Cowell: "Il motore Mercedes 2018 sarà praticamente tutto nuovo"

condivisioni
commenti
Cowell: "Il motore Mercedes 2018 sarà praticamente tutto nuovo"
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
8 gen 2018, 11:05

Andy Cowell, responsabile del reparto motori della Mercedes, ha rivelato che sulla power unit per la stagione 2018 di Formula 1 sarà tutto praticamente nuovo.

Andy Cowell, Managing Director, Mercedes AMG High Performance Powertrains nella Conferenza stampa
Valtteri Bottas, Mercedes AMG F1 W08
Valtteri Bottas, Mercedes-Benz F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes-Benz F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes-Benz F1 W08
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W08
Mercedes AMG F1 W08, Car of the Year 2017

Il motore Mercedes è stato il punto di riferimento della Formula 1 da quando è entrato in vigore il regolamento turbo ibrido nel 2014, con la squadra che ha piazzato quattro doppiette iridate (Piloti e Costruttori) consecutive.

La Ferrari è riuscita ad essere una minaccia più concreta però nel 2017, con anche la Red Bull che nel finale di stagione ha mostrato delle prestazioni in crescita.

La Mercedes, dunque, sta spingendo su tutti i fronti per cercare di mantenere il suo vantaggio, quindi sta pianificando anche degli aggiornamenti importanti sul motore.

"Sarà praticamente tutto nuovo" ha detto Cowell a Motorsport.com per quanto riguarda le aspettative sul motore di quest'anno.

"Ci sono stati diversi momenti nella stagione che ci hanno dato delle idee per aumentare la potenza del motore".

"Abbiamo altre idee per ridurre l'attrito in quasi tutte le aree del propulsore o le perdite nei sistemi elettrici".

Anche se la Formula 1 si appresta ad entrare nel suo quinto anno con questa tipologia di motori, Cowell crede che sia ancora molto margine di crescita in termini prestazionali.

"Ogni volta che progetti un motore, ogni volta che fa un aggiornamento, impari sempre qualcosa" ha detto.

"Poi però il motore viene congelato e la stagione è frustrante, perché si imparano tante cose, ma non si possono introdurre rapidamente per evitare di corrompere la qualità".

"Quindi bisogna osservare, imparare, riflettere e mettere insieme tante idee che possono essere applicate allo step successivo".

"Alcune possono essere molto piccole, in aree marginali, ma altre molto grandi e riguardare cose come miglioramenti alla combustione, la riduzione dell'attrito, nuovi materiali che possono aiutare in tema di affidabilità. A volte, poi, ci sono delle sorprese".

"Ci sono ancora dei margini con questo regolamento, anche se magari parliamo di tanti piccoli guadagni da cinque millesimi di secondo".

"Poi ci sono quelle belle sorprese in cui eri convinto di trovare un miglioramento importante in un modo e lo trovi esattamente facendo l'opposto".

"Per questo è sempre importante fare esperimenti ed avere una struttura adeguata a farli. Servono un banco prove importante ed una buona metodologia di test per individuare i vantaggi veri e propri ed isolarli da qualli presunti".

Prossimo Articolo
Le mitiche Ferrari di F.1: 640 con il cambio semi-automatico al volante

Articolo precedente

Le mitiche Ferrari di F.1: 640 con il cambio semi-automatico al volante

Prossimo Articolo

Le mitiche Ferrari di F.1: la 641 che ha respirato aria mondiale con Prost

Le mitiche Ferrari di F.1: la 641 che ha respirato aria mondiale con Prost
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie Formula 1
Team Mercedes Acquista adesso
Autore Lawrence Barretto