Silverstone: ecco la verità della Ferrari

Silverstone: ecco la verità della Ferrari

Il ds Rivola ha ricostruito i tempi e i colloqui con Whiting sul taglio di chiacane di Alonso

Dopo quattro giorni di silenzio la Ferrari è uscita allo scoperto sul caso Silverstone. Massimo Rivola, direttore sportivo del Cavallino, ha ricostruito tempi e colloqui fra il muretto dei box e il direttore di gara del Gp di Gran Bretagna, Charlie Whiting. Oggi i principali quotidiani sportivi sono usciti con una puntuale analisi che smonta la dichiarazioni rilasciate dall'inglese secondo il quale avrebbe avvisato per tre volte la Ferrari di ridare subito la posizione a Kubica dopo il sorpasso subito da Alonso nel corso del 14. giro. Il sorpasso contestato è avvenuto alla curva 9 del giro 14. Alle 13.31'05" Rivola chiama Whiting via radio dopo un secondo dal fatto e Charlie risponde dopo undici secondi alla chiamata. La domanda era chiara: "Hai visto il sorpasso? Secondo noi non c'era spazio per passare". Il direttore di gara tace e ventisei secondi dopo l'evento prende tempo, come se non avesse ancora visto il sorpasso e chiede di lasciargli guardare le immagini in tv. La Ferrari richiama 1'55" dopo il fatto: Alonso ha già percorso un giro e un settore ed è già dietro a Rosberg e Alguersuari, mentre Kubica alle prese con un problema tecnico perde terreno. Whiting sono a questo punto entra nel merito e dice che i commissari sportivi pensano che Alonso potrebbe restituire la posizione. Rivola chiede:"E' la decisione?". Replica Whiting: "No, ma la vediamo così".. Il direttore sportivo Ferrari informa la squadra, mentre Rosberg supera Alguersuari. Dal monitor dove si vedono le posizioni delle singole macchine con il GPS, la Ferrari vede che Kubica continua a rallentare sempre di più. E nel frattempo Alonso supera Alguersuari. Alle 13.33'22" Rivola richiama Whiting per la terza volta: Alonso non ha più dietro Kubica. Dovrebbe cedere due posizioni. Mentre i due si parlano il polacco viene superato anche da Barrichello. Whiting replica: "Vi abbiamo dato la possibilità di farlo o no. E stando così le cose - ha aggiunto Charlie - capisco la vostra posizione. Parleremo con i piloti a fine gara...". Trenta secondi dopo questa comunicazione Kubica si ritira: a chi andrebbe restituita la posizione? Fermo Robert non succede nulla per 10'01 e ne passano 14'26 dal sorpasso per vedere apparire sul monitor la scritta "monoposto 8 sotto indagine dei commissari sportivi". Alle 13.46'26" arriva la pena: drive through: i commissari impiegano solo 55" per decidere. Questa è la ricostruzione della Ferrari, mentre la FIA preferisce non diffondere le comunicazioni con i team, ma ora è doveroso che Jean Todt intervenga. Se i fatti sono andati come sostengono a Maranello emergono inquietanti interrogativi sulla direzione gara e sul modo in cui vengono gestiti i Gp. Nessun complottismo, ma solo fatti di cronaca...
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento Gran Premio di Gran Bretagna
Circuito Silverstone
Piloti Fernando Alonso , Robert Kubica
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag immatricolazioni, produzione