Formula 1
19 set
-
22 set
Evento concluso
26 set
-
29 set
Evento concluso
10 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
FP1 in
21 Ore
:
37 Minuti
:
26 Secondi

Ecco come rendere il Gran Premio di Francia una vacanza

condivisioni
commenti
Ecco come rendere il Gran Premio di Francia una vacanza
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
11 giu 2019, 10:02

Per il secondo anno di seguito, la Francia del sud ospiterà un Gran Premio di Formula 1. Motorsport Live ti spiega perché la Provenza alla fine di giugno è uno dei posti migliori al mondo, grazie alla Costa Azzurra ed alle sue pittoresche cittadine, oltre alle molteplici attività che si possono svolgere a Marsiglia, città di arte e cultura.

Il Gran Premio di Francia non poteva essere posizionato in una data migliore nel calendario, ovvero a fine giugno. Questo è il momento migliore per scoprire la magia della Provenza. Tutto parte a Marsiglia: fondata dai Greci 2600 anni fa, è una delle città più antiche della Francia e la seconda più grande del paese. La primissima cosa da fare è una passeggiata al Vecchio Porto, dove si scopre l’essenza di Marsiglia. Fermati e pranza in uno dei tanti ristoranti lì intorno, dove potrai gustare la bouillabesse, un tipico piatto della Provenza a base di pesce.

Visita il sito di Motorsport Live per vedere tutte le opzioni di biglietti disponibili per il GP qui

Saint-Tropez

Saint-Tropez

Photo by: Shutterstock

Non si può lasciare il vecchio Porto senza aver manigato nemmeno una Navette! Assaggia questo dolce tipico a Le Four des Navette, ai piedi dell’Abbazia di Saint Victor. La ricetta è la stessa dal 1782 e si potrà capire facilmente per quale motivo questo dolce è uno dei più apprezzati. Continua la passeggiata fino a Notre-Dame de la Garde, dove potrai godere di una vista della città a 360 gradi. Dall’altra parte del vecchio porto ci sono il MuCEM (Museo delle civiltà dell’Europa e del Mediterraneo) ed il Fort Saint-Jean, che racconta la storia della città. Un po’ più avanti troverai la via dello shopping, a Les Terrasses du Port. Per concludere la giornata, sali in cima all’edificio e trova il R2 Rooftop, che apre dalle 19. Non c’è posto migliore per una festa!

Il Parco Nazionale delle Calanques è uno dei punti salienti del viaggio. Passeggiare nel parco è meraviglioso, fatti strada tra gli alberi fino ad arrivare al mare, che potrai ammirare con il sottofondo delle cicale.

La Calanque de Sugiton è a 45 minuti a piedi da Luminy. Si possono anche visitare le Calanques con un’escursione in barca, un altro bellissimo modo di vedere lo splendido mare.

 
Cassis

Cassis

Photo by: Shutterstock

Marseille

Marseille

Photo by: Shutterstock

Prossima fermata: Cassis. Una città stupenda, il posto perfetto per sorseggiare del buon vino bianco o un Bandol Rosé di fronte al porto. Inoltre, si può anche raggiungere la spiaggia e nuotare nel Mediterraneo. Da lì, è sicuramente imperdibile la più alta scogliera della Francia (394 metri). Da Cassis si può proseguire lungo la costa e scoprire le tipiche città della Costa Azzurra: Bandol, Sanary-sur-Mer, Toulon, Hyères.

Se ti inoltri nell’entroterra, ci sono nuovi e splendidi panorami che ti aspettano. Gli appassionati di scalate vorranno provare la Sainte-Baume, che non è solo il nome di una delle curve del Gran Premio di Francia, ma anche un picco montuoso. Trascorri del tempo nelle città che circondano la montagna, come Aubagne, dove potrai vedere i Santons, delle figure di terracotta decorate, o ammira quanto lasciato da Marcel Pagnol, regista di film d’autore. Tra le cittadine più caratteristiche, spiccano Auriol, Gémenos e Plan-d’Aups-Sainte-Baume: qui si respira la vera essenza della Provenza. Sono dei posti ottimi per bere del Pastis, un aperitivo a base di anice che è stato venduto inizialmente proprio da…Paul Ricard!

 
Adventure park

Adventure park

Photo by: Shutterstock

Rollercoaster

Rollercoaster

Photo by: Shutterstock

Per chi vuole anche intrattenere i bambini, la Provenza ha un clima perfetto per svolgere attività all’aperto. A poca distanza in macchina dal circuito si può trovare Le Royaume des Arbres (vicino al circuito), uno dei più grandi parchi di divertimento d’Europa, mentre tra il circuito e Cuges-les-Pins c’è l’OK Corral, un iconico parco di divertimento, famoso nel sud della Francia per i suoi giochi ed imponenti show live action. Ce n’è veramente per tutti i gusti.

Per tutti i biglietti General Admission, le opzioni di hospitality, i campeggi, i parcheggi e per pianificare il viaggio verso il GP di Francia, visita Motorsport Live qui.

Prossimo Articolo
La Snai riconosce la "vittoria morale" di Vettel: paga anche chi aveva scommesso sul ferrarista

Articolo precedente

La Snai riconosce la "vittoria morale" di Vettel: paga anche chi aveva scommesso sul ferrarista

Prossimo Articolo

Brawn: "La F1 ha bisogno di trasparenza e di spiegare le decisioni dei commissari ai tifosi"

Brawn: "La F1 ha bisogno di trasparenza e di spiegare le decisioni dei commissari ai tifosi"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia