Formula 1
12 mar
-
15 mar
Evento concluso
21 mag
-
24 mag
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
02 lug
-
05 lug
FP1 in
106 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
120 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
134 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
162 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
169 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
183 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
FP1 in
218 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
FP1 in
225 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
FP1 in
239 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
FP1 in
253 giorni

F1 2021: già cambia l'ala anteriore per ridurre l'effetto scia

condivisioni
commenti
F1 2021: già cambia l'ala anteriore per ridurre l'effetto scia
Di:
7 mar 2020, 10:03

Il Consiglio Mondiale FIA ha approvato delle modifiche al regolamento tecnico 2021 di F1: rivisto il disegno dei flap dell'ala anteriore e quello delle paratie laterali. In cinque mesi di lavoro in galleria del vento i tecnici dei team avevano già trovato il modo di creare vortici e turbolenze. Incrementati anche i canoni dei crash test.

Il Consiglio Mondiale della FIA ha approvato delle importanti variazioni al Regolamento Tecnico 2021 di F1. Si tratta d’interventi che rischiano di far buttare a mare il lavoro svolto dalle squadre dal 31 ottobre a oggi, quando le norme erano state ufficialmente pubblicate.

Già l’adozione di monoposto a effetto suolo che sono di fatto “disegnate” da un regolamento mai così prescrittivo, porterà ad avere Formula 1 molto simili dal punto di vista aerodinamico e non solo.

Regole F1 2021: il disegno dei flap dell'ala anteriore e della paratia laterale sarà modificato

Regole F1 2021: il disegno dei flap dell'ala anteriore e della paratia laterale sarà modificato

Photo by: Giorgio Piola

La FIA ha deciso di modificare i profili delle ali anteriori per prevenire l’effetto downwash che avrebbe fortemente compromesso l’avere una scia pulita e poco turbolente, tale da consentire alle monoposto di stare molto vicine senza gravi perdite di carico aerodinamico favorendo così i sorpassi.

Siccome il nuovo regolamento è molto basato su questo concetto per creare spettacolo, sarebbe emerso che gli aerodinamici nel lavoro al CFD e in galleria del vento avevano già trovato il modo per incrementare la downforce anteriore, mandando probabilmente a pallino la filosofia di base del progetto, per cui è arrivata un’immediata correzione delle norme.

Per il momento la FIA nel comunicato del Consiglio Mondiale ha solo enunciato i provvedimenti senza spiegarli nel dettaglio, per cui bisognerà aspettare per capire quale sarà l’impatto sui progetti già da tempo avviati.

Regole F1 2021: il cofano motore è destinato a cambiare

Regole F1 2021: il cofano motore è destinato a cambiare

Photo by: McLaren

Un fatto è certo: si è parlato tanto di ridurre i costi, ma poi si cancellano come un colpo di spugna mesi di ricerca su un buco di regolamento che tutti avevano già identificato e sul quale i team, specie quelli più piccoli, avevano già investito delle risorse, pensando di aver trovato un filone prestazionale sul quale puntare.

Altri provvedimenti di natura tecnica riguardano delle esigenze commerciali: i team si sono lamentati con Nikolas Tombazis che gli spazi sulle monoposto 2021 per esporre i marchi degli sponsor si è sensibilmente ridotto: ecco che, allora, è stato deciso di ingrandire le paratie dell’ala anteriore e posteriore, oltre alla parte superiore della carrozzeria e, quindi, al cofano motore.

Regole F1 2021, modello di galleria della monoposto: sono state introdotte regole del crash test più severe

Regole F1 2021, modello di galleria della monoposto: sono state introdotte regole del crash test più severe

Photo by: Giorgio Piola

Ulteriori interventi riguardano la sicurezza: si parla di drastici miglioramenti nella resistenza e nell'assorbimento di energia del telaio per quanto riguarda il crash test frontale e gli impatti laterali e posteriori per cui le scocche dovranno essere ristudiate da zero.

Tutto quello che viene pensato per incrementare la sicurezza non può che essere benvoluto anche perché le novità sono il frutto dei dati raccolti dopo il tragico incidente nella gara di Formula 2 a Spa-Francorchamps nel quale è morto Anthoine Hubert e ha causato gravi lesioni alle gambe a Juan Manuel Correa: si parla di introdurre dei cavi di ritenzione per l’ala posteriore e la struttura deformabile posteriore per evitare che in caso di impatto violento questi elementi possano andare a colpire altre vetture, commissari o finire in mezzo al pubblico.

Non deve sorprendere, quindi, l'incremento di peso valutato in altri 7 kg: sono un'enormità per la F1 che ha la tendenza a crescere nella massa di anno in anno. E non sempre è un bene...

Per quanto concerne la parte ibrida della power unit sono previsti degli aggiornamenti alle norme per migliorare considerevolmente la protezione delle monoposto dalle scariche elettriche di alta tensione.

E, infine, nella logica del taglio dei costi è stata la nominata la Kulite come fornitore unico dei sensori che leggono la pressione e le temperature delle power unit dal 2021 al 2023.

Prossimo Articolo
F1: il secondo flussometro impone l'aumento di peso di 1 kg

Articolo precedente

F1: il secondo flussometro impone l'aumento di peso di 1 kg

Prossimo Articolo

Il Bahrain ha deciso: Il GP di F1 si farà, ma a porte chiuse

Il Bahrain ha deciso: Il GP di F1 si farà, ma a porte chiuse
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Autore Franco Nugnes