Alfa Romeo: delude la C39 troppo scarica aerodinamicamente

Giovinazzi, 18esimo, e Raikkonen, 19esimo, non hanno brillato nel GP d'Austria con la C39. La monoposto di Hinwil era troppo scarica nelle ali e le gomme hanno faticato ad andare in temperatura per cui non sono uscite dalla Q1.

Alfa Romeo: delude la C39 troppo scarica aerodinamicamente

Qual è il vero potenziale dell’Alfa Romeo? Trovare le due C39 in diciottesima e diciannovesima posizione evidenzia come il team di Hinwil affronti la stagione con il respiro corto, perché alle spalle c’è solo il debuttante Nicolas Latifi con la seconda Williams e neanche staccato di molto.

Le due monoposto del “Biscione” se la possono giocare con le Haas e le Williams, guardare più in alto al momento sembra azzardato, sebbena il potenziale dovrebbe essere maggiore di quanto osservato a Spielberg.

La prima considerazione da fare è che l’Alfa Romeo, come l’altra squadra clienti del Cavallino, paga il motore del Cavallino che la Ferrari ha omologato “sgonfio” di potenza dopo le violente polemiche che avevano riguardato le presunte irregolarità 2019.

Si stimano tre decimi di secondo di handicap, ma il resto dipende dalla C39, una monoposto che denuncia una carenza di carico aerodinamico testimoniata dalle velocità massime raggiunte in qualifica: Antonio Giovinazzi è arrivato a 325,2 km/h al T1 seguito da Kimi Raikkonen con 323,4 km/h che è il valore conseguito da Lewis Hamilton con la Mercedes W11!

È evidente che è stata deliberata una configurazione aerodinamica troppo scarica, sebbene ci fosse un’ala posteriore con una maggiore incidenza utile ad affrontare l’aria un po’ rarefatta dei 700 metri del Red Bull Ring.

I piloti, quindi, si sono ritrovati per le mani una macchina difficile da controllare. Ad aggravare le cose in Q1 c’è stato l’errore del muretto che li ha spediti in pista nel traffico per cui non hanno potuto scaldare le gomme nel modo corretto e si sono ritrovati a completare un ultimo giro con una C39 che non rispondeva alle aspettative.

Ovviamente Giovinazzi si è accontentato di essere davanti al compagno di squadra (distacco di 49 millesimi!), confermando una supremazia che si è concretizzata in tutto il weekend austriaco.

La speranza Alfa Romeo è di migliorare le cose in gara: i due piloti partiranno con le gomme Medie (gialle) per poi passare alle Hard (bianche) con un solo pit stop.

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
1/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
2/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
3/10

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
4/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo durante la conferenza stampa
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo durante la conferenza stampa
5/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
Kimi Raikkonen, Alfa Romeo Racing C39
6/10

Foto di: Andy Hone / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
7/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39
8/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

L' Hospitality Alfa Romeo Racing
L' Hospitality Alfa Romeo Racing
9/10

Foto di: Glenn Dunbar / Motorsport Images

Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
Antonio Giovinazzi, Alfa Romeo Racing C39, precede Sebastian Vettel, Ferrari SF1000
10/10

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Mercedes: l'intreccio Hamilton-Wolff conta più dei soldi

Articolo precedente

Mercedes: l'intreccio Hamilton-Wolff conta più dei soldi

Prossimo Articolo

Wolff: "Consolerei tutti in Ferrari, ma non Binotto"

Wolff: "Consolerei tutti in Ferrari, ma non Binotto"
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Formula 1
22 set 2021
Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

Formula 1
22 set 2021
BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021