Clamoroso Van Rossem: l'ex titolare del team Onyx chiede l'eutanasia!

Jean-Pierre Van Rossem, ex milionario e bancarottiere belga, nel 1989 è stato titolare del team Onyx che con Johansson ha conquistato il terzo posto al GP di Portogallo. Il 72enne ha chiesto che gli venga praticata l'eutanasia.

Clamoroso Van Rossem: l'ex titolare del team Onyx chiede l'eutanasia!

Chi seguiva le vicende della Formula 1 alla fine degli anni ’80 lo ricorderà senza alcun dubbio. Capelli bianchi portati molto lunghi, sovrappeso, e con un piglio di chi nella vita ha navigato anche in acque difficili, con un’alternanza di grandi successi e tonfi imprevisti.

Parliamo del belga Jean-Pierre Van Rossem, entusiasta proprietario del team Onyx che portò nel 1989 all’esordio in Formula 1. Ha colpito la notizia, resa pubblica in Belgio negli ultimi giorni, relativa alla richiesta di eutanasia presentata dal settantaduenne ex mago della finanza.

Stefan Johansson, Onyx
Stefan Johansson, Onyx nel 1989

Photo by: LAT Images

In una recente intervista pubblicata su Youtube, l'ex milionario ha dichiarato senza mezzi termini che è giunto il momento di porre fine alla sua esistenza.

“Ho avuto una vita molto tumultuosa, ma ora è abbastanza – ha spiegato - sono in declino e voglio decidere per conto mio il momento di dire basta. E spero che sia prima della fine dell’anno. Ho avuto belle donne, automobili e tante proprietà. A un certo punto il mio patrimonio era stimato in 891 milioni di dollari, e ho perso tutto”.

Ad un adolescenza da hippie aveva fatto seguito una laurea in economia e l’invenzione (parole sue) di un sistema computerizzato chiamato Moneytron, che secondo Van Rossem era in grado di elaborare in anticipo i movimenti del mercato azionario.

Anni dopo l’autorità giudiziaria accertò che in realtà il segreto di Van Rossem era nient’altro che un grande sistema “ponzi”, e il finanziere fu condannato ed incarcerato.

Prima dell’epilogo dell’era Moneytron, Van Rossem si era concesso diversi lussi, tra cui quello di essere l’azionista di maggioranza di un team di Formula 1, che nel 1989 riuscì anche a piazzare sul podio dell’Estoril, Stefan Johansson. La terza piazza dello svedese contribuì a raggiungere il decimo posto finale nella classifica costruttori, su ventuno team presenti al via.

Ma durante la pausa invernale, Van Rossem contribuì a creare una situazione di tensione con Bernie Ecclestone e l’allora presidente della FIA Jean-Marie Balestre. Il vulcanico finanziere minacciò di abbandonare la squadra qualora non fosse riuscito a disporre di una fornitura di motori Honda o Porsche per la successiva edizione del Mondiale.

Nessuno fece un passo indietro, e Van Rossem cedette la sua quota del team al gruppo giapponese Middlebridge che gestì la squadra senza grande fortuna portandola alla chiusura nel giro di pochi mesi, compreso un ulteriore passaggio di proprietà all’imprenditore svizzero Peter Monteverdi.

condivisioni
commenti
Video Mercedes: ecco il primo fire up del motore della W08 Hybrid!

Articolo precedente

Video Mercedes: ecco il primo fire up del motore della W08 Hybrid!

Prossimo Articolo

Formula 1 2017: ecco perché i piloti saranno presi per il... collo!

Formula 1 2017: ecco perché i piloti saranno presi per il... collo!
Carica commenti
Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus Prime

Hakkinen: ecco come il finlandese è sbocciato alla Lotus

Nel 1991, mentre Michael Schumacher debuttava in F1 al volante di una Jordan competitiva, Hakkinen faceva il suo esordio alla guida di una Lotus ormai in declino. Mark Gallagher ricorda come il finlandese riuscì ugualmente ad impressionare il paddock.

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata” Prime

Ceccarelli: “A Sochi aspettiamoci un’altra ruotata”

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Doctor F1. In questa puntata, Franco Nugnes ed il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine ci parlano di come l'asticella della tensione sia orma alta tra Hamilton e Verstappen alla luce di quanto successo a Monza. Ed in quel di Sochi, è più che lecito attendersi un altro capitolo del duello.

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato Prime

BRM P201: una vettura sorprendente dal potenziale sprecato

Nonostante un podio ottenuto al debutto, la BRM P201 non è mai più riuscita a replicare questo risultato ed ha vanificato tutto il potenziale inespresso.

Formula 1
21 set 2021
Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità Prime

Ferrari: sul motore Superfast prestazioni più di affidabilità

La power unit del prossimo anno sembra che risponda ai target di potenza cercati da Zimmermann per colmare il gap dal motore Mercedes, mentre c'è ancora del lavoro da fare sul fronte dell'affidabilità. A Maranello hanno deciso di prendere dei rischi, portando in pista soluzioni innovative che accusano ancora dei problemi di gioventù. Ma c'è tempo per raggiungere i target di durata.

Formula 1
18 set 2021
F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine? Prime

F1: Zhou in Alfa Romeo sarebbe un boomerang per Alpine?

Il cinese sembra ormai vicino a prendere il posto di Antonio Giovinazzi in Alfa Romeo, ma il suo arrivo in F1 potrebbe rivelarsi un boomerang per la Academy Alpine che ne ha sostenuto la carriera negli ultimi anni.

Formula 1
18 set 2021
Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21 Prime

Ferrari: ecco le differenze tra SF1000 ed SF21

Andiamo a conoscere nel dettaglio le differenze tra la SF21 e la SF1000, grazie alle quali la Rossa è tornata nelle parti alte della classifica

Formula 1
18 set 2021
Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1 Prime

Raikkonen: il momento giusto per dire addio alla Formula 1

Il campione del mondo 2007 ha annunciato l'addio alla F1 al termine di questa stagione. Kimi mancherà a tutti i suoi fan ed agli amanti di questo sport e verrà ricordato per essere stato in grado di lottare ad armi pari con i mostri sacri della Formula 1.

Formula 1
17 set 2021
Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte Prime

Gli imbrogli più famosi in F1: terza parte

Terza ed ultima puntata in cui andiamo a ripercorrere gli inganni, gli imbrogli o i momemnti più "tricky" della storia della Formula 1

Formula 1
17 set 2021