F1 2023: limite di 30 milioni di dollari per i due piloti

Nella F1 Commission di lunedì la dieci squadre hanno convenuto unanimemente di accettare un tetto salariale sugli stipendi dei due piloti che non dovrà superare la somma di 30 milioni di dollari. In realtà la cifrà potrà essere sfondata ma le eccedenze saranno detratte alle spese della squadra dal Budget Cap. Andiamo a scoprire cosa si è discusso.

F1 2023: limite di 30 milioni di dollari per i due piloti

Dalla F1 Commision di lunedì è emersa una linea guida molto importante nella direzione della riduzione dei costi: i team avrebbero accettato in linea di principio un tetto salariale per i piloti che entrerà in vigore dalla stagione 2023.

Sebbene i vincoli economici non siano stati ancora approvati, il piano prevede che il Salary Cap imponga un limite di spesa di 30 milioni di dollari per i due piloti del team, lasciando ovviamente piena libertà di suddividere le quote secondo le esigenze di ciascun team.

È importante sottolineare che nel 2021 scatterà il Budget Cap di 145 milioni di dollari, ma il limite di spesa dei team non comprende Né gli stipendi dei piloti, né quelli dei primi tre manager della squadra.

Tenuto conto dell’impatto che la pandemia dovuta al COVID-19 ha sull’economia del Circus c’è la volontà di ridurre i fronti di spesa per drenare la certa perdita di proventi che ci sarà nel prossimo futuro.

L’atteggiamento responsabile è emerso nella F1 Commission con il sostegno unanime dei team principal. I dettagli dovranno essere discussi prima che arrivi la ratifica del Consiglio Mondiale della FIA.

In realtà il tetto del Salary Cap potrà essere sfondato, ma l’eccedenza della cifra che andrà ai piloti sarà tolta dal Budget Cap, mentre non sarà prevista alcuna compensazione sulle spese del team se la somma dei contratti dei due conduttori sarà inferiore ai 30 milioni di dollari.

È stata discussa anche un’altra clausola che è già una “scappatoia”: eventuali contratti pluriennali siglati prima del 2023, ma che avranno una validità oltre questa data, potranno essere rispettati. Ciò significa che si apre una finestra nella quale certi piloti cercheranno di mantenere alte le quotazioni del loro mercato discutendo rinnovi di contratto pluriennali.

Ovviamente i piloti avranno la possibilità di incrementare i propri guadagni con accordi di sponsorizzazione personale che non influenzeranno gli ingaggi delle squadre.

In questo quadro è interessante rilevare che la Mercedes deve ancora rinnovare il contratto 2021 con Lewis Hamilton: all’esa campione è stato proposto un nuovo accordo con una base economica ridotta a meno di 40 milioni di dollari all’anno, segno che il cammino in direzione del Salary Cap è già stato preso…

condivisioni
commenti
F1: Mercedes secondo azionista di maggioranza Aston Martin
Articolo precedente

F1: Mercedes secondo azionista di maggioranza Aston Martin

Prossimo Articolo

F1: AlphaTauri conferma Pierre Gasly per il 2021

F1: AlphaTauri conferma Pierre Gasly per il 2021
Carica commenti
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022
Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max Prime

Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max

Tra le migliori gare del 2021 c'è sicuramente quella che ha dato il là e ha acceso davvero il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Stiamo parlando del GP di gran Bretagna, che ha avuto come momento più alto l'incidente tra i due contendenti per il titolo alla curva Copse, al primo giro della gara.

Formula 1
8 gen 2022