Ecclestone: "Spetta all'ACI decidere dove si farà il GP d'Italia"

Bernie Ecclestone nella sala stampa di Baku parla del futuro e inevitabilmente il discorso finisce sul GP d'Italia: Mister E ha fiducia che Angelo Sticchi Damiani riesca a definire un accordo. Che poi si corra a Monza o a Imola a lui poco importa...

Bernie Ecclestone è apparso nella sala stampa di Baku, un’abitudine soprattutto quando la Formula 1 fa tappa in una tappa inedita. Nella raffica di domande sottoposte a Mr.E non sono mancate quelle relative al tormentone sul futuro del Gran Premio d’Italia.

Ecclestone ha fatto spallucce, confermando che allo stato attuale la palla è nelle mani dell’Automobil Club d’Italia. La possibilità relativa alla candidatura del circuito di Imola è stata confermata da colloqui avviati da tempo, ma il patron della Formula 1 non sembra poi così interessato alla scelta della sede.

“Abbiamo parlato con Imola, ovviamente - ha spiegato Ecclestone – ma dobbiamo dare fiducia all’autorità sportiva nazionale italiana. Se ci saranno problemi con Monza e vogliono sostenere Imola, allora siamo felici di andare ad Imola. Di altro non so nulla. Ma in Italia sanno quando dobbiamo di stilare il calendario, e dovremo avere una risposta entro quella data”.

Ad Ecclestone è stato chiesto se ritiene la strutture dell’impianto di Imola sufficienti ad ospitare un Gran Premio confermando gli standard attuali richiesti dalla Formula 1, e si è confermato ottimista...
“So che stanno lavorando parecchio – ha dichiarato – quindi la risposta è positiva, credo di si. Ma ripeto, la scelta è dell’autorità sportiva italiana, spetta a loro fornire le garanzie che servono per confermare il futuro del Gran Premio d’Italia. Io da parte mia lo spero”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP d'Italia
Circuito Monza
Articolo di tipo Ultime notizie