Alfa Romeo: si chiamerà C41 la monoposto 2021

Come la Ferrari, anche la monoposto di Hinwil salta un numero nella sigla di progetto e così la F1 che dovrebbe essere presentata il 22 febbraio a Varsavia diventa la C41, mentre la macchina a effetto suolo del 2022 rappresenterà il progetto C40. A Hinwil spendono i due gettoni nel muso stretto e contano sulla crescita di potenza del nuovo motore Ferrari.

Alfa Romeo: si chiamerà C41 la monoposto 2021

Ieri abbiamo anticipato che l’Alfa Romeo presenterà la monoposto 2021 da Varsavia il 22 febbraio. Prima di Natale la squadra di Hinwil ha rinnovato l’accordo con la Orlen che ha ottenuto che il lancio della nuova macchina venga fatto dalla capitale polacca nell’ultima settimana del mese prossimo.

La PKN Orlen è l'azienda petrolifera nazionale nata nel 1999 a Plock e sarà così confermata come main sponsor del team Alfa Romeo Racing nel campionato di Formula 1, assicurando l’appoggio a Robert Kubica come terzo pilota e simulator driver.

Il marchio del “Biscione”, al momento, sarà il primo team del Circus a mostrare la sua monoposto nel 2021: la C41, questa sarà la sigla della vettura elvetica spinta dal nuovo motore Ferrari, salta una numerazione nella cronologia delle sigle perché la C40, di fatto sarà la monoposto a effetto suolo che vedrà la luce nel 2022 ma che era stata lanciata come progetto nel 2021, prima che per la pandemia del virus, il nuovo regolamento venisse posticipato di un anno.

La C41 è una monoposto destinata a cambiare molto nell’aspetto rispetto alla C39 non solo per le modifiche aerodinamiche al fondo, al diffusore e alle brake duct posteriori per ridurre il carico del 10%, ma anche perché la vettura curata dal dt, Jan Monchaux, si convertirà al credo del muso stretto, secondo la moda introdotta da Mercedes e poi ripresa da altri, in particolare Renault, McLaren e Racing Point.

Il nuovo muso sul quale il chief designer, Luca Furbatto, spende i due gettoni di sviluppo, richiede il superamento del crash test frontale per ottenere l’omologazione FIA, nella convinzione che sia la giusta strada dello sviluppo, mentre la Haas, altro team cliente del Cavallino, seguirà l’orientamento aerodinamico della Ferrari, orientato all’evoluzione del retrotreno con la nuova scatola del cambio che permetterà una diversa sospensione per sfruttare meglio le gomme 2021 che avranno una costruzione più rigida e un diverso disegno nel profilo anteriore.

L’Alfa Romeo vuole di sfruttare l’esperienza di Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, una coppia di piloti ormai ben collaudata dopo due stagioni insieme, per guardare al mondiale 2021 con obiettivi più ambiziosi dell’ottavo posto nel mondiale Costruttori colto nel 2020.

condivisioni
commenti
Barilla: "Zanardi è un sognatore con i piedi per terra"
Articolo precedente

Barilla: "Zanardi è un sognatore con i piedi per terra"

Prossimo Articolo

AlphaTauri: gli aerodinamici "separati" in casa a Bicester

AlphaTauri: gli aerodinamici "separati" in casa a Bicester
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021