Costruttori: Mercedes da record nell'era ibrida, ma la Ferrari è in netta flessione

La squadra di Brackley si è privata solo dei due giri veloci in gara, altrimenti avrebbe raggiunto il massimo punteggio possibile nei primi tre GP 2019. I numeri del Costruttori dicono che Ferrari e Red Bull non tengono il passo delle W10. Mondiale già finito o ci sarà una reazione?

Costruttori: Mercedes da record nell'era ibrida, ma la Ferrari è in netta flessione

Melbourne, prima sessione di prove libere del Mondiale 2019. Al termine dei 90 minuti che hanno aperto ufficialmente la stagione, la classifica propone in vetta Lewis Hamilton con 38 millesimi di secondo di vantaggio su Sebastian Vettel, 74 su Charles Leclerc e 193 su Max Verstappen.

“Ci attende un Mondiale fantastico, con tre squadre in lotta per il titolo - si commentava nel paddock di Albert Park – quest’anno è lotta vera”.

A rafforzare questa convinzione c’erano stati i riscontri emersi nei test pre-campionato di Barcellona, con una Ferrari capace di intimorire gli avversari e una Red Bull sorpresa dai progressi della power unit Honda.

Dopo tre gare, scorrendo la classifica di campionato, è evidente quanto quelle prime valutazioni stagionali fossero errate, e con margine davvero imprevedibile.

Da quando (nel 2014) la Formula 1 ha imboccato il suo percorso ibrido, la Mercedes ha avuto avvii di campionato brillanti, ma mai come quest’anno.

Nel 2014 nei primi tre Gran Premi dell’anno arrivarono altrettanti successi e due piazze d’onore, stesso numero di vittorie due anni dopo (con Nico Rosberg) ma senza il supporto di Hamilton nell’inedito ruolo di seconda forza.

Lo scorso anno, alla vigilia della trasferta di Baku, la Mercedes era leader del campionato con un solo punto di vantaggio sulla Ferrari, ma era ancora a quota zero sul fronte vittorie, mentre nel 2017 il viaggio in Azerbaijan avvenne con la leadership provvisoria nel Mondiale Costruttori nelle mani del Cavallino, con tre punti di vantaggio sui rivali diretti.

Quest’anno le premesse erano tutte all’insegna di uno scontro acceso tra Mercedes, Ferrari e Red Bull, un ‘triello’ che però nell’arco di 30 giorni si è confermato un prepotente monologo.

Ora la domanda, tra gli appassionati, ma anche tra gli stessi addetti ai lavori, è una sola: dobbiamo attenderci un’altra stagione marchiata a fuoco dalla Mercedes o la classifica è destinata a subire dei cambiamenti nel corso dell’anno?

Curiosamente, in Mercedes sostengono che i valori in campo non sono ancora chiari, che l’alternanza di gerarchie (in Bahrain la performance era a favore della Ferrari) non ha di fatto ancora definito un quadro certo.

 

Pretattica? Forse no. Nel team campione del Mondo amano avere tutto sotto controllo, e la Ferrari vista nelle prime tre gare è un ‘oggetto’ difficile da mettere a fuoco.

La SF90 è quella vista in Bahrain o il potenziale del progetto di Mattia Binotto potrà garantire quanto accertato dalle gare di Melbourne e Shanghai? Una domanda ancora senza risposta, e i responsi arriveranno solo dopo il tandem di gare Baku-Barcellona.

Difficile, oggi, è anche capire a cosa potrà ambire la Red Bull. Nel caso del team austro-britannico l’avvio di Mondiale non è stato brillante come dodici mesi fa, ma il bottino in termini di punti regge il confronto grazie ad un Max Verstappen che per ora non ha lasciato nulla per strada.

“I punti sono la nostra unica certezza”, ha commentato l’olandese, che attende tempi migliori come ad esempio le novità promesse dalla Honda a Baku. Ipotesi, speranze, ma intanto la realtà dipinge un quadro allarmante per gli avversari della Mercedes e per chi, a Melbourne, pensava e sperava di vivere una stagione che per ora ha detto ben altro...

Classifica Costruttori dopo 3 GP nell’era ibrida

2014

 

2015

 

2016

 

2017

 

2018

 

2019

 

Mercedes

111

Mercedes

119

Mercedes

114

Ferrari

102

Mercedes

85

Mercedes

130

Force India

44

Ferrari

79

Ferrari

61

Mercedes

99

Ferrari

84

Ferrari

73

McLaren

43

Williams

48

Red Bull

57

Red Bull

47

Red Bull

55

Red Bull

52

condivisioni
commenti
Red Bull e Mercedes più aggressive della Ferrari nella scelta delle gomme per Baku
Articolo precedente

Red Bull e Mercedes più aggressive della Ferrari nella scelta delle gomme per Baku

Prossimo Articolo

Horner: "La benzina Ferrari ha un odore strano, ma credo che sia legale"

Horner: "La benzina Ferrari ha un odore strano, ma credo che sia legale"
Carica commenti
Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!" Prime

Video F1 | Piola: "La Haas senza evoluzioni ha limitato i distacchi!"

In questo nuovo video di Motorsport.com, andiamo ad analizzare con la lente d'ingrandimento della tecnica la monoposto presentata dal team Haas nella stagione 2021 di Formula 1. Una vettura dalla storia particolare, che è riuscita - nonostante tutto - a limitare i danni...

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica" Prime

Video F1 | Piola: "Ecco perché la Williams ha mantenuto la sua identità tecnica"

In attesa delle nuove monoposto, continua l'analisi delle vetture protagoniste della Formula 1 2021. In questo nuovo video di Motorsport.com, la lente d'ingrandimento tecnica di Franco Nugnes e Giorgio Piola è sulla Williams, team che mai come nella passata stagione ha adottato soluzioni inedite...

Formula 1
18 gen 2022
Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero" Prime

Video | Piola: "Alfa Romeo: buona meccanica ma carente in aero"

Alfa Romeo ha investito tutte le proprie risorse in vista della stagione 2022 di Formula 1. Ciononostante, la C41 si è rivelata una monoposto dalla valida base meccanica, come dimostrato tanto da Raikkonen quanto da Giovinazzi, ma carente a livello aerodinamico

Formula 1
16 gen 2022
Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria” Prime

Video | Piola: “L’Alpine ritrovata dopo il reset in galleria”

Torniamo a parlare dei team di Formula 1 partecipanti alla stagione 2021 e di come si sono evoluti nel corso dell'anno appena trascorso. Ora tocca all'Alpine: la scuderia di Enstone è tornata alla vittoria in Ungheria e a podio in Qatar, sapendo correggere il tiro in corso d'opera

Formula 1
14 gen 2022
Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze” Prime

Video F1 | Ceccarelli: “Come vincere le proprie resistenze”

In compagnia di Franco Nugnes, del Dottor Riccardo Ceccarelli e della psicologa Alice Ferrisi di Formula Medicine, in questa puntata di Doctor F1 andiamo ad analizzare e comprendere quelli che sono i comportamenti di un pilota nel suo confronto con i propri limiti

Formula 1
12 gen 2022
Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto" Prime

Video F1 | Piola: "AlphaTauri più spinta dell'Alpine, meritava il 5° posto"

In questo nuovo video di Motorsport.com, Franco Nugnes e Giorgio Piola analizzano i dettagli tecnici dell'AlphaTauri. Il team di Faenza, giunto sesto in classifica finale dietro all'Alpine, avrebbe meritato di più da questo 2021. Ecco perchè...

Formula 1
11 gen 2022
Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono Prime

Video | Penalità in F1: quali sono e come si ottengono

Le penalità in Formula 1 sono tra gli argomenti più discussi dell'ultimo periodo. Spesso e volentieri hanno avuto voce in capitolo per decidere il vincitore di un GP, altre volte addirittura per annullare tutti i punti conquistati in una stagione. Ecco una panoramica approfondita e dettagliata per spiegare chi le commina, perché e di che tipo possono essere

Formula 1
9 gen 2022
Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max Prime

Le migliori gare del 2021: a Silverstone il Big Bang tra Lewis e Max

Tra le migliori gare del 2021 c'è sicuramente quella che ha dato il là e ha acceso davvero il duello tra Max Verstappen e Lewis Hamilton. Stiamo parlando del GP di gran Bretagna, che ha avuto come momento più alto l'incidente tra i due contendenti per il titolo alla curva Copse, al primo giro della gara.

Formula 1
8 gen 2022