Ericsson: "La differenza di peso mi costa quattro decimi su Wehrlein"

Marcus Ericsson ha sottolineato di avere lo svantaggio di pesare 10 kg in più rispetto al compagno Pascal Wehrlei e che questo gli sta impedendo di mostrare il suo valore sulla griglia della Formula 1.

Molte squadre di Formula 1 hanno lavorato per ridurre al minimo il peso delle loro vetture nel 2017, specialmente perché sono state aggiunte molte parti a livello aerodinamico.

La Mercedes ha dovuto fare una "dieta" alla sua vettura nella prima parte della stagione, e Valtteri Bottas ha rivelato che addirittura in Malesia sono stati rimossi dei sensori dopo le libere del venerdì per questioni di peso.

La Sauber ha stimato che la vettura di Ericsson sia sempre stata tra i 4 e gli 8 kg in sovrappeso, con lo svedese che ha spiegato che probabilmente questo gap nei confronti di Wehrlein è cresciuto recentemente.

Il tedesco ha collezionato cinque punti fino ad ora, mentre Ericsson è ancora a quota zero. Inoltre, lo scontro in qualifica è sul punteggio di 9-4 per il tedesco, anche se i dati del team evidenziano che la distanza tra il passo in gara dei due sarebbe appena dello 0,049%, la più bassa dell'intera griglia.

"Siamo sempre molto vicini, ma lui ha numeri migliori dei miei e la cosa non mi piace" ha detto Ericsson. "Io poi ho anche lo svantaggio del peso".

"All'inizio dell'anno è stato un po' meno, ma nelle ultime quattro o cinque gare c'è stata una differenza di 10 kg".

"Questo pesa parecchio su ogni giro in pista. Di solito si parla di tre o quattro decimi con 10 kg".

Ericsson poi ha spiegato che sta cercando in tutti i modi di perdere, ma che la sua statura non lo aiuta affatto in questo senso.

"Lo rende difficile" ha aggiunto. "Il ritmo di Wehrlein è il mio riferimento e ho bisogno di fare meglio di lui il più possibile".

"Sono in Formula 1 da diversi anni, ma probabilmente sempre sulla vettura peggiore, sulla quale è difficile mostrare il tuo potenziale per ottenere un posto migliore".

La Sauber resta la prima opzione per rimanere in F.1

Ericsson potrebbe anche uscire dalla griglia di partenza dopo tre stagioni con la Sauber, ma ammette che rimanere nella squadra elvetica per una quarta stagione rimane la sua migliore opzione per il 2018.

Il suo management ha contattato anche la Williams, ma Motorsport.com ha appreso che lo svedese non sarebbe tra i contendenti a quello che è l'attuale posto di Felipe Massa.

A meno che Ericsson non possa trovare un modo per entrare in Toro Rosso, la sua unica speranza è che la Ferrari non concluda un accordo con la Sauber per accasare i suoi junior Charles Leclerc ed Antonio Giovinazzi.

"Alla Williams non ho grandi chance e la Sauber probabilmente è la mia opzione migliore al momento" ha confermato Ericsson. "Ci sono sempre persone che cercano di prendere il tuo posto e ci saranno sempre".

"Stiamo guardando a diverse opzioni, ma credo che sia la stessa cosa che stanno facendo tutti quelli che sono ancora senza un sedile".

"Al momento non c'è nulla di concluso. Ma sto lavorando sodo per cercare di concretizzare qualcuna di queste opzioni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Giappone
Sub-evento Giovedì
Circuito Suzuka
Piloti Marcus Ericsson
Articolo di tipo Ultime notizie