Come acquistare la McLaren di Hakkinen

Il collezionista Zak Brown spiega come è riuscito a convincere Ron Dennis a cedere la preziosa vettura

Ron Dennis è rinomato nel paddock di Formula 1 per essere un negoziatore abile e duro, ma come si comporta il patron della McLaren quando si tratta di vendere una vettura storica del team di Formula 1? Charles Bradley, editore di Motorsport.com, ha intervistato l'uomo che è riuscito a trasformare il proprio sogno in realtà, Zak Brown.

Brown, collezionista di vetture da corsa e pilota di auto storiche, ha realizzato il sogno della propria vita quando è riuscito ad acquistare la McLaren di Mika Hakkinen vincitrice del Gran Premio di Silverstone 2001.

Brown ha spiegato come sono andate le trattative con Dennis: "Sono durate circa due anni. Conserva nella sua ventiquattrore una lista di tutte le sue auto, circa 125. Ho avuto a che fare sia con Ron che con Martin Whitmarsh e devo dare merito a quest'ultimo se l'accordo è andato in porto. Ho concluso molti affari con entrambi nel corso degli anni sia come sponsor che in GT3. Quando sono finalmente riuscito a convincere Ron, sono rimasto sorpreso del calibro della vettura che ero riuscito ad acquistare, la vincitrice del Gran Premio di Gran Bretagna con Hakkinen. Era esattamente ciò che volevo. Posseggo quattro vetture vincitrici di quel Gran Premio, e Mika era uno dei miei piloti preferiti. E' stato fantastico riuscire a far entrare nella mia collezione una vettura simile. L'unica altra vettura marchiata West che è uscita dalla collezione è di proprietà di Adrian Newey, ma è la vettura di Raikkonen, mentre io preferivo possedere una vettura di Hakkinen. E' una vettura incredibile da guidare e l'elettronica è la parte più complessa da comprendere".

La collezione delle vetture di Brawn è mantenuta in ordine e portata in pista dal suo team, United Autosports, che corre nelle gare GT sin dal 2009 ed è in procinto di passare alla categoria prototipi dell'European Le Mans Series la prossima stagione.

Brown ha concluso numerosi affari di alto livello negli ultimi anni ed è accreditato di aver siglato il contratto più oneroso all'interno del paddock. Per esempio, il coinvolgimento nella sponsorizzazione Martini per la Williams gli ha consentito di arrivare ad ottenere alcune vetture del team di Sir FranK: "Posseggo la vettura campione del mondo del 1980 con Alain Jones, la monoposto di Mansell che nel 1987 ha vinto il Gran Premio di Silversone ed altre quattro gare nonchè la vettura dell'esordio di Jacques Villeneuve vincitrice del Gran Premio di Gran Bretagna".

Oltre a queste monoposto prestigiose, la collezione di Brown conta anche la Lotus del 1986 guidata da Senna, la Ferrari del 1990 di Mansell e la Mercedes del 2013 di Hamilton: "Ho ottime relazioni con tutti i team, così riesco ad acquistare anche vetture che non sono in vendita. La vettura di Hakkinen, di Jones, di Villeneuve ed anche la Mercedes di Hamilton non erano in vendita a nessun prezzo. Siamo fortunati ad avere ottime relazioni che ci consentono di avere accesso a vetture inaccessibili ad altri e la possibilità di lavorare sulle vetture. Ad esempio la Mercedes mi ha fornito un motore di scorta per la McLaren di Hakkinen. Quei propulsori non sono in vendita, ma con delle buone relazioni...".

Una volta che la vettura è in possesso di Brown, la sfida consiste nel portarla in pista. Mentre laMcLaren di Hakkinen era in perfette condizioni ed attentamente preparata a Woking, non tutte le vetture che arrivano alla United Autosports sono nelle medesime condizion. Richard Dean, responsabile della manutenzione delle vetture, spiegai: "Abbiamo ricostruito la FW07 di Alan Jones ed è stato un progetto che è cresciuto nel tempo. Quando abbiamo iniziato ad analizzare la vettura ci siamo resi conto che alcune parti non erano originali. Quella era una wing car ed ha accusato alcuni danni nel passato; loro hanno ricostruito alcune parti ma non erano esattamente come le volevamo noi. Grazie alle buone relazioni di Zak con la Williams siamo riusciti ad andare in fabbrica da loro e non avremmo potuto ricevere un'assistenza migliore. Siamo andati nel loro museo ed abbiamo avuto accesso ai disegni originali così da ricostruire le parti alla perfezione. Abbiamo portato in pista la vettura nel corso di un evento Williams e loro sono rimasti affascinati dal vedere un pezzo della loro storia nuovamente in circuito".

Brown ha aggiunto: "Credo che amino vedere le loro vetture in circuito. Vogliono che siano nelle mani giuste e non siano guidate da piloti che possano distruggerle".

Il facoltoso collezionista non è tipo da stare con le mani in mano ed è pronto ad ampliare il proprio garage con un'altra vettura, magari facendo un'offerta ad un altro grande collezionista presente nel paddockBernie Ecclestone: "Ci ho provato. Desidero un Brabham, ma lui mi ha risposto che se ne volevo una avrei dovuto comprare le altre 44 e poi venderle. Sto cercando di trovare un accordo ma non sono interessato nell'acquisto delle altre 44 vetture. Starò col fiato sul collo di Bernie, voglio avere una Brabham, vorrei averne una guidata da Piquet". 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Richard Dean , Zak Brown
Articolo di tipo Curiosità