F1: Alfa Romeo non cambia il telaio a Giovinazzi per Monza

Dopo il botto di Spa, il pugliese ha detto che la sua C39 pare a posto e che quindi non sarà necessaria la sostituzione per il GP di Monza, dove spera di poter replicare il risultato dell'anno scorso anche per utilità futura.

F1: Alfa Romeo non cambia il telaio a Giovinazzi per Monza

Il telaio della Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi dovrebbe essere salvo in vista del Gran Premio d'Italia che si svolgerà a Monza nel weekend.

Dopo il tremendo botto di cui il pugliese era stato sfortunato protagonista domenica scorsa a Spa-Francorchamps, c'era il rischio che la C39 avesse riportati danni seri e che quindi in Brianza i tecnici della Sauber Engineering avrebbro dovuto mettere pesantemente mano alla monoposto per sistemarla.

Stando invece a quello che ha detto il ragazzo di Martina Franca, pare che la sua auto #99 possa prendere parte senza alcun intervento ulteriore alla gara tricolore.

"Io sto bene, nessun acciacco, l'importante è che anche George Russell sia a posto dopo essere stato coinvolto nell'incidente - ha detto Giovinazzi - Dal punto di vista della vettura, pare che tutto sia ok, poi è chiaro che io abbia commesso un errore e da qui si debba imparare. Un pilota deve sempre spingere al massimo ed è quello che faccio e farò. Purtroppo a Spa è andata così".

"Detto ciò, voglio dimenticare tutto visto che Spa è un po' come una maledizione per noi; ora si deve pensare a Monza e provare ad ottenere un bel risultato per la squadra".

12 mesi fa, "Giovi" era stato protagonista di una grandissima gara a Monza, classificandosi nono e prendendo due punti iridati che gli erano costati un... taglio di capelli.

Oggi è chiaro che con un motore Ferrari molto differente rispetto a quello che lo spingeva nel 2019, il 26enne dovrà giocarsi tutte le carte disponibili anche pensando alla sua permanenza in F1 il prossimo anno.

"Sono in Formula 1 senza avere grandi sponsor o nomi alle mie spalle, ma per i risultati e il talento; sappiamo tutti che è difficile restarci e bisogna sempre fare bene, ogni weekend".

"Abbiamo visto tante volte che una settimana puoi essere uno forte e quella dopo no. Personalmente so che se continuo a fare del mio meglio e a portare punti alla squadra, nessuno potrà levarmi il posto nel 2021. Ma ancora non ne ho parlato con il team".

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo cammina in pista con il suo team
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo cammina in pista con il suo team
1/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, cammina in pista
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, cammina in pista
2/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo
3/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
4/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 viene caricata sul carroattrezzi
L'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 viene caricata sul carroattrezzi
5/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
6/15

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39 urta contro la barriera e la sua gomma colpisce la vettura di George Russell, Williams FW43
7/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, dopo una collisione
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo, dopo una collisione
8/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
9/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing
10/15

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
11/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L' alettone posteriore e l' attuatore del DRS sull'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
L' alettone posteriore e l' attuatore del DRS sull'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
12/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L'ala anteriore sull'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
L'ala anteriore sull'auto di Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
13/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
14/15

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
15/15

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Williams svela il nuovo board dopo l'addio dei fondatori

Articolo precedente

Williams svela il nuovo board dopo l'addio dei fondatori

Prossimo Articolo

Verstappen: "Vincere? Serve fortuna, ma resto motivato"

Verstappen: "Vincere? Serve fortuna, ma resto motivato"
Carica commenti
Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale? Prime

Alfa Romeo: perché Giovinazzi è trattato da vittima sacrificale?

Il pilota italiano in Turchia avrebbe potuto conquistare un punto con la C41, ma la squadra di Hinwil ha trovato da dire perché Antonio non ha rispettato un ordine di scuderia per far passare Raikkonen. Analizziamo cosa è successo a Istanbul e in quali condizioni è chiamato a scendere in pista il pugliese…

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1 Prime

Il pericolo di dare troppo peso ai team radio "clickbait" della F1

Dopo che Lewis Hamilton ha risposto agli articoli che lo etichettavano come "furioso" con la Mercedes per i suoi accesi team radio durante il Gran Premio di Russia, ha fornito un'istantanea di come la Formula 1 trasmettendo solo dei frammenti possa illuminare ma anche far travisare la situazione reale.

Formula 1
16 ott 2021
Pochi team in F1, ed i talenti si perdono Prime

Pochi team in F1, ed i talenti si perdono

In Formula 1, al giorno d'oggi, sono presenti venti possibili sedili ai quali ambiscono alcuni tra i migliori piloti del mondo. Negli ultimi anni stiamo assistendo ad un proliferare di giovani talenti, come Oscar Piastri, il cui futuro nella categoria è però a rischio per varie ragioni. Eccone alcune...

Formula 1
16 ott 2021
Come si allena e cosa mangia un pilota di F1 Prime

Come si allena e cosa mangia un pilota di F1

Cosa serve per diventare un pilota di Formula 1? Talento a parte, al giorno d'oggi è richiesto essere dei superatleti per resistere alle forze che si sprigionano alla guida di queste monoposto. Dieta ferrea, allenamenti rigorosi... sicuri di voler tentare questa strada?

Formula 1
15 ott 2021
Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo Prime

Montoya: i momenti magici della carriera raccontati da Juan Pablo

Dalla Champ Car alla Formula 1, dalla Nascar alla IndyCar. Juan Pablo Montoya è stato un pilota davvero versatile ed in questa intervista esclusiva racconta i 10 momenti più importanti della sua carriera.

Formula 1
13 ott 2021
Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva” Prime

Ceccarelli: “Le pressione in Mercedes è diventata nociva”

In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli analizzano l'aria che si respira in casa Mercedes dopo quanto visto in occasione del GP di Turchia, dove è sembrato mancasse una vera e propria guida in occasione delle fasi calde della corsa

Formula 1
13 ott 2021
Alonso, quando il karma colpisce in Turchia Prime

Alonso, quando il karma colpisce in Turchia

Fernando Alonso è il protagonista di questa puntata de "Il Primo degli Ultimi" dedicata al GP di Turchia di Formula 1. A pesare, sullo spagnolo, è il risultato al termine della corsa, figlio di uno sciagurato primo giro dove è sia vittima che carnefice. Oltre, ovviamente, ad una dose di karma dopo le sue dichiarazioni del giovedì

Formula 1
12 ott 2021
F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo Prime

F1: come l'arte dei pit stop si è evoluta nel tempo

Dagli anni '80 in poi i pit stop hanno rappresentato un elemento chiave nelle strategie di gara. Pat Symonds racconta come si è evoluta la tecnologia che ha spinto di recente la FIA ad intervenire per porre un freno.

Formula 1
12 ott 2021