Acciarri: "Schumacher? Piccoli passi al miglior mantenimento"

Il neurochirurgo dell'Ospedale Bellaria di Bologna spiega a Motorsport.com come a sei anni di distanza dall'incidente sulle nevi di Maribel, Michael riesca a mantenere la migliore qualità di vita possibile nonostante i rischi a cui è sempre sottoposto un lungodegente come l'asso tedesco.

Acciarri: "Schumacher? Piccoli passi al miglior mantenimento"

“Keep Fighting”. Corinna Schumacher continua a combattere per Michael. Ieri sono trascorsi sei anni dal drammatico incidente sciistico di Meribel, sulle Alpi francesi. Sul sette volte campione del mondo le poche notizie che filtrano sono spesso contrastanti, anche perché la famiglia ha imposto regole rigidissime sul rispetto della privacy per evitare ogni inutile speculazione.

Una volta le voci alimentano le speranze di un qualche segnale di ripresa da un danno assonale profondo che già nella diagnosi iniziale lasciava ben poche possibilità di guarigione, e l’altra volta lasciano tutti i tifosi nella disperazione di un campione che ha pagato un terribile tributo con il destino dopo i rischi corsi sulle piste di tutto il mondo.

Corinna ha trasformato un’ala della villa svizzera di Gland in una clinica che permette a Schumi di essere seguito da un’equipe medica stando a contatto con i propri cari. E quando è necessario ricorre a degli specialisti come quelli dell’ospedale Georges-Pompidou di Parigi dove l’asso tedesco è stato ricoverato in settembre.

Mentre il figlio Mick consolida un percorso da pilota che ambisce a riportare il nome Schumacher in F1, mamma Corinna ha concesso al Mirror una rara dichiarazione sullo stato di salute: “Le grandi cose iniziano con piccoli passi”.

In attesa del lancio della nuova pagina social dedicata al consorte, proprio Corinna avrebbe aggiunto che “molte piccole particelle possono formare un grande mosaico”.

Sono parole che incentivano la speranza di una possibile ripresa o sono il frutto di un enorme sforzo per garantire al Kaiser la migliore qualità di vita possibile?

Lo abbiamo chiesto al dottor Nicola Acciarri, stimato neurochirurgo dell’Ospedale Bellaria di Bologna e grande appassionato di F1, che già all’epoca del dramma di Michael ci aveva aiutato a capire cosa stesse subendo Schumacher.

“Queste parole le valuto in modo molto cauto, perché nessuno ha prove di quello che viene detto pubblicamente e, tra l’altro, viene riportato pochissimo. È difficile capire da quale base clinica si parta”.

“È chiaro che, immaginando la situazione del campione a sei anni dal trauma, dobbiamo immaginare una persona molto diversa da quella che ci ricordiamo sulle piste, con uno stato che è stato sicuramente agevolato dalle cure intensive che ha avuto, ma che riguarda sempre un lungodegente, non solo a letto, ma con un quadro organico, muscolare e scheletrico molto cambiato e deteriorato. Il tutto come conseguenza del trauma cerebrale che aveva subito”.

In Francia si era parlato di cure con le cellule staminali…
“Le terapie staminali al giorno d’oggi sono ancora di tipo sperimentale, perché se fossero fornire su larga scala medica avremmo delle soluzioni a tante malattie, soprattutto quelle cerebrali che riguardano i traumi o gli ictus. E anche per le lesioni mieliche del midollo spinale, però non c’è nulla ancora di così concreto e diffuso che possa farci sperare in una soluzione di tutte le malattie”.

La dura realtà cozza quindi con le parole di Corinna?
“Beh, vanno lette dalla parte della moglie che difende una figura che vuole essere mantenuta iconicamente in un certo modo e lei vede in cose molto piccole forse dei grandi progressi. E alle persone al di fuori dell’ambito familiare e può sembrare meno importante di quanto appaia a lei. E questo bisogna comprenderlo”.

Più che alla ricerca di una grande ripresa si va nella direzione del migliore mantenimento…
“Direi di sì, perché le condizioni di Michael richiedono attenzioni a 360 gradi che non riguardano solo gli esiti del trauma cerebrale. Schumi avrà delle persone che cercheranno di interagire con lui per tenerlo in attivazione, ma avrà anche un team di fisioterapisti atti a muoverlo e a scongiurare gli effetti della lungodegenza”.

“Mi riferisco ad atrofia muscolare, alterazione dei tendini, osteoporosi e alterazioni anche organiche in una situazione molto, molto delicata che in persone meno fortunate dal punto di vista economico si traducono spesso nella fine precoce perché possono insorgere conseguenze irreversibili”.

Ecco perché è importante continuare a lottare. “Keep Fighting” Michael!

Corinna Schumacher, madre di Mick Schumacher, Ferrari e moglie del Campione della F1 Michael Schumacher

Corinna Schumacher, madre di Mick Schumacher, Ferrari e moglie del Campione della F1 Michael Schumacher
1/18

Foto di: Jerry Andre / Motorsport Images

Michael Schumacher, Mercedes AMG F1

Michael Schumacher, Mercedes AMG F1
2/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Michael Schumacher, Mercedes GP

Michael Schumacher, Mercedes GP
3/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Podio: il vincitore della gara Felipe Massa, Ferrari, il secondo classificato Fernando Alonso, Renau

Podio: il vincitore della gara Felipe Massa, Ferrari, il secondo classificato Fernando Alonso, Renau
4/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Michael Schumacher, Mercedes GP W02, precede Nico Rosberg, Mercedes GP W02

Michael Schumacher, Mercedes GP W02, precede Nico Rosberg, Mercedes GP W02
5/18

Foto di: Andrew Hone / Motorsport Images

Michael Schumacher, Ferrari

Michael Schumacher, Ferrari
6/18

Foto di: LAT Images

Personale Ferrari al muretto box: Ross Brawn, Direttore Tecnico Ferrari, Michael Schumacher, Ferrari e Jean Todt, Direttore Sportivo Ferrari

Personale Ferrari al muretto box: Ross Brawn, Direttore Tecnico Ferrari, Michael Schumacher, Ferrari e Jean Todt, Direttore Sportivo Ferrari
7/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Michael Schumacher, Ferrari F1 2000

Michael Schumacher, Ferrari F1 2000
8/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Malesia 2000, Jean Todt, Michael Schumacher, Rubens Barrichello Luca Badoer, Luca di Montezemolo, Ferrari

Malesia 2000, Jean Todt, Michael Schumacher, Rubens Barrichello Luca Badoer, Luca di Montezemolo, Ferrari
9/18

Foto di: Ercole Colombo

Indianapolis 2002, Michael Schumacher e Rubens Barrichello, Ferrari

Indianapolis 2002, Michael Schumacher e Rubens Barrichello, Ferrari
10/18

Foto di: Ercole Colombo

Podio: il vincitore della gara Michael Schumacher, Ferrari

Podio: il vincitore della gara Michael Schumacher, Ferrari
11/18

Foto di: Ercole Colombo

Podio: il vincitore della gara Michael Schumacher, Ferrari

Podio: il vincitore della gara Michael Schumacher, Ferrari
12/18

Foto di: Ercole Colombo

Michael Schumacher, Ferrari F300

Michael Schumacher, Ferrari F300
13/18

Foto di: Steve Etherington / Motorsport Images

Michael Schumacher, Mercedes GP MGP W01 stringe Rubens Barrichello, Williams FW32

Michael Schumacher, Mercedes GP MGP W01 stringe Rubens Barrichello, Williams FW32
14/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Michael Schumacher, Benetton B193B

Michael Schumacher, Benetton B193B
15/18

Foto di: LAT Images

Podium: Michael Schumacher, Benetton, celebrates third place

Podium: Michael Schumacher, Benetton, celebrates third place
16/18

Foto di: LAT Images

Michael Schumacher, Benetton celebrates his world title with the Benetton team

Michael Schumacher, Benetton celebrates his world title with the Benetton team
17/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

Michael Schumacher,Benetton B194 Ford

Michael Schumacher,Benetton B194 Ford
18/18

Foto di: Sutton Motorsport Images

condivisioni
commenti
Binotto: "Ci sarà molto lavoro da fare sulle regole 2021"

Articolo precedente

Binotto: "Ci sarà molto lavoro da fare sulle regole 2021"

Prossimo Articolo

Steiner e la paura di non poter più gestire il duo Haas

Steiner e la paura di non poter più gestire il duo Haas
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Michael Schumacher
Autore Franco Nugnes
Alonso, torero dalla spada spuntata Prime

Alonso, torero dalla spada spuntata

Fernando Alonso ha chiuso il GP di Spagna di Formula 1 in diciassettesima posizione, doppiato e ben lontano dalla zona punti. L'asturiano è apparso in difficoltà per tutto il fine settimana, dove è stato regolarmente "suonato" dal compagno di team Esteban Ocon. L'augurio è che, da Monaco in avanti, Alonso possa invertire la china

Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata" Prime

Podcast, Bobbi: "Verstappen e Red Bull, occasione sprecata"

Andiamo ad analizzare il Gran Premio di Spagna di Formula 1 vinto da Lewis Hamilton insieme a Marco Congiu e Matteo Bobbi. A deludere le aspettative su una pista che sulla carta si presentava a suo vantaggio è la Red Bull, che lascia Barcellona con il secondo posto di Verstappen

Formula 1
10 mag 2021
Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull" Prime

Minardi: "Verstappen ha dato tutto, manca la Red Bull"

In compagnia del Direttore di Motorsport.com, Franco Nugnes, e dell'ex Team Principal di Formula 1, Gian Carlo Minardi, andiamo a dare i voti al Gran Premio di Spagna di F1.

Formula 1
10 mag 2021
GP Spagna: l'animazione grafica della gara Prime

GP Spagna: l'animazione grafica della gara

Andiamo a rivivere le emozioni del GP di Spagna di F1 in questa nostra animazione grafica, dove ripercorriamo l'andamento in classifica dei vari piloti

Formula 1
10 mag 2021
Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza il GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast il Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Formula 1
9 mag 2021
GP di Spagna: la griglia di partenza Prime

GP di Spagna: la griglia di partenza

Andiamo a scoprire insieme la griglia di partenza del Gran Premio di Spagna, quarta prova del Mondiale 2021 di Formula 1

Formula 1
9 mag 2021
Piola: "La Red Bull ha preso l'azzardo di scaricare l'ala" Prime

Piola: "La Red Bull ha preso l'azzardo di scaricare l'ala"

Continuano le novità tecniche mostrate dalle monoposto nel fine settimana spagnolo. Andiamo ad analizzare, in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola, quali sono state le mosse sei team. Sotto la lente d'ingrandimento, la Red Bull, che ha optato per l'ala scarica...

Formula 1
8 mag 2021
Podcast F1: Chinchero analizza le Qualifiche del GP di Spagna Prime

Podcast F1: Chinchero analizza le Qualifiche del GP di Spagna

Roberto Chinchero e Giacomo Rauli analizzano nel podcast le Qualifiche del Gran Premio di Spagna, quarto appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1. Buon ascolto!

Formula 1
8 mag 2021