Formula 1
03 lug
-
05 lug
Evento concluso
10 lug
-
12 lug
Gara in
21 Ore
:
38 Minuti
:
09 Secondi
G
GP 70° Anniversario
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP del Messico
30 ott
-
01 nov
FP1 in
111 giorni
G
GP del Brasile
13 nov
-
15 nov
FP1 in
124 giorni
G
GP da Abu Dhabi
27 nov
-
29 nov
FP1 in
138 giorni

F1 2021, Green: "Le vetture saranno leggermente diverse"

condivisioni
commenti
F1 2021, Green: "Le vetture saranno leggermente diverse"
Di:
5 mag 2020, 10:41

Il direttore tecnico della Racing Point, Andrew Green, prevede che le vetture utilizzate nella stagione 2021 di Formula 1 avranno un aspetto "leggermente diverso", nonostante i progetti del 2020 siano stati congelati come misura di risparmio sui costi legata al Coronavirus.

Nell'ambito di un'iniziativa volta ad alleviare l'impatto economico della pandemia del COVID-19 sulle squadre, l'introduzione delle nuove regole della F1 è stato rimandato al 2022 e le vetture realizzate per il 2020 saranno nuovamente utilizzate l'anno prossimo.

Nell'ambito delle trattative in corso sul futuro della F1 è stato proposto un sistema a token per consentire aree di sviluppo limitate, e Green si aspetta che questo comporti un numero limitato di aggiornamenti visivi.

"C'è una grande spinta per cercare di mantenere la maggior parte del progetto nel 2021 e ridurre i costi della vettura" ha detto Green a Motorsport.com.

"Quindi penso che vedremo una quantità significativa di piccole cose da parte di tutti i team e penso che alcuni di essi saranno applicati per regolamento e altri solo per lo sviluppo a cui avremmo dovuto lavorare ora".

"Con tutti a casa che non lavorano, non possiamo sviluppare questa macchina. Non c'è alcuno sviluppo, quindi è naturale che l'anno prossimo si proceda nella direzione che avremmo preso quest'anno".

"Stiamo cambiando il nome del team (quando Racing Point sarà rinominata Aston Martin all'inizio del 2021), ma penso che quando arriveremo alla prima gara di Melbourne tutte le vetture avranno un aspetto leggermente diverso".

"Ma ci sarà una quantità significativa di rinvii su e giù per la pitlane".

Leggi anche:

Green ha detto che la Racing Point modificherà la sigla RP20 per includere "un riferimento Aston Martin nel nome del telaio", quando il nome del team cambierà come parte del suo legame con il costruttore.

La RP20 ha creato scalpore durante i test pre-campionato del 2020 a causa delle sue strette somiglianze con la Mercedes W10 del 2019, anche se la Racing Point insiste che non sarà motivo di protesta da parte delle squadre rivali.

"Abbiamo modificato il concetto della nostra vettura, soppesando il rischio a cui ci stavamo esponendo nel caso di un fallimento" ha detto Green.

"Ci siamo domandati: se cambiamo quello che stiamo facendo, prendiamo una strada diversa e non recuperiamo le prestazioni e ci ritroviamo con una macchina che in realtà è più lenta di quella dell'anno scorso".

"E il pensiero in quel momento era: 'Beh, sarà solo per un anno, perché dovremo comunque rottamarla'. Questo scenario, a quanto vedo, non si è materializzato".

"Noi ora abbiamo superato le prestazioni dell'auto dello scorso anno con la nuova vettura. Quindi, non ci preoccupiamo di farla funzionare per 18 mesi".

Prossimo Articolo
BMW nega l'interesse per la F1: "Ora non ci serve e c'è crisi"

Articolo precedente

BMW nega l'interesse per la F1: "Ora non ci serve e c'è crisi"

Prossimo Articolo

Brawn: “Test COVID-19 al personale di F1 ogni due giorni”

Brawn: “Test COVID-19 al personale di F1 ogni due giorni”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Racing Point
Autore Alex Kalinauckas