CVC compra Sisal: non c'è conflitto d'interessi con la F.1?

La Cvc Capital Partners ha acquisito il gruppo Sisal, uno dei principali operatori di gioco in Italia, ma la società lussemburghese è anche quella che controlla i diritti della F.1, una categoria sulla quale si può scommettere...

La Cvc Capital Partners ha annunciato l'acquisto del 100% del gruppo Sisal, uno dei principali operatori del gioco in Italia che è attivo anche nel settore dei servizi di pagamento. L’operazione è stata definita per 1 miliardo di euro e sarà chiusa alla fine di settembre con Apax Partners, Permira e Clessidra che attualmente ne detengono il pacchetto azionario.

Nella nota che ha ufficializzato l’accordo si ricorda che Sisal è stata la prima società italiana attiva nel settore del gaming come concessionario dello Stato. Può contare su una rete di 45 mila punti vendita, con oltre 500 servizi di pagamento e circa 2 mila persone in organico.

Insomma, è positivo il fatto che gruppi finanziari esteri vengano in Italia a investire, ma è quanto meno curioso il fatto che la società che rileva la Sisal detenga anche i diritti della Formula 1.

È lecito, quindi, porsi il dubbio se non ci possa essere un conflitto d’interessi se la Cvc Capital Partners che controlla il mondo dei Gran Premi grazie a Bernie Ecclestone è la stessa che gestisce anche una importante società di scommesse che può accettare le giocate sulla Formula 1.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP di Monaco
Circuito Montecarlo
Articolo di tipo Ultime notizie