Disastro viabilità al Paul Ricard: alcuni tifosi minacciano una class action

condivisioni
commenti
Disastro viabilità al Paul Ricard: alcuni tifosi minacciano una class action
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
26 giu 2018, 09:36

Da giovedì a domenica ore di coda per raggiungere l'impianto francese. Alcuni spettatori sono arrivati a GP iniziato o, addirittura, hanno dovuto rinunciare a entrare in autodromo. Tutto questo a causa dell'obsoleta viabilità che porta all'impianto. E ora i tifosi sono infuriati.

Traffico fuori dal circuito
Traffico fuori dal circuito

Il ritorno del circuito del Paul Ricard nel Mondiale di Formula 1 a 28 anni dall'ultimo Gran Premio ospitato non sarà certo tramandata ai posteri per un'organizzazione esemplare. Anzi, rischia l'esatto contrario.

Da giovedì a domenica, arrivare e andarsene dall'autodromo che nasce in Provenza è risultata una vera e propria impresa. Ore di code per raggiungere la sede del Gran Premio di Francia 2018, specialmente domenica, con tifosi che sono arrivati a gara iniziata.

Altri, invece, hanno addirittura dovuto desistere e fare marcia indietro, rinunciando a vedere un evento sportivo per cui avevano pagato cifre ingenti (i biglietti per la gara andavano da 135 a 500 euro).

Il motivo di questi ingorghi, che nei 4 giorni del weekend di gara sono durati ore, era legato alla viabilità, rimasta quella di fine anni 80, mentre la presenza di mezzi è ampiamente aumentata e questo ha fatto sì che si creassero code interminabili.

A creare ulteriori disagi sono stati i parcheggi, molto distanti dall'impianto, oltre alle strade che hanno fatto faticare parecchio anche i piloti, i quali hanno dovuto raggiungere il Paddock con scooter per evitare di rimanere imbottigliati nel traffico.

La forte disorganizzazione dal punto di vista della viabilità ha creato proteste veementi da parte di chi ha assistito alla gara, ma anche a chi ci ha provato ma non è riuscito ad arrivare in tempo per seguire l'evento per cui aveva pagato ingenti quantità di denaro.

Resta da vedere quali scenari potrà creare tutto ciò. E' infatti più che probabile una class action da parte degli spettatori danneggiati dal traffico nei confronti degli organizzatori dell'evento francese, che di certo non hanno fatto una bella figura nell'anno del ritorno nel Mondiale del GP di Francia.

Prossimo Articolo
Honda: due problemi diversi dietro alle due rotture della power unit aggiornata

Articolo precedente

Honda: due problemi diversi dietro alle due rotture della power unit aggiornata

Prossimo Articolo

GP di Gran Bretagna: stesse scelte di gomme per Ferrari e Mercedes. Poche Soft per Verstappen

GP di Gran Bretagna: stesse scelte di gomme per Ferrari e Mercedes. Poche Soft per Verstappen
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Evento GP di Francia
Sotto-evento Domenica, gara
Location Circuit Paul Ricard
Autore Giacomo Rauli