Formula 1
09 mag
Prossimo evento tra
63 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
94 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
102 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
112 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
133 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
147 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
175 giorni
02 set
Prossimo evento tra
182 giorni
09 set
Prossimo evento tra
189 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
203 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
210 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
217 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
231 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
238 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
274 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
283 giorni

Addio a Manfredini, il braccio destro di Chiti all'Alfa Romeo

Si è spento a 89 anni Giovanni Manfredini, il motorista dell'Alfa Romeo che ha seguito Carlo Chiti dalla Ferrari alla squadra del Biscione. Sui campi di gara era l'uomo di fiducia del tecnico toscano e guai a chi metteva in dubbio la competitività dei 12 cilindri di F1.

Addio a Manfredini, il braccio destro di Chiti all'Alfa Romeo

“Salutami Sissi”. Era il puntuale messaggio di Nelson Piquet ogni qualvolta il campione brasiliano passava davanti ai box dell’Alfa Romeo, quando il “biscione” era presente in Formula 1 con la squadra ufficiale dell’Autodelta. “Sissi” era Giovanni Manfredini, il motorista che Carlo Chiti aveva mandato alla Brabham per seguire la fornitura di propulsori della Casa di Arese e che ieri si è spento all’età di 89 anni.

Il soprannome Manfredi se lo portava dietro da Maranello: la sua avventura in Formula 1 era iniziata in Ferrari e poi ha seguito i movimenti del vulcanico ingegner Carlo Chiti: Si sì era il suo intercalare che lo ha seguito ovunque sia approdato al seguito del tecnico toscano.

E il team di Bernie Ecclestone dal 1976 al 1979 disponeva dai V12 Alfa Romeo e Manfredini era proprio l’anello di collegamento fra la squadra inglese e Carlo Chiti. Carattere gioviale che andava d’accordo con tutti a patto che non si mettessero in dubbio le qualità dei 12 cilindri con il Quadrifoglio.

In quel caso cambiava espressione e diventava un ferreo aziendalista che difendeva a spada tratta il lavoro svolto in Alfa Romeo.

Essendo il braccio destro di Chiti, Giovanni si era guadagnato l’incondizionata fiducia del capo ed era forse l’unico che si permetteva di tenere testa al responsabile di Alfa Corse, perché insieme ne avevano viste di cotte e di crude.

Memorabile la telefonata al GP del Sud Africa del 1980, quando il tecnico toscano era rimasto a casa e Manfredini riportava al capo cosa stava succedendo in pista a Kyalami.

Chiti pretendeva che venissero fatte delle regolazioni ai motori che secondo Manfredini non sarebbero andate bene: “… No ingegnere non insista, questa modifica io non la faccio”.

“Questo è un ordine!” avrebbe replicato Chiti con un tono perentorio. E la risposta più pacata di Giovanni fu: “Caro ingegnere credo che se lei continua così, possa cadere la linea…”.

“Mi vuoi buttare giù il telefono?” Replicò Chiti. “No, credo che cada la linea”. Clic.

Giovanni è arrivato al suo clic prima di festeggiare i 90 anni in luglio. Le condoglianze della redazione di Motorsport.com alla famiglia.

condivisioni
commenti
Perché Grosjean ha scelto l'IndyCar, ma non correrà sugli ovali

Articolo precedente

Perché Grosjean ha scelto l'IndyCar, ma non correrà sugli ovali

Prossimo Articolo

Stranezza Ferrari: a Imola il fondo era asimmetrico!

Stranezza Ferrari: a Imola il fondo era asimmetrico!
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Alfa Romeo
Autore Franco Nugnes
Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare Prime

Mercedes W12: estremizzare per continuare a dominare

La Mercedes W12 è una monoposto che va ad estremizzare alcuni concetti visti sulla W11 ma anche sulla concorrenza. Gli attenti uomini guidati da James Allison sono andati alla ricerca del carico perduto - per motivi regolamentari - al retrotreno, massimizzando l'effetto Coanda. Ma non solo...

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1 Prime

I 10 punti interrogativi sulla stagione 2021 di Formula 1

23 gare sono troppe? La Red Bull riuscirà a lottare con la Mercedes? Sainz sarà al livello di Leclerc in Ferrari? Karun Chandhok ha analizzato i 10 punti interrogativi della stagione 2021 di Formula 1.

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo Prime

Alfa Romeo: oggi di Racing c'è solo un adesivo

La Casa del Biscione è solo all'apparenza impegnata in F1, ma di ingegneristico non c'è praticamente nulla, mentre nel turismo sono tante le realtà che in questi anni hanno provato a rilanciare il marchio, ma solo coi propri investimenti.

Formula 1
1 mar 2021
Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1 Prime

Come i nuovi investitori McLaren hanno già avuto un impatto in F1

L’accordo che McLaren ha concluso l'anno scorso con MSP Sports Capital, che aiuterà il team di Formula 1 a corto di liquidità a pagare per i tanto necessari aggiornamenti delle infrastrutture, punta anche al futuro della Formula 1 stessa, come analizza Stuart Codling di GP Racing.

Formula 1
1 mar 2021
F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher Prime

F1 Stories: W01, la prima Mercedes di Schumacher

La W01 è la monoposto che rappresenta il ritorno della firma Mercedes in Formula 1, un'assenza che perdurava dal lontano 1955. Ma è anche la vettura che accompagna il ritorno della leggenda Schumacher in un campionato del mondo, nel 2010.

Formula 1
1 mar 2021
Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021? Prime

Verstappen: un basso profilo per sorprendere nel 2021?

L'olandese non si è voluto sbilanciare in occasione del filming day della Red Bull circa le reali potenzialità della RB16B. Pretattica o forse Max è rimasto scottato troppe volte negli anni passati?

Formula 1
27 feb 2021
Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022 Prime

Alfa Romeo: si sacrifica il 2021 per puntare tutto sul 2022

Già dalla presentazione si è capito che l'Alfa Romeo deciderà di sacrificare il 2021 e portare pochi sviluppi per puntare tutto sul 2022 e cercare di risalire la china sfruttando il cambiamento regolamentare.

Formula 1
27 feb 2021
F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino Prime

F1 Stories: Da Tyrrell a Mercedes, il filo inglese del destino

Cos'hanno in comune la Tyrrell e la Mercedes? Molto più di quel che sembra. Infatti, un semplice cambio di residenza della Casa di Stoccarda, ha generato un filo conduttore tra tante squadre diverse tra loro. Un viaggio nella storia della Formula 1 che parte dagli anni Settanta.

Formula 1
27 feb 2021