Ericsson sta bene: è stato dimesso dall'ospedale di Oxford

Marcus Ericsson dopo aver sbattuto con la Sauber C35 nel corso della terza sessione di prove libere del GP di Gran Bretagna è stato trasferito all'ospedale di Oxford: dopo tutti gli esami diagnostici è stato dimesso.

La Sauber non ha ancora ufficializzato la notizia che Marcus Ericsson è stato dimesso dall'ospedale di Oxford, ma a dare la buona notizia ci ha pensato lo stesso pilota con un cinguettio postato su Twitter.

 

Il pilota della Sauber se l'è cavata con un grande spavento dopo aver urtato in modo molto violento all'uscita della curva Stowe dopo aver perso il controllo della C35 per aver messo la ruota posteriore sinistra oltre il cordolo nel corso del terzo turno di prove libere del GP di Gran Bretagna.

Mancavano poco più di sette minuti alla bandiera a scacchi quando la direzione gara ha esposto la bandiera rossa per prestare i soccorsi al biondo Marcus che si è schiantato quasi frontalmente contro le barriere con la blu monoposto priva di controllo.

Il nordico è stato freddo nel togliere le mani dal volante e a ritrarre le gambe nel momento dell'impatto: con il ginocchio destro, protetto da una ginocchiera, ha toccato la leva che ha permesso al volante di sfilarsi dal piantone dello sterzo.

Dalla C35 si sono strappate tre sospensioni (ma le ruote sono rimaste attaccate alla scocca grazie ai cavi di ritenzione che hanno fatto il loro dovere). Nella seconda botta si è anche danneggiato il cambio che viene sostituito, mentre la scocca pare abbia sopportato gli urti per cui dovrebbe essere riparabile.

Uscito dall'abitacolo con i suoi mezzi, Ericsson è stato visitato sul posto dal dottore che è giunto con la medical car e poi inviato al medical centre. A stupire è stato il fatto che il pilota sia stato trasferito all'ospedale di Oxford quando c'erano altre strutture più vicine in particolare a Milton Keynes.

Il fatto che sia stato scelto un centro specializzato aveva fatto nascere qualche sospetto sulle effettive condizioni del conduttore nordico, ma le pronte dimissioni da Oxford hanno spento ogni allarme. Adesso speriamo di vedere Marcus nell'abitacolo al via della gara di domani: per avere l'ok a correre dovrà sottoporsi ai test fisici dei medici FIA.

"La botta è stata molto forte - ha spiegato Ericsson appena è tornato nel paddock - sono andato un po' troppo largo sul cordolo della curva 15 e ho toccato l'erba che era un po' umida. Ho perso la macchina e sono finito contro le barriere".

"Per il violento impatto i medici hanno voluto che andassi in ospedale. Mi hanno fatto molti esami ma le cose stanno andando bene. Sono un po' dolorante, ma è normale dopo una botta così. Mi spiace costringere i miei meccanici a un super lavoro per riparare la macchina. E per questo mi scuso con loro".


Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Gran Bretagna
Sub-evento Sabato, Qualifiche
Circuito Silverstone
Piloti Marcus Ericsson
Team Sauber
Articolo di tipo Ultime notizie