La FIA vieta la collaborazione aerodinamica tra team

La Federazione ha esteso i limiti regolamentari anche alle nuove squadre e scagionato la Ferrari dai sospetti

I commissari della Federazione Internazionale hanno risposto alla richiesta di chiarimenti della Mercedes in materia di utilizzo della galleria del vento in caso di cooperazione tra più team, con specifico riguardo alle norme che ne limitano l'utilizzo.

La scuderia campione del mondo ha richiesto tali chiarimenti sulla scorta del sospetto che la collaborazione tra la Ferrari ed il neonato team Haas abbia consentito al team di Maranello di eludere il limite delle 25 ore settimanali di utilizzo della galleria del vento ed otttenere quindi un significativo vantaggio in prospettiva 2016.

I commissari hanno replicato affermando che, d'ora in avanti, qualunque nuovo team che entrerà in Formula 1 dovrà sottostare alle medesime regole valevoli per i team che partecipano al mondiale

La sintesi della risposta ufficiale contenuta in un documento di 8 pagine è stata: "I commissari hanno raccomandato alla Federazione Internazionale dell'Automobile che, qualora la richiesta di partecipazione al mondiale di Formula 1 da parte di un nuovo team venga ufficialmente accettata dalla FIA, il nuovo competitor debba rispettare quanto previsto dal regolamento tecnico alle appendici 6 ed 8 ed ogni altra norma inclusa".

I commissari hanno dunque evidenziato che nessuna infrazione regolamentare è stata compiuta nel passato da parte della Ferrari nell'ambito della propria collaborazione con il team Haas. A tal proposito, la Federazione è stata chiara: "Dopo aver esaminato la documentazione fornita, i commissari hanno ritenuto che nessun team ha operato in violazione del regolamento sportivo sino alla data odierna".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie