Consumo olio: la FIA impone anche alla Mercedes i vincoli di Monza

25,476 viste

La Casa della Stella deve adeguare il suo motore 4 a quello che sarà omologato in Italia per i team clienti: tutte le unità dovranno sottostare alla nuova disposizione della FIA che da Monza limita a 0,9 litriper 100 km il consumo di olio.

La FIA non ci sta. E vuole mettere un punto definitivo sulla questione del consumo dell’olio. La Mercedes ha omologato il motore numero 4 a Spa solo per le due monoposto ufficiali, mentre ai team clienti l’aggiornamento dell’ultima power unit che si potrà montare nella stagione 2017 senza penalizzazioni sarà disponibile a partire da Monza.

In funzione di ciò Charlie Whiting, direttore di prova della FIA, ha dichiarato a Michael Schmidt di Auto Motor und Sport, che tutti i motori che saranno utilizzati dal GP d’Italia dovranno sottostare alla nuova prescrizione tecnica che limiterà il consumo dell’olio a 0,9 litri per 100 km.

La Mercedes, un po’ a sorpresa, aveva deciso di anticipare il quarto motore nel GP del Belgio perché la nuova disposizione tecnica sarebbe scattata solo dal GP d’Italia e non avrebbe avuto valore per i motori utilizzati in precedenza, per il provvedimento non poteva avere un effetto retroattivo.

La squadra di Brackley, quindi, avrebbe potuto finire la stagione in corso senza dover sottostare alla limitazione di consumo dell’olio. Un’eventualità che ha provocato la reazione degli altri motoristi e la presa di posizione della Federazione Internazionale: da Monza, infatti, il punto di riferimento Mercedes sarà il motore che sarà omologato per i team clienti (Force India e Williams) e anche quelli ufficiali dovranno essere aggiornati secondo le specifiche previste dalla FIA in materia di olio utilizzabile non solo per la lubrificazione, ma anche per additivare il carburante con sostanze anti-detonanti.

Tutti i Costruttori, quindi, saranno messi sullo stesso piano: la FIA preferisce mantenere il punto, tanto più che il consumo di olio di 0,9 litri per 100 km è un valore intermedio che deve portare i motoristi a non eccedere il limite di 0,6 litri per 100 km che scatterà dal 2018.

Se prima a lamentarsi era, soprattutto, la Ferrari, adesso a storcere la bocca sarà la Mercedes che si sente penalizzata, pur non avendo infranto alcuna norma regolamentare. Stando alle indiscrezioni la Petronas porterà nel “tempio della velocità” una nuova specifica di benzina e di lubrificanti per essere in linea con le nuove disposizioni tecniche della FIA.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Evento GP del Belgio
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Spa-Francorchamps
Team Mercedes
Articolo di tipo Analisi