Città del Messico, Libere 2: Ricciardo a sorpresa è davanti ad Hamilton

condivisioni
commenti
Città del Messico, Libere 2: Ricciardo a sorpresa è davanti ad Hamilton
Franco Nugnes
Di: Franco Nugnes
27 ott 2017, 20:44

Le due Red Bull hanno chiuso nella morsa la Mercedes di Hamilton. Ricciardo svetta nella seconda sessione di prove libere del GP del Messico, mentre Verstappen deve interrompere il long run per un guaio al motore. Vettel è solo quarto

Daniel Ricciardo stupisce tutti e porta la Red Bull in testa alla seconda sessione di prove libere del GP del Messico: l'australiano con la RB13 in configurazione da qualifica ha ottenuto un tempo di 1'17"801 con le gomme Ultrasoft. Si tratta di un tempo che fa discutere perché la prestazione è migliorata solo di 23 millesimi di secondo rispetto alla sessione del mattino che era stata controllata da Valtteri Bottas con la Mercedes.

L'evoluzione della pista di Città del Messico non è stata pari alle aspettative, ma la Red Bull ha brillato lo stesso, dimostrando un ottimo bilanciamento, mentre fa più fatica la Mercedes che accusa del graining sulle gomme anteriori. Lewis Hamilton, comunque, si è portato solo a 131 millesimi da Daniel Ricciardo e secondo l'australiano non basterà per stare davanti alle frecce d'argento in qualifica.

Il leader del mondiale prima di ottenere la sua prestazione con le gomme Ultrasoft aveva fatto un testacoda nel giro di lancio con gli pneumatici ancora non in temperatura: con la W08 Lewis è arrivato vicino alle barriere con il retrotreno, ma si è fermato in tempo, a dimostrazione che quando è l'anno giusto non succede mai niente.

La Mercedes di Hamilton è rimasta chiusa nella morsa delle due Red Bull: con il terzo tempo Max Verstappen si è portato solo a 32 millesimi dalla prestazione dell'inglese confermando che sulla pista a 2.300 metri di quota la monoposto di Adrian Newey è in grado di volare. L'olandese, però, non è riuscito a completare il suo long run per un problema meccanico che ha costretto i tecnici a intervenire sulla power unit della Renault.

Sebastian Vettel è quarto con la Ferrari: il tedesco è il primo pilota a non aver bucato il muro dell'1'18". In realtà il distacco della Rossa non è preoccupante perché si limita a 250 millesimi dalla vetta, ma anche questa sessione è stata tribolata per la SF70H. Seb ad un certo punto è rientrato ai box lentamente perché a sorpresa si è aperto l'estintore di bordo con il liquido estinguente che è finito sul sedile congelando il fondoschiena del pilota.

La Rossa non aveva brillato nel turno del mattino per effettuare delle prove aerodinamiche (i due conduttori avevano girato in configurazioni aerodinamiche diverse), mentre nel pomeriggio Vettel ha iniziato la sessione in ritardo per cambiare il set up e smontare alcuni sensori. La SF70H però non ha cambiato comportamento, patendo forse la mancanza di grip mostrata dalla pista che non si è gommata sebbene girassero sempre molte monoposto. Vettel, però, ha stupito migliorando il suo tempo alla conclusione del suo long run con un 1'20"7 che lascia presagire che la Rossa sia destinata a migliorare!

Kimi Raikkonen con la SF70H in versione standard non è lontano da Sebastian: il finlandese paga solo un decimo dal suo capitano, segno che a Maranello non hanno ancora spinto per cercare le prestazioni. Chi non sembra aver trovato la strada per uscire dalla sua crisi personale è Valtteri Bottas che con la seconda Mercedes è solo sesto a mezzo secondo dalla posizione di vertice.

Positiva la prestazione di Fernando Alonso con la McLaren: lo spagnolo è settimo con una MCL che senza problemi paga solo sette decimi da Ricciardo che si toglie il lusso di mettersi alle spalle Sergio Perez con la Force India. Il messicano ha girato in 1'18"728 precedendo Nico Hulkenberg con la Renault e il compagno di squadra Esteban Ocon che chiude la top ten.

Carlos Sainz è 11esimo con la seconda Renault davanti a Felipe Massa con la Williams e Brandon Hartley con la Toro Rosso. Il neozelandese ha sommato una serie di errori che hanno mostrato quanto sia difficile il suo apprendistato nel Circus. Brendon è andato certamente meglio di Pierre Gasly che con l'altra STR12 ha fatto pochi giri prima che un problema meccanico lo costringesse a una lunga sosta ai box.

Chi ha percorso solo tre giri soltanto è stato Romain Grosjean: il francese è finito in testacoda due volte danneggiando la gomma posteriore che ha perso dei pezzi di battistrada. Non si è capito se per un problema alla gomma o se, invece, ha ceduto qualche pezzo suilla Haas, tanto che molte parti aerodinamiche si sono sbriciolate sull'asfalto, costringendo la direzione gara a esporre la bandiera rossa per ripulire la pista.

Cla#PilotaChassisMotoreGiriTempoGapDistaccokm/h
1 3 australia Daniel Ricciardo  Red Bull TAG 26 1'17.801     199.154
2 44 united_kingdom Lewis Hamilton  Mercedes Mercedes 40 1'17.932 0.131 0.131 198.819
3 33 netherlands Max Verstappen  Red Bull TAG 17 1'17.964 0.163 0.032 198.737
4 5 germany Sebastian Vettel  Ferrari Ferrari 35 1'18.051 0.250 0.087 198.516
5 7 finland Kimi Raikkonen  Ferrari Ferrari 40 1'18.142 0.341 0.091 198.285
6 77 finland Valtteri Bottas  Mercedes Mercedes 43 1'18.299 0.498 0.157 197.887
7 14 spain Fernando Alonso  McLaren Honda 26 1'18.508 0.707 0.209 197.360
8 11 mexico Sergio Perez  Force India Mercedes 41 1'18.728 0.927 0.220 196.809
9 27 germany Nico Hulkenberg  Renault Renault 19 1'18.775 0.974 0.047 196.691
10 31 france Esteban Ocon  Force India Mercedes 42 1'18.822 1.021 0.047 196.574
11 55 spain Carlos Sainz Jr.  Renault Renault 30 1'19.060 1.259 0.238 195.982
12 19 brazil Felipe Massa  Williams Mercedes 37 1'19.206 1.405 0.146 195.621
13 28 new_zealand Brendon Hartley  Toro Rosso Renault 40 1'19.423 1.622 0.217 195.087
14 18 canada Lance Stroll  Williams Mercedes 42 1'19.524 1.723 0.101 194.839
15 2 belgium Stoffel Vandoorne  McLaren Honda 32 1'19.844 2.043 0.320 194.058
16 94 germany Pascal Wehrlein  Sauber Ferrari 38 1'20.306 2.505 0.462 192.941
17 20 denmark Kevin Magnussen  Haas Ferrari 35 1'20.318 2.517 0.012 192.913
18 9 sweden Marcus Ericsson  Sauber Ferrari 38 1'20.362 2.561 0.044 192.807
19 10 france Pierre Gasly  Toro Rosso Renault 10 1'21.745 3.944 1.383 189.545
20 8 france Romain Grosjean  Haas Ferrari 3 1'25.526 7.725 3.781 181.165

 

Prossimo Articolo
Città del Messico, Libere 1: Bottas detta il passo. Le Red Bull davanti alle Rosse

Articolo precedente

Città del Messico, Libere 1: Bottas detta il passo. Le Red Bull davanti alle Rosse

Prossimo Articolo

Ecclestone: "Aiutare la Ferrari è sempre stata la cosa giusta da fare"

Ecclestone: "Aiutare la Ferrari è sempre stata la cosa giusta da fare"
Carica commenti