunciato che si nota lungo tutto il bordo d’uscita, mentre in precedenza la curvatura del Gurney flap era visibile solo nella porzione centrale, sopra alla scritta dello sponsor Aramco.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Susie Wolff ha presentato una denuncia penale contro la FIA
Prossimo Articolo F1 | Sainz: "Sto meglio, ma alzerò il braccio se non sarò ok"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia