Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
Formula 1 GP dell'Emilia Romagna

F1 | Aston: Alonso partirà dalla pit lane dopo un cambio di setup

Fernando Alonso prenderà il via del Gran Premio dell'Emilia-Romagna a Imola dal fondo dopo che il team ha apportato delle modifiche sul setup della sua monoposto. Lo spagnolo sarebbe comunque partito dal fondo, ma la decisione di cambiare assetto dà l'opportunità di sfruttare la gara come un test per imparare qualcosa in più sul nuovo pacchetto.

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24

Non è stato il weekend sperato per Fernando Alonso che, a seguito di una deludente qualifica conclusa con un ventesimo posto, oggi dovrà partire dalla pit lane dopo che Aston Martin ha scelto di apportare una modifica a livello meccanico sulla sua monoposto in periodo di parco chiuso.

Un sabato difficile da digerire su una pista che lo ha visto ottenere dei successi in passato, soprattutto perché in realtà lo spagnolo pensava di avere dalla sua il potenziale per superare la prima tagliola in qualifica. Alonso era in effetti tra i piloti a rischio, specie dopo quel largo nel primo settore in uscita dalla zona del Tamburello che gli aveva fatto abortire il secondo tentativo, tra l’altro dovendo tornare ai box per sostituire le gomme ormai sporche per l’uscita di pista.

Dopo il cambio degli pneumatici, l’asturiano è tornato in pista per il suo ultimo run, commettendo però un errore nel primo tentativo che lo ha spinto ancora una volta ad abortire il giro. A quel punto, Alonso stesso ha suggerito ai box l’idea di farsi dare la scia dal compagno di squadra Lance Stroll, in modo da avere un elemento in più per superare la tagliola.

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Tuttavia, al contrario, il team lo ha improvvisamente richiamato ai box sostenendo che non potesse fare un altro giro, per quanto sul cronometro in realtà vi fosse ancora del tempo a disposizione. Aston Martin non ha rivelato la natura del problema, se fosse qualcosa di tecnico o se, semplicemente, non avesse abbastanza carburante a bordo dato che, nel momento in cui è tornato ai box per cambiare pneumatici per l’ultima volta dopo il largo nella ghiaia, non ha effettuato un rifornimento. Come chiarito da Alonso, però, in teoria il team aveva imbarcato un buon quantitativo di benzina a inizio sessione.

“È stato proprio uno di quei giorni in cui tutto è andato storto. In FP3 chiaramente abbiamo avuto l’incidente, i meccanici hanno fatto un buon lavoro per preparare tutto per la Q1. Poi in Q1 c’è stata una combinazione negativa di cose, ad essere onesti. Abbiamo iniziato con il carburante per tutta la sessione, solo per darmi un po' di giri e di pratica. Ho fatto il tempo proprio all'inizio, quando la macchina era piena di carburante”, ha raccontato Alonso, che ha registrato il suo miglior crono nella prima parte della sessione, non riuscendo a completare un giro pulito quando la vettura era più scarica.

“Quando la macchina è diventata più leggera alla fine e abbiamo messo l'ultimo set di pneumatici, sono dovuto rientrare ai box per un problema sconosciuto. Mi hanno chiamato nel garage, ho chiesto più volte se dovesi rientrare, ma è andata così. Mi dispiace per i meccanici perché si meritavano un po' di più dopo il lavoro che hanno fatto. Ma sì, uno di quei giorni in cui tutto va nel modo sbagliato”.

Alla fine, però, questa situazione si è tramutata con un ventesimo posto sulla griglia di partenza, il che ha spinto Aston Martin ad apportare delle modifiche sulla sua monoposto in vista della corsa sul set-up, in particolare a livello meccanico, come confermato dal documento diffuso dalla FIA. Avendo apportato dei cambiamenti in periodo di Parc Fermé, Alonso sarà costretto a partire dalla pit lane, il che, almeno, potrebbe lasciarlo fuori dal caos delle prime curve.

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24

Fernando Alonso, Aston Martin AMR24

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

"Se partiamo dai box, ci sono anche dei vantaggi. Abbiamo visto anche l'incidente in F2 alla partenza. Dobbiamo evitare questo tipo di cose per la quantità di pezzi di scorta che abbiamo come team di Formula 1”, ha detto ieri Alonso proprio sulla possibilità di partire dalla pit lane, sottolineando quanto evitare incidenti possa rivelarsi importante anche in materia di budget cap, specie tenendo a mente che Aston Martin si è presentata a Imola con un nuovo pacchetto di cui non ha ancora molti pezzi di scorta. Infatti, bisogna pensare che il prossimo appuntamento sarà quello di Monaco, un altro tracciato cittadino dove un errore può essere costoso.

"Credo che sia il secondo circuito più difficile da superare, subito dopo Monaco. Singapore è più facile da sorpassare rispetto a Imola, quindi questo la dice lunga. Sarà una gara difficile, ma dovremmo essere in grado di imparare qualcosa anche sul pacchetto", ha aggiunto lo spagnolo, sottolineando come ora, a meno di eventi particolari, questa gara si trasformerà più in una sorta di test per comprendere di più sui nuovi aggiornamenti.

Il compagno di squadra Lance Stroll non è andato molto meglio dopo essersi qualificato al tredicesimo posto, indicando che il pacchetto Aston di Imola non sia sufficiente per tenere il passo delle squadre di centro gruppo.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | McLaren: niente strategie azzardate per attaccare Verstappen
Prossimo Articolo LIVE Formula 1 | Gran Premio dell'Emilia-Romagna, Gara

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia