Alonso: "La Renault è più competitiva di me!"

Lo spagnolo racconta il suo ritorno al volante di una monoposto di Formula 1: Fernando è stato impegnato oggi a Barcellona con la R.S.20 per il secondo filming day. Ha coperto i 100 km concessi dalla FIA per effettuare le riprese promozionali, ma si è fatto una chiara idea sul livello di competitività della monoposto e del lavoro che sarà chiamato a fare nei prossimi mesi per tornare perfettamente in forma specie nei muscoli del collo.

Alonso: "La Renault è più competitiva di me!"

Fernando Alonso ha completato a Barcellona il filming day con la Renault R.S.20 che vi avevamo anticipato su Motorsport.com. Per lo spagnolo si è trattato del ritorno alla guida di una monoposto di F1 dopo i due giorni di test in Bahrain con la McLaren nell’aprile 2019.

Il due volte campione del mondo si è dichiarato soddisfatto per l’occasione che si è presentata perché ha avuto modo di prendere le misure alla monoposto 2020 per riadattarsi tanto alla staccata che alla velocità di percorrenza in curva.

"È stata una giornata molto positiva a Barcellona, nel nostro giorno dedicato alle riprese commerciali – ha detto Fernando – Ho effettuato solo 100 km, ma per me sono stati molto speciali, perché sono tornato su una macchina di F1 e a lavorare con il team.

“La sensazione era buona. Penso che la monoposto in questo momento sia più performante di me, perché al momento non riesco ancora a trovare il limite della vettura”.

“Tornare alla velocità della F1 non è stato così facile. Miglioravo i tempi giro dopo giro e cercavo di dare un feedback agli ingegneri. Inoltre avevamo delle riprese da fare, quindi c'erano le telecamere e i droni che mi seguivano in pista. Insomma c’è stata una forte pressione e un duro lavoro da svolgere oggi”.

“Penso che la vettura abbia del potenziale, come del resto vediamo in ogni weekend di gara. Ma c'è ancora dello spazio per migliorare, come sappiamo, e proveremo a farlo a breve termine".

 

Alonso ha detto di non avere preoccupazioni riguardo alla composizione:
“Le ultime tre auto che ho guidato sono state quella per la Dakar a gennaio, l'Indycar ad agosto, e ora la F1, quindi non ci possono essere categorie più separate fra di loro!”.

"Il ritorno alla F1 è un po' più facile, perché è la cosa che ho guidato per tutta la mia vita, e dopo 18 anni in F1 ora sono tornato: è vero che mi mancano un po' riferimenti dei punti di frenata, o quanto velocemente arrivano le curve. Insomma non nascondo che ci sono molte cose a cui devo abituarmi di nuovo. Ma ci vorrà un periodo di tempo più breve rispetto a prendere il passo alla Dakar o a Indy".

L’asturiano ha anche ammesso di aver lavorato sulla sua preparazione fisica in vista del suo rientro nel mondiale 2021.
“Ci sono molte cose da preparare. La prima sarà la forma fisica: devo essere di nuovo in forma, per cui bisogna allenare il particolare il collo per essere adeguato agli standard della F1. Dovrò rinforzare tutta la parte superiore del corpo nei prossimi due mesi”.

“Il collo va bene dopo 100 km, ma la verità la scoprirò domani! Forse avrò un po' di dolore. Finora è andato tutto bene, ma so che dovrò continuare a lavorare…”.

Fernando è un perfezionista e ha già annotato alcuni interventi da fare sulla monoposto…
“Ci sono molte cose da mettere a posto in materia di confort nell’abitacolo: parlo del sedile, del volante e della posizione dei pedali. E anche con gli ingegneri ho trovato subito un buon feeling: basta un’occhiata per intenderci”.

“Stiamo usando questa parte del 2020 e anche l'inverno prossimo per metterci a a posto con tutto".

Alonso è già una figura perfettamente inserita nel team Renault durante i fine settimana di gara, anche se in forma virtuale.
“Ovviamente guardo tutte le gare da casa. Ma ho un computer che il team mi ha dato da un paio di settimane fa, dal quale posso seguire le telecamere di bordo di Esteban e di Daniel, e posso seguire tutte le comunicazioni radio, i debriefing e gli incontri strategici. Quindi sono informato di cosa succede a ogni GP”.

“I risultati stanno migliorando. Il podio dell'ultima gara credo sia stato molto meritato, per il duro lavoro che la squadra ha svolto, Credo che abbiamo tutti gli ingredienti per fare bene nel 2021, pur sapendo che nel gruppo di centro ci sarà una grande battaglia".

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
1/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
2/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team
Fernando Alonso, Renault F1 Team
3/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
4/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
5/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team
Fernando Alonso, Renault F1 Team
6/14

Foto di: Renault F1

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
7/14

Foto di: Renault

Dettaglio della vettura di Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Dettaglio della vettura di Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
8/14

Foto di: Renault

Casco di Fernando Alonso, Renault F1 Team
Casco di Fernando Alonso, Renault F1 Team
9/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team
Fernando Alonso, Renault F1 Team
10/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
11/14

Foto di: Renault F1

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
12/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team
Fernando Alonso, Renault F1 Team
13/14

Foto di: Renault

Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
Fernando Alonso, Renault F1 Team R.S.20
14/14

Foto di: Renault

condivisioni
commenti
Marko cerca Hulkenberg, ma per quale ruolo?

Articolo precedente

Marko cerca Hulkenberg, ma per quale ruolo?

Prossimo Articolo

Hulkenberg, il "pompiere" della Racing Point

Hulkenberg, il "pompiere" della Racing Point
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021