Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP dell'Emilia Romagna

F1 | Aston Martin: AMR24 più difficili da guidare con le novità

Alonso e Stroll hanno trovato più difficili le AMR24 dopo l'introduzione degli ultimi aggiornamenti a Imola. I primi 4 team si stanno allontanando, mentre alle spalle si avvicina la Racing Bulls.

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24 nella ghiaia

Partita per provare a competere per la Top 4 del Mondiale Costruttori di Formula 1, Aston Martin si trova invece relegata al quinto posto con 44 punti, staccata di 35 punti dalla Mercedes, anche lei in difficoltà in quarta piazza.

Dietro di lei, però, i rivali non stanno a guardare. Racing Bulls, partita molto male, è protagonista di un recupero interessante nel corso delle ultime gare che l'hanno fatta salire al sesto posto a 20 punti, dunque a 24 punti dal team di Silverstone.

La squadra britannica si è presentata a Imola con aggiornamenti importanti, una serie di novità che fanno parte di uno sviluppo definito aggressivo da Dan Fallows, il direttore tecnico. L'ala anteriore a V sul flap mobile è una parte di questa.

Eppure il fine settimana di Aston Martin è risultati tutto meno che produttivo. Le AMR24 sono risultate difficili da guidare, soprattutto nelle mani di Fernando Alonso. Lance Stroll ha portato a casa 2 punti, ma anche lui ha sottolineato che quanto portato sino a ora non è abbastanza per competere con ciò che fanno i diretti rivali.

"A Imola, quando parti da dove siamo partiti noi, poi è tutto molto difficile", ha dichiarato Mike Krack, team principal di Aston Martin Racing. "Torniamo a casa con 2 punti presi, e credo sia tutto sommato un buon risultato. Questo mostra come la nostra vettura sia in grado di fare risultato".

Lance Stroll, Aston Martin AMR24

Lance Stroll, Aston Martin AMR24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

"Ma abbiamo anche visto che è difficile da guidare. Abbiamo avuto un paio di escursioni fuori pista nel corso del fine settimana. Il primo è quello che ha avuto un impatto maggiore sul nostro fine settimana, perché da quel momento siamo stati davvero in svantaggio".

"Siamo partiti dalla pit lane in gara perché volevamo imparare di più. Abbiamo così fatto una modifica alla monoposto per vedere di renderla più facile da guidare. Volevamo fare certamente meglio di quanto abbiamo fatto. Ma è stato tutto un compromesso legato a quanto accaduto in qualifica".

La situazione in cui si trova Aston Martin è difficile, ma preoccupa i vertici del team sino a un certo punto. Sembra infatti che il pacchetto di novità che arriveranno nelle prossime gare conferisca più fiducia, ma un conto sono dati, simulazioni e speranze, un altro è avere i riscontri sperati mostrati dalla pista.

"Non siamo soddisfatti della quantità di punti che abbiamo fatto a Imola, questo è chiaro. Ma anche altri stanno apportando miglioramenti alle rispettive monoposto, quindi è sempre un gioco relativo".

"Non dobbiamo sottovalutare questi aspetti. Credo che tutti i team abbiano una lista lunga di aggiornamenti, quindi questo dimostra quanto sia competitiva l'intera griglia. Dobbiamo continuare a spingere e a portare più novità", ha concluso Krack.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Racing Bulls: i problemi in partenza pesano sulle strategie
Prossimo Articolo Max riporta i piloti al centro della F1, McLaren lo fa con gli indipendenti

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia