Formula 1
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
28 nov
-
01 dic
Evento concluso
12 mar
-
15 mar
Prossimo evento tra
86 giorni
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
Prossimo evento tra
93 giorni
G
GP del Vietnam
02 apr
-
05 apr
Prossimo evento tra
107 giorni
G
GP della Cina
16 apr
-
19 apr
Prossimo evento tra
121 giorni
30 apr
-
03 mag
Prossimo evento tra
135 giorni
07 mag
-
10 mag
Prossimo evento tra
142 giorni
21 mag
-
24 mag
Prossimo evento tra
156 giorni
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
170 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
Prossimo evento tra
177 giorni
G
GP di Francia
25 giu
-
28 giu
Prossimo evento tra
191 giorni
02 lug
-
05 lug
Prossimo evento tra
198 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
212 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
226 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
254 giorni
03 set
-
06 set
Prossimo evento tra
261 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
Prossimo evento tra
275 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
282 giorni
G
GP del Giappone
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
296 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
310 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
317 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
331 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
345 giorni

Ericsson: “Non sono molto lontano da Wehrlein...”

condivisioni
commenti
Ericsson: “Non sono molto lontano da Wehrlein...”
Di:
Co-autore: Erwin Jaeggi
Tradotto da: Chiara Rainis, Motorsport.com Switzerland
18 ago 2017, 18:48

Malgrado lo zero in classifica dopo le prime undici gare di campionato, lo svedese della Sauber si è detto convinto di non aver sfigurato nei confronti del compagno, ad oggi forte di cinque punti e del sedicesimo posto generale.

Pascal Wehrlein, Sauber
Marcus Ericsson, Sauber C36
Marcus Ericsson, Sauber C36
Marcus Ericsson, Sauber C36
Marcus Ericsson, Sauber
Marcus Ericsson, Sauber C36 e Pascal Wehrlein, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36-Ferrari, Marcus Ericsson, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36-Ferrari
Marcus Ericsson, Sauber C36
Marcus Ericsson, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36, Marcus Ericsson, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber C36
Pascal Wehrlein, Sauber
Marcus Ericsson, Sauber
Pascal Wehrlein, Sauber C36-Ferrari
Marcus Ericsson, Sauber C36

A pochi giorni dal via della seconda parte di stagione del Campionato del  Mondo di Formula 1, Marcus Ericsson si proclama tranquillo.

Il pilota di Kumla ha affermato di non patire l’amaro riscontro dei numeri e dei risultati che hanno premiato il compagno di colori Pascal Wehrlein sin dal debutto sulla Sauber C36 e dice di essere in grado di dimostrare il proprio valore, entrando due volte in top ten in Spagna e in Azerbaijan e capace di batterlo per 7-2 in qualifica. 

“La differenza delle prestazioni è sempre stata ridotta. Ad esempio, a Barcellona si è trattato di un paio di centesimi e in Russia sarei stato più veloce di lui, non fosse andato in testacoda con conseguente sventolamento delle bandiere gialle. Penso che finora siamo stati sullo stesso livello. Se si fa poi una media per quanto concerne le qualifiche, il margine è ancora più piccolo. Mi manca soltanto qualche dettaglio per tirare fuori di più dalla macchina”, ha sostenuto parlando a Motorsport.com. 

 

In nove sessioni disputate sotto lo stesso tetto, nel Q1 Ericsson ha lasciato a Wehrlein 0"114.
“Pascal è un ottimo pilota. Lo sapevo già prima di condividere con lui il box e credo che lo abbia ulteriormente dimostrato quest’anno, specialmente il sabato pomeriggio, quando bisogna compiere un giro perfetto. In quello è più forte di me, mentre in gara siamo quasi alla pari”, ha sottolineato. 

Pur conscio delle maggior possibilità della Sauber, forte ora del supporto economico di alcuni patrocinatori svedesi, il 26enne ha ammesso di sognare in grande dopo un periodo di apprendistato in scuderie da bassa classifica. 

 

“Al momento penso di essere in una buona posizione all’interno del team essendoci da un po’, però come ogni pilota mi piacerebbe salire su una monoposto competitiva. Spero, dunque, che il Mondiale in corso mi consenta di progredire e rafforzarmi ulteriormente. Per il 2018 non ho un contratto e non so che cosa accadrà in futuro. Di certo è difficile dimostrare il proprio potenziale e impressionare i big quando si è sempre alla guida delle vetture più lente dello schieramento. Ciò che posso fare è continuare a dare il massimo e lavorare sodo, così magari un giorno mi ritroverò in una squadra in grado di lottare per le prime posizioni e la vittoria”, ha poi concluso Marcus Ericsson. 

 

Prossimo Articolo
Force India: l'Halo potrebbe ritardare la vettura 2018

Articolo precedente

Force India: l'Halo potrebbe ritardare la vettura 2018

Prossimo Articolo

Wolff "gufa": "Vettel è già al quarto turbo, difficile che arrivi alla fine"

Wolff "gufa": "Vettel è già al quarto turbo, difficile che arrivi alla fine"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Piloti Marcus Ericsson , Pascal Wehrlein
Team Sauber
Autore Valentin Khorounzhiy