F1 2021: motori più pesanti di 5 kg e congelamenti

Nella tabella che pubblichiamo è possibile osservare come lo sviluppo delle power unit sarà limitato fino ad arrivare al totale congelamento dei motori nel biennio 2024 e 2025. Già quest'anno non saranno concesso evoluzioni!

F1 2021: motori più pesanti di 5 kg e congelamenti

Avevamo iniziato la stagione 2020 con un piano di sviluppo dei motori che la scorsa settimana è stato completamente rivoluzionato dal Consiglio Mondiale della FIA. L’organo legislativo della Federazione Internazionale ha emanato le decisioni che erano state varate in F1 Commission, tenuto conto che i motori non rientrano nel Budget cap che entrerà in vigore la prossima stagione con un limite di spesa di 145 milioni di euro.

Il costo di ricerca e sviluppo delle power unit finora è stato molto gravoso: basti pensare che per deliberare tre unità nell’arco di un campionato, i Costruttori ne devono realizzare più di cento per le diverse prove al banco per i test di ricerca, quelli di long run e sviluppo di benzina e lubrificante. Parliamo, quindi, di costi vivi per circa 150 milioni di euro ai quali vanno aggiunti quelli della ricerca.

In momenti di picco si è arrivati a spese per 300 milioni l’anno, per cui nessun marchio si è interessato per affacciarsi alla Formula 1, lasciando il campo aperto a chi c’è: Mercedes, Ferrari, Renault e Honda.

I giapponesi hanno spinto molto nel tentativo di recuperare il gap da Mercedes e Ferrari e nel centro ricerche di Sakura, dove sono attivi un migliaio di ingegneri, la Honda ha investito fino a 400 milioni l’anno. Cifre nascoste da capogiro per puntare quest’anno al titolo mondiale con la Red Bull Racing e Max Verstappen.

In questo quadro, la Honda potrebbe anche lasciare la F1 se non arriveranno gli attesi risultati in pista, la FIA ha colto la palla al balzo del Coronavirus per imporre dei tagli draconiani.

Se in Australia la stagione 2020 sarebbe iniziata con la prospettiva di mettere in pista tre step di motore diversi, il post lockdown ci mostra una realtà completamente cambiata, anzi rivoluzionata, dove alle giuste logiche di risparmio si aggiungono subdoli tentativi di raffreddare la ricerca imponendo non solo il congelamento delle monoposto, ma anche quello dei motori.

I sei cilindri che saranno montati sulle monoposto al debutto nel GP d’Austria il 5 luglio, manterranno la stessa configurazione per tutto il campionato 2020. Proprio come il turbo e la MGU-H.

Non solo ma anche il carburante e l’olio dovranno rimanere gli stessi, mentre sarà consentita una nuova omologazione della MGU-K, della centralina e della batteria dell’ERS nel periodo da oggi alla fine del 2021.

Insomma sviluppo zero, tanto più che sarà permesso l’uso di solo due motori se il calendario sarà con meno di 14 GP. L’idea è di allungare la vita delle power unit nel 2021, perché l’ambizione è di disputare un’intera stagione con due unità, portando la durata a 11 GP.

Un modo per riuscirci sarà quello di aumentare il peso minimo del 6 cilindri turbo di 5 kg (passando da 145 kg di oggi a 150 kg), in modo da eliminare alcuni materiali esotici per adottare soluzioni che assicurino la necessaria affidabilità.

Meno esasperazioni, più affidabilità e, quindi, maggiori opportunità di livellare le prestazioni. Per il 2021 sarà concessa l’omologazione di un motore termico, un turbo e una MGU-H. E sarà permesso adeguare olio e benzina alle nuove specifiche. Lo stesso varrà anche per il 2022 e 2023, mentre solo una MGU-K, centralina e batteria saranno consentite nell’intero biennio.

Nel 2024 e 2025 la power unit sarà totalmente congelata se non per “scopi di affidabilità, sicurezza, risparmio sui costi, installazione in vettura o problemi di fornitura".

Qualsiasi richiesta di modifica verrà resa pubblica agli altri motoristi, per cui dovrebbe venire meno il tentativo di cercare della “furbate”…

Ecco la tabella delle omologazioni di motore

Parti Power unit 2020 2021 2022 2023 2024 2025
ICE 0 1 1 1 0 0
Turbo 0 1 1 1 0 0
MGU-H 0 1 1 1 0 0
MGH-K                      1                  1 0 0
Centralina                      1                  1 0 0
Batteria                      1                  1 0 0
Benzina/olio 0 1 1 1 0 0

 

 
condivisioni
commenti
UK: restrizioni allentate sulla quarantena. Silverstone si farà

Articolo precedente

UK: restrizioni allentate sulla quarantena. Silverstone si farà

Prossimo Articolo

Razzismo: la nuova generazione F1 si schiera con Hamilton

Razzismo: la nuova generazione F1 si schiera con Hamilton
Carica commenti
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita Prime

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

A Silverstone la Scuderia ha sfiorato una clamorosa vittoria con Charles Leclerc. La SF21 è molto migliorata nella gestione delle gomme Pirelli (specie con la mescola media), ma per estrarre il massimo dalla Rossa i due piloti devono portarla il più avanti possibile in qualifica.

Formula 1
24 lug 2021
F1 2021: piloti dal salotto di casa Prime

F1 2021: piloti dal salotto di casa

Andiamo ad analizzare da vicino F1 2021, il videogame dedicato alla stagione attuale di Formula 1 realizzato da Codemasters

Formula 1
24 lug 2021
Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top Prime

Chinchero racconta Ricciardo (p.2) - It's a long way to the top

16esima puntata di It's a long way to the top, rubrica podcast di Roberto Chinchero in cui, la prima firma di F1 di Motorsport.com, racconta attraverso aneddoti la scalata alla F1 di Daniel Ricciardo. Buon ascolto! (Parte 2).

Formula 1
22 lug 2021
Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia Prime

Big Bang F1: quando gli scontri fanno storia

La storia della Formula 1 è ricca di incidenti, toccatine maliziose e vere e proprie vendette all'arma bianca entrate nell'immaginario collettivo di chi ama questo sport. E quanto visto domenica a Silverstone tra Hamilton e Verstappen sembra non essere destinato a rimanere un caso isolato...

Formula 1
22 lug 2021
Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale" Prime

Ceccarelli: "Lewis ha esagerato nel festeggiare con Max in ospedale"

In questo nuovo appuntamento di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli commentano la portata principale offerta dal Gran Premio di Gran Bretagna: Hamilton re di Silverstone, con Max che dal decimo appuntamento della stagione raccoglie solo i tre punti della Sprint Qualifying. Con l'olandese in ospedale, i festeggiamenti del padrone di casa sono stati davvero inopportuni?

Formula 1
21 lug 2021
Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone Prime

Hamilton, Verstappen e Wolff: fiera degli errori a Silverstone

Andiamo ad analizzare in questa puntata de Il Primo degli Ultimi i protagonisti in negativo del Gran Premio di Gran Bretagna di Formula 1. Da un lato, abbiamo Lewis Hamilton che, nonostante la vittoria, perde sul piano morale con festeggiamenti esagerati mentre il rivale è in ospedale. E proprio il rivale, Verstappen, merita comunque un posto in rubrica per non aver ancora chiaro come si vinca un mondiale di F1. E poi c'è Toto Wolff

Formula 1
20 lug 2021
F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia? Prime

F1: manca davvero lo spettacolo o è un problema di regia?

Ci si lamenta spesso che la Formula 1 sia noiosa, ma se in realtà il problema nascesse da una regia internazionale che spesso manca i numerosi duelli che avvengono in pista per poi riproporli soltanto tramite replay?

Formula 1
20 lug 2021
GP Silverstone: Leclerc beffato all'ultimo dalla rimonta di Lewis Prime

GP Silverstone: Leclerc beffato all'ultimo dalla rimonta di Lewis

La Ferrari e Charles Leclerc assaporano una vittoria che al Cavallino manca dal GP di Singapore 2019. Charles è stato beffato a due giri dal termine dalla rimonta di Hamilton, che ha piegato la resistenza del ferrarista a pochi km dal traguardo

Formula 1
19 lug 2021