Formula 1
G
GP del Bahrain
19 mar
-
22 mar
07 mag
-
10 mag
21 mag
-
24 mag
G
GP d'Azerbaijan
04 giu
-
07 giu
FP1 in
107 giorni
G
GP del Canada
11 giu
-
14 giu
FP1 in
114 giorni
02 lug
-
05 lug
FP1 in
135 giorni
G
GP di Gran Bretagna
16 lug
-
19 lug
FP1 in
149 giorni
G
GP d'Ungheria
30 lug
-
02 ago
FP1 in
163 giorni
G
GP del Belgio
27 ago
-
30 ago
FP1 in
191 giorni
03 set
-
06 set
FP1 in
198 giorni
G
GP di Singapore
17 set
-
20 set
FP1 in
212 giorni
24 set
-
27 set
Prossimo evento tra
218 giorni
08 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
232 giorni
G
GP degli Stati Uniti
22 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
246 giorni
G
GP del Messico
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
253 giorni
G
GP del Brasile
12 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
267 giorni
G
GP da Abu Dhabi
26 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
281 giorni

Retroscena Mercedes: ecco perché Hamilton era lento in Q3

condivisioni
commenti
Retroscena Mercedes: ecco perché Hamilton era lento in Q3
Di:
6 nov 2019, 16:29

La Mercedes ha rivelato come mai Lewis non abbia brillato nelle qualifiche del GP degli Stati Uniti: sul volante della W10 si è rotta la protezione della rotella con cui si regola il freno motore. L'inglese durante il primo run della Q3 ha cambiato accidentalmente le regolazioni subendo un calo di prestazioni.

La Mercedes ha rivelato un retroscena che riguarda le qualifiche di Lewis Hamilton nel Gran Premio degli Stati Uniti: l’esa-campione in Q3 non è andato oltre un deludente quinto posto che ha trovato una motivazione di natura tecnica.

Lewis, infatti, senza volere ha danneggiato la protezione che c’è sul volante-computer della W10 sulla rotella che regola il freno motore.

Se Valtteri Bottas ha conquistato la pole position ad Austin con una margine di appena 12 millesimi sulla Ferrari di Sebastian Vettel, Hamilton non è riuscito ad andare oltre il quinto posto che è stato il peggiore piazzamento in griglia della stagione.

Il britannico si era lamentato delle strane reazioni della sua freccia d’argento durante il primo run della Q3 con un comportamento stranamente variabile da una curva all’altra. La ragione che spiegava le sue difficoltà sono emerse solo quando la monoposto #44 è tornata nel box, quando i meccanici hanno visto che la protezione sulla rotella (sotto, freccia rossa) si era stata staccata.

Mercedes AMG F1 W09 steering

Mercedes AMG F1 W09 steering

Photo by: Mercedes AMG

James Vowles, stratega Mercedes, ha dichiarato nel consueto video del dopo gara: "Sulla razza destra del volante c’è una rotella che serve a regolare la portata del freno motore. Normalmente è protetta, ma involontariamente si è rotta, per cui Lewis, mentre affrontava il suo giro lanciato e girava il volante, ha cambiato accidentalmente la taratura del freno motore facendogli perdere prestazione verso la fine della tornata”.

Leggi anche:

I meccanici hanno capito subito cosa fosse successo, ma ormai il primo run era stato compromesso, mentre nel secondo, quando tutto era stato ripristinato al meglio, Lewis non è più riuscito a migliorare il suo tempo a causa di un peggioramento delle condizioni della pista determinato dal vento che ha iniziato a soffiare da un’altra direzione e da uno sbalzo nella temperatura nell’asfalto.

Hamilton in gara è stato a lungo al comando della gara, prima di cedere la testa a Bottas che ha vinto il GP degli Stati Uniti, mentre l’inglese si è dovuto accontentare del secondo posto che gli è valso il sesto titolo iridato piloti.

Prossimo Articolo
Regole 2021 F1: tre divieti per la semplificazione

Articolo precedente

Regole 2021 F1: tre divieti per la semplificazione

Prossimo Articolo

Motore di Leclerc: rilevati ad Austin 18 cv meno di Mercedes

Motore di Leclerc: rilevati ad Austin 18 cv meno di Mercedes
Carica commenti