Direttiva tecnica FIA sui motori: tutte le power unit devono essere uguali

condivisioni
commenti
Direttiva tecnica FIA sui motori: tutte le power unit devono essere uguali
Adam Cooper
Di: Adam Cooper
Tradotto da: Franco Nugnes
23 feb 2018, 17:34

La FIA ha il forte sospetto che i motori dei team ufficiali abbiamo gestioni elettroniche che non vengono fornite alle squadre clienti per cui è stata spedita una direttiva tecnica che impone un identico utilizzo delle power unit di ciascun Costruttore.

Felipe Massa, Williams FW40, goes off the circuit at the start of the race
Carlos Sainz Jr., Scuderia Toro Rosso STR12, Pierre Gasly, Scuderia Toro Rosso STR12, Sebastian Vett
La partenza della gara
Jolyon Palmer, Renault Sport F1 Team RS17, Pascal Wehrlein, Sauber C36, Fernando Alonso, McLaren MCL
Daniel Ricciardo, Red Bull Racing RB13 and Pascal Wehrlein, Sauber C36 battle at the start of the ra
Sebastian Vettel, Ferrari SF70H, Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08, Kimi Raikkonen, Ferrari SF70H

La FIA ha inviato una nuova direttiva tecnica alle squadre per avvisarle che tutte le power unit di uno stesso Costruttore devono essere in grado di funzionare nello stesso modo.

Le attuali regole impongono già che tutti i motori debbano essere fisicamente identici perché ciascun unità è riconoscibile per un dossier di omologazione che viene redatto ai sensi dell'appendice 4 del Regolamento Sportivo di Formula 1.

La Federazione Internazionale che, attraverso i dati che vengono raccolti dalle centraline uniche, sospetta, invece, che i team ufficiali possano utilizzare i motori in modalità, ad esempio in qualifica, che ai team clienti non verrebbero offerte.

I tecnici della FIA hanno buone ragioni per credere che l’utilizzo delle power unit non sia identico nonostante ogni unità venga omologata secondo i dossier previsti dall’Appendice 4. Nella direttiva tecnica, quindi, si specifica che i motori non solo dovranno essere tutti uguali, ma dovranno essere gestite in modo identico a quelle dei Costruttori.

In sostanza i commissari tecnici federali non si accontenteranno di vedere fiche di omologazione dei motori identiche, ma pretenderanno che anche i software di gestione delle unità debbano essere uguali per garantire lo stesso livello prestazionale a meno che un team non giustifichi perché vuole rinunciare ad una specifica.

Per parificare il rendimento dei propulsori la FIA auspicherebbe anche che i motori funzionassero con le stesse specifiche di olio e carburante, pur sapendo che alcuni team clienti hanno fornitori diversi sia per quanto riguarda il lubrificante che la benzina.

Negli ultimi due anni la Ferrari aveva ottenuto la deroga dalla FIA di fornire motori completamente diversi alla Toro Rosso nel 2016 e alla Sauber nella scorsa stagione con specifiche dell’anno prima. Quest'anno tutti i team clienti utilizzeranno i motori attuali.

Prossimo Articolo
Carica commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Adam Cooper