Clamoroso: all'Eau Rouge registrati 3.500 kg di carico, a Pouhon 3.600 kg di spinta laterale

condivisioni
commenti
Clamoroso: all'Eau Rouge registrati 3.500 kg di carico, a Pouhon 3.600 kg di spinta laterale
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
26 ago 2018, 10:06

Le telemetria dei top team ha evidenziato che le monoposto hanno raggiunto valori di carico mai registrati in precedenza sulle F1. Ecco i dati sconvolgenti che si sono letti a Spa Francorchamps, la pista che più sollecita le gomme.

Sebastian Vettel, Ferrari, si congratula con Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1, per la pole
Sebastian Vettel, Ferrari SF71H
Max Verstappen, Red Bull Racing RB14, precede Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09
Lewis Hamilton, Mercedes AMG F1 W09

Il record della pista di Spa-Francorchamps è crollato durante la Q2 grazie alla Ferrari SF71H di Sebastian Vettel che ha portato il nuovo limite a 1’41”501, migliorando di oltre un secondo il precedente primato della F1 che era detenuto dalla Mercedes W08 Hybrid di Lewis Hamilton in 1’42”553.

Il pilota tedesco, comunque, è riuscito a stracciare anche la prestazione ottenuta dalla Porsche 919 Evo il 10 aprile con Neel Jani alla guida: il Prototipo di Weissach, libero dai vincoli delle regole dettate dalla classe LMP1, era arrivato a girare in 1’41”770, risultando oltre sette decimi più rapida della freccia d’argento campione del mondo.

Vettel sulla Rossa ha rimesso tutte le cose a posto, riportando la F1 ad essere la massima espressione dell’automobilismo da corsa. La disponibilità di gomme Pirelli a mescola più morbida ha certamente contribuito a incrementare le prestazioni delle monoposto da GP, ma sono altri i dati sensazionali che cominciano a girare nel paddock.

Il carico aerodinamico, grazie all’incessante sviluppo delle macchine, è arrivato a valori che non si erano mai registrati in precedenza: nella compressione fra l’Eau Rouge e il Raidillon le telemetrie delle squadra top hanno registrato dei dati sorprendenti.

Nello schiacciamento dell’Eau Rouge, infatti, si sono raggiunti i 3.500 kg di spinta verticale sulle quattro ruote, mentre nella salita verso il Raidillon si sono letti 3.300 kg di spinta laterale.

In condizione da qualifica molti piloti sono riusciti a percorrere il tratto più significativo di Spa-Francorchamps in pieno, ma con queste F1 da record stupiscono i valori che si sono letti nella lunga curva a sinistra in discesa di Pouhon.

Se la spinta verticale risulta di “appena” 2.800 kg (si fa per dire), fa letteralmente paura che l’accelerazione laterale che è superiore a 3g per quasi 5” produca 3.600 kg di spinta laterale, una piega dalla quale le monoposto top escono ad almeno 275 km/h. Stiamo parlando di valori mai registrati in precedenza che evidenziano quanto sia cresciuto lo stress sugli pneumatici e sulle sospensioni, oltre che sui piloti.

Prossimo articolo Formula 1
Force India: se è un team nuovo da Spa, decade la sua presenza in Strategy Group

Articolo precedente

Force India: se è un team nuovo da Spa, decade la sua presenza in Strategy Group

Prossimo Articolo

GP del Belgio: Sainz e Vandoorne cambiano motore e vanno in fondo alla griglia

GP del Belgio: Sainz e Vandoorne cambiano motore e vanno in fondo alla griglia
Carica commenti