Ericsson: "Il legame tra Sauber e Ferrari è la mia prima preoccupazione"

Marcus Ericsson ha spiegato che la preoccupazione principale per il suo futuro in Formula 1 riguarda la relazione tra la Sauber e la Ferrari, ma soprattutto quanto questa si farà profonda nel 2018.

La Sauber aumenterà la sua partnership con il Cavallino nella prossima stagione, ottenendo una fornitura di power unit nell'ultima specifica, con la possibilità di diventare lo junior team Ferrari o addirittura di assumere il marchio Alfa Romeo.

Nel paddock viene dato praticamente per certo l'approdo nella squadra di Hinwil del campione di Formula 2 Charles Leclerc, che recentemente ha anche partecipato alle prove libere con la squadra, ma non è ancora chiaro chi sarà il suo compagno di squadra.

Il presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, spinge per una line-up a forti tinte rosse, ovvero per l'approdo anche della riserva Antonio Giovinazzi.

Questo scenario potrebbe mettere la parola fine all'avventura di Ericsson in Formula 1 dopo quattro anni con la squadra svizzera. Sorte che certamente toccherà a Pascal Wehrlein, che invece era entrato a far parte del team quest'anno.

Gli sponsor dello svedese però hanno investito pesantemente sulla Sauber negli ultimi 18 mesi, quindi Ericsson spera ancora di essere confermato se la Ferrari non aumenterà troppo il suo coinvolgimento nella squadra.

Quando gli è stato chiesto da Motorsport.com del suo possibile futuro con la Sauber, Ericsson ha detto: "Da quello che ho capito, dipende dalla Ferrari e da che cosa includerà la sua relazione con la squadra".

"So che la Ferrari sta spingendo per avere due piloti in squadra e questa è la mia principale preoccupazione al momento, anche se non è ancora stata presa una decisione".

"In caso contrario, sono abbastanza fiducioso di poter essere uno dei due piloti della squadra. A meno che la Ferrari non ottenga entrambi i volanti, ovviamente".

Rimanere in F.1 sarebbe cruciale

Ericsson ha ammesso anche di non avere un'opzione alternativa nel caso in cui non rimanga con la Sauber, aggiungendo che sarebbe cruciale rimanere nel giro della Formula 1, perché rientrare non è mai facile.

"Ovviamente per me rimangono delle altre opzioni, perché ho dei contatti in altri campionati, ma il mio obiettivo è quello di rimanere in Formula 1" ha aggiunto Ericsson.

"Se guardo al prossimo anno, mi vedo in Formula 1. Questo è il mio obiettivo".

"Sembra un po' strano arrivare all'ultima gara della stagione senza sapere cosa farò il prossimo anno. E' sempre un po' preoccupante, ma sono comunque fiducioso".

"Dopo la pausa estiva sono stato molto sotto pressione, perché ho cercato di dimostrare che mi merito un posto e penso che gli ultimi tre o quattro fine settimana siano stati davvero buoni per me".

"Ho fatto delle ottime prestazioni, delle gare molto buone e ho battuto il mio compagno di squadra. Quindi è quello che devo continuare a fare questo weekend".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Marcus Ericsson
Team Sauber
Articolo di tipo Ultime notizie