Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Intervista
Formula 1 GP d'Olanda

F1 | Alonso: "In Olanda tante novità per ritrovare competitività"

Aston Martin si presenta a Zandvoort con numerose novità tecniche, soprattutto nell'area del fondo e del diffusore. Dopo il calo di performance riscontrato nella prima parte di stagione in seguito a un inizio da protagonista, ora Fernando Alonso spera che gli aggiornamenti possano ridare competitività e indicare al team quale direzione seguire per il futuro, ritornando così a lottare con Ferrari, Mercedes e McLaren.

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

A dieci gare dalla fine della stagione, attualmente Aston Martin si trova in terza posizione nella classifica del mondiale costruttori, la medesima occupata da Fernando Alonso nel campionato piloti alle spalle dei due portacolori della Red Bull.

Dopo un inizio scoppiettante, con ben sei podi conquistati nei primi otto appuntamenti, la squadra britannica si è resa suo malgrado protagonista di un vistoso calo, complici anche gli aggiornamenti aerodinamici che non hanno funzionato a dovere. Ciò ha compromesso il bilanciamento della AMR23, riducendo così le possibilità di intervenire liberamente sulla vettura. A Spa si è visto anche un salto nel passato sul piano tecnico, con il team aveva momentaneamente abbandonato alcune soluzioni introdotte in Canada, come il fondo rivisto, tornando su concetti visti a inizio stagione.

Un calo di forma che si è aggiunto ai passi in avanti effettuati da Mercedes, Ferrari e McLaren, capaci di imporre un ritmo che Aston Martin ha fatto fatica a seguire, scendendo così al ruolo di quinta forza, in lotta per le ultime posizione della top ten. Un inizio inaspettato, perché alla vigilia del mondiale il team sapeva di avere una macchina promettente, ma non che potesse essere in grado di lottare stabilmente per il podio: scenario che si è poi scontrato con un calo altrettanto inatteso, quasi repentino.

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

"È stato inaspettato, in un certo senso, quanto la squadra fosse competitiva fin dalla prima gara. Ci siamo trovati in una posizione molto forte, quindi abbiamo sfruttato ogni opportunità nelle prime gare”, ha detto Alonso al rientro dalla pausa estiva.

"Negli ultimi eventi, forse non siamo stati competitivi come nella prima parte dell'anno, ma abbiamo comunque ottenuto punti in ogni singolo weekend. Ora, nella seconda parte dell'anno, credo che vogliamo tornare a essere più competitivi. Penso che ora dietro la Red Bull ci sia una griglia compatta con Mercedes, Ferrari, Aston Martin e McLaren, quindi vogliamo essere in lotta fino ad Abu Dhabi. E questo è l'obiettivo".

Secondo Alonso, l'Aston Martin sta affrontando la sua sfida più grande come squadra, perché al di là della questione competitività, ci sono anche altri aspetti che vanno affinati per raggiungere il livello dei top team: “Penso che sia stata una sorpresa per noi che la macchina fosse veloce, ma credo che la squadra sia stata eccezionale durante l'inverno, capendo quali erano i problemi dello scorso anno. Penso che l'affidabilità, la strategia, tutto, sia stato fatto molto bene nella maggior parte delle gare per ottenere questi risultati".

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Fernando Alonso, Aston Martin F1 Team

Photo by: Zak Mauger / Motorsport Images

"Non si tratta solo del passo della vettura, ma di tutto ciò che è necessario fare nel fine settimana, dalle prime prove libere fino alla domenica. Penso che in questo momento siamo come se stessimo giocando in Champions League e ci siamo ritrovato contro le squadre più importanti, cercando di migliorare anche fuori dalla pista. Questa sarà la sfida più grande per Aston Martin", ha aggiunto lo spagnolo facendo un paragone calcistico. Una squadra che, fino allo scorso anno si ritrovava a lottare nella midfield, quest’anno si è seduta al tavolo dei grandi, dovendo così imparare le regole del gioco.

L'Aston Martin introdurrà altre nuove parti per la sua vettura questo fine settimana a Zandvoort. Alla domanda su quale sia l'impatto degli ultimi aggiornamenti della squadra, Alonso ha risposto che il team spera di "ottenere una direzione chiara sul proprio percorso di sviluppo futuro, non solo per quest'anno, ma anche per il prossimo", ha spiegato.

"Penso che in Canada abbiamo portato alcune nuove parti, così come a Silverstone, e ora queste nuove parti aerodinamiche che abbiamo portato qui, speriamo che funzionino come ci aspettiamo".

 

Leggi anche:

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente F1 | Piastri: "Raggiungere Red Bull in 2 anni? Dura, ma si può"
Prossimo Articolo F1 | Albon: "Basta novità 2023. Seguiamo l'esempio McLaren-Aston"

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia