Esclusivo: Giovinazzi racconta il debutto sul simulatore della Ferrari!

Dopo il leggendario successo in GP2 a Monza (ha vinto la gara in cui è partito ultimo) a Giovinazzi si sono aperte le porte della Ferrari: il pilota della Prema ha provato oggi il simulatore di Maranello. Ecco le sue impressioni dopo la... prima in Rosso!

Esclusivo: Giovinazzi racconta il debutto sul simulatore della Ferrari!
Il logo Ferrari
Polesitter Antonio Giovinazzi PREMA Racing
Antonio Giovinazzi, PREMA Racing
La grid girl di Antonio Giovinazzi, PREMA Racing
Antonio Giovinazzi, PREMA Racing
Podio: il secondo classificato Antonio Giovinazzi, Prema Racing
Antonio Giovinazzi, Prema Racing nella F1 Gamezone

E’ un momento magico per Antonio Giovinazzi. Il fine settimana di Monza non gli ha regalato “solo” una vittoria da ricordare che gli ha permesso di portarsi a soli dieci punti dal leader della GP2 Series, Pierre Gasly.

Il pilota di Martina Franca ha lasciato ieri sera il circuito brianzolo puntando dritto a Maranello. Nella giornata di oggi c’era ad attenderlo un test al simulatore della Ferrari, il “ragno”, come viene chiamato dagli addetti ai lavori. Un riconoscimento al suo talento da parte della Scuderia, e per Giovinazzi è stata un’opportunità che lo ha emozionato anche più di una vittoria.

“Emozionato? Parliamo della Ferrari, di Maranello, come si fa a non essere emozionati? – ha raccontato Giovinazzi – è stata un’opportunità bellissima. Non avevo mai provato un simulatore di Formula 1, e nei primi giri avevo la testa che mi girava un po’. Ma mi sono ritarato subito, e devo dire che alla fine è una bella sensazione quella che si prova guidando un simulatore di questo tipo”.

Una giornata intensa quella di Giovinazzi, con la mattinata trascorsa sul circuito di Monza, ed il pomeriggio su quello di Singapore. Miracoli del mondo digitale.
“Ho provato due tracciati dalla caratteristiche molto differenti, un circuito permanente e un cittadino – ha spiegato Antonio – e mi sono trovato molto bene. Sono strumenti incredibili, e ora capisco quanto siano utili per preparare una gara. Ma su tutto ha prevalso la felicità per questa opportunità. Ora tornerò a preparare il finale di stagione che mi attende in GP2, ma non posso che ringraziare la Ferrari per questa giornata fantastica”.

Un test virtuale è solo un test, ma in questo caso si carica di significati. Il primo è che in casa Ferrari osservano, e quando vedono qualcosa che va oltre la buona prestazione, come nel caso di Giovinazzi, si interessano.

Un test virtuale è solo un test, ma intanto ci si conosce, c’è modo di farsi un’opinione, non per sentito dire, ma in modo diretto. Nel caso del ventiduenne pilota del team Prema, c’è anche un altro elemento che si carica di significati: Giovinazzi è italiano, come lo è Antonio Fuoco, da anni presente nel programma Driver Academy di Maranello.

Per molto tempo si è parlato della mancanza di aiuti, di chance, per i rappresentanti del nostro vivaio nazionale. Ma se c’è una cosa che ha insegnato la scuola Red Bull, è che bisogna dimostrare di valere un investimento. Fare qualcosa di speciale, e Giovinazzi lo ha fatto.

Non solo puntando al titolo da esordiente nel suo primo anno in GP2, ma anche con rimonte incredibili a Baku e a Monza. E, in modo non casuale, è arrivato il riconoscimento della Ferrari. Poi si vedrà...

condivisioni
commenti
Renault: saltato Perez, ora i francesi puntano su Sainz
Articolo precedente

Renault: saltato Perez, ora i francesi puntano su Sainz

Prossimo Articolo

Verstappen: "La brutta partenza? Un errore del team"

Verstappen: "La brutta partenza? Un errore del team"
Carica commenti
Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto? Prime

Video F1 | Piola: Perché il super-motore Mercedes non si è visto?

Lewis Hamilton e Valtteri Bottas monopolizzano la prima fila del Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1. Il tanto decantato super motore Mercedes, tuttavia, non ha consentito ai due il boost sperato, con Max Verstappen che sarebbe stato in pole senza l'errore nel suo ultimo crono

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Verstappen ingordo, gettati oltre 4 decimi"

Max Verstappen getta alle ortiche una pole position che sembrava scritta nelle stelle. L'olandese, per troppa cronica ingordigia, non si è voluto accontentare preferendo strafare nel suo ultimo tentativo cronometrato. Risultato? RB16B a muro e terza posizione sulla griglia. Cambio permettendo...

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo" Prime

Podcast F1 | Bobbi: "Leclerc, errore per 3-4 km/h di troppo"

Le Prove Libere del GP dell'Arabia Saudita ci parlano di un Lewis Hamilton e della Mercedes in forma, con Verstappen solo quarto. Ma l'errore pesante di giornata è della Ferrrari di Leclerc, che ha perso la sua SF21 in una delle tante curve veloci del tracciato di Jeddah

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah veloce con troppe curve cieche"

Andiamo a commentare le prime prove libere del GP d'Arabia Saudita in compagnia di Giorgio Piola e Franco Nugnes. Il tracciato di Jeddah, che non spicca per selettività, si prefigura come potenzialmente ricco di safety car

Formula 1
3 dic 2021
Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche" Prime

Video F1 | Piola: "Jeddah ad alto rischio con ali scariche"

Viviamo l'antipasto del Gran Premio dell'Arabia Saudita in compagnia di Franco Nugnes e Giorgio Piola. La prima volta della F1 a Jeddah sarà su un tracciato cittadino ultra-rapido, con medie previste superiori ai 250 km/h e con i muretti ben presenti ai bordi della pista

Formula 1
2 dic 2021
Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton Prime

Il nemico invisibile contro cui ha lottato Lewis Hamilton

Per il sette volte campione del mondo la lotta per il titolo del 2021 si sta rivelando davvero dura. Verstappen è un rivale feroce e alcuni fattori esterni hanno condizionato la rincorsa all'ottavo iride del pilota Mercedes.

Formula 1
1 dic 2021
Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica" Prime

Video F1 | Ceccarelli: "Alla ricerca della performance psico-fisica"

Un atleta è come una macchina: ogni componente deve essere perfettamente funzionante per rendere al meglio. In questa nuova puntata di Doctor F1, Franco Nugnes e il Dott. Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine affrontano l'importanza dell'allenamento psico-fisico.

Formula 1
1 dic 2021
Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo Prime

Red Bull | Gli errori da evitare per conquistare il titolo

Negli ultimi due appuntamenti la Red Bull ha subìto la superiorità Mercedes, ma il team di Milton Keynes è sembrato non riuscire a sfruttare appieno il potenziale della RB16B. A Jeddah e Abu Dhabi sarà fondamentale non commettere gli stessi errori.

Formula 1
30 nov 2021